Quantcast

Al professor Francesco Sabatini il Premio Rotary Perdonanza Celestiniana 2021

Il Premio Rotary Perdonanza 2021 assegnato al professor Francesco Sabatini.

Il Premio Rotary Perdonanza 2021 assegnato al professor Francesco Sabatini.

Sabato 28 agosto alle ore 10,00, presso la Sala ipogea del Consiglio Regionale anche quest’anno, seppure in forma ridotta a causa del Coronavirus, i due club Rotary dell’Aquila assegneranno il Premio Rotary Perdonanza nel corso del convegno “Dante Alighieri e Celestino V”. Il Comitato Rotary Perdonanza Celestiniana 2021 di L’Aquila conferirà il prestigioso riconoscimento al professor Francesco Sabatini, notissimo linguista, già presidente dell’Accademia della Crusca, uno dei principali artefici del riconoscimento da parte dell’Unesco della Perdonanza quale patrimonio immateriale dell’umanità.

Il premio, come detto, verrà consegnato la mattina del 28 agosto presso la Sala Ipogea del Consiglio Regionale.

Questo nel dettaglio il programma della giornata:

Ore 10:00 Convegno Dante Alighieri e Celestino V
Saluti istituzionali: Avv. Raffaele Daniele, vice sindaco dell’Aquila, dott. Roberto Santangelo, vice presidente del Consiglio regionale dell’Abruzzo.
Ore 10:30 Prof. avv. Fabrizio Marinelli (Presidente premio Rotary Perdonanza)
Dott. Walter Capezzali (Deputazione abruzzese storia patria)
Elogio del Prof. Francesco Sabatini.
Ore 11:30 Prof. Fabrizio Politi (Università dell’Aquila): La scienza politica di Dante Alighieri.
Ore 12:15 Prof. Berardo Pio (Università di Bologna): Dante Alighieri e i papi del suo tempo.

Ore 12, 45 Conferimento del premio Rotary Perdonanza 2021 al prof. Francesco Sabatini.
Seguiranno i saluti del presidente del Rotary Club L’Aquila, Arch. Antonio Di Stefano, della Prof.ssa Luisa Di Laura, presidente del Rotary Club L’Aquila Gran Sasso d’Italia.
La Chiusura dei lavori è affidata al Governatore del Distretto Rotary 2090, Ing. Gioacchino Minelli.

Il premio viene assegnato alle persone fisiche o alle istituzioni che si sono particolarmente distinte in attività umanitarie e/o abbiano svolto un ruolo di primo piano a favore della collettività.

professor francesco Sabatini

Nato in Abruzzo a Pescocostanzo, Francesco Sabatini si è laureato in Lettere all’Università di Roma nel 1954 con Alfredo Schiaffini e Natalino Sapegno. Dal 1971 è Professore ordinario di Storia della lingua italiana e linguistica italiana. Ha insegnato Storia della lingua italiana e Filologia romanza nelle Università di Lecce (1965-71) e Genova (1971-75) e Storia della lingua italiana nelle Università di Napoli, Roma (La Sapienza) e Roma Tre. Dal 2010 è Professore Emerito nell’Università di Roma Tre.

Dal 1977 al 1981 è stato presidente della Società di Linguistica Italiana e dal 1999 al 2001 dell’Associazione per la Storia della Lingua Italiana.

Dal 1976 è socio dell’Accademia della Crusca, nel 1988 è diventato accademico e nel marzo del 2000 è stato eletto presidente della stessa istituzione, primo non toscano docente dell’Università di Firenze a ricoprire questa carica, dove è stato poi riconfermato per due successivi mandati.

Ha ricevuto la laurea honoris causa in Lingue e letterature moderne dall’Università di Bari (2004) e la laurea honoris causa in Scienze Sociali dall’Università “D’Annunzio” di Chieti-Pescara (2007).

Dal 1965 è deputato della Deputazione abruzzese di storia patria, istituzione della quale è stato anche presidente. Sabatini ha inoltre ideato il programma della Settimana della lingua italiana nel mondo, iniziativa volta alla promozione della lingua italiana nel mondo, che si svolge ogni anno dal 2001 in tutti gli Istituti Italiani di Cultura, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri. Ha anche instaurato un rapporto particolare tra l’Accademia della Crusca e la Presidenza della Repubblica Italiana durante il settennato del Presidente Carlo Azeglio Ciampi.

Sabatini è autore di numerose pubblicazioni, tra cui il noto Dizionario Italiano (insieme a Vittorio Coletti) e L’Europa dei popoli (insieme al demografo Antonio Golini). I suoi interessi di ricerca si concentrano sulle origini delle lingue neolatine, la pluralità di lingue e culture nell’Italia medievale, la formazione della norma linguistica italiana, l’evoluzione dell’italiano dopo l’unità politica e nell’era delle telecomunicazioni, la linguistica generale, il linguaggio giuridico, l’educazione linguistica nella scuola italiana, la posizione delle lingue nazionali nell’Europa contemporanea.

Ha ricevuto il Premio Città di Bologna per la Filologia nel 1970 e la Medaglia d’oro del Presidente della Repubblica per la Cultura, l’Arte e la Scuola nel 1988. Sabatini è stato inoltre autore del programma televisivo Le voci dell’italiano, trasmesso da RAI International e ha curato, assieme a un gruppo di collaboratori, la riedizione anastatica e informatica del primo Vocabolario della Crusca del 1612.

Dal 2009 è titolare della rubrica televisiva “Pronto soccorso linguistico”, trasmessa la domenica mattina nell’ambito del programma Unomattina in famiglia della RAI.

Dal 3 marzo 2017 è cittadino onorario di Gravina in Puglia, riconoscimento conferitogli dal consiglio comunale con voto unanime. Nel giugno 2017 ha ricevuto la cittadinanza onoraria di Introdacqua, paese natale della madre. Il 25 maggio 2018 riceve il Premio Barocco nel Castello di Gallipoli. Il 2 settembre 2018, riceve il premio speciale internazionale “Città di Marineo”. Il 24 ottobre 2019, Sabatini riceve dal Sindaco Leoluca Orlando la cittadinanza onoraria della città di Palermo. Nel 1983 è stato insignito della Medaglia d’oro ai Benemeriti della scuola della cultura e dell’arte mentre nel 2004, di iniziativa del Presidente della Repubblica ha ottenuto la nomina a Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della repubblica Italiana.