Quantcast
Cultura

Tutti i Santi giorni, 24 giugno: Natività di San Giovanni Battista

La Natività di San Giovanni Battista e il "Natale estivo" per la rubrica "Tutti i Santi giorni" del 24 giugno.

La Natività di San Giovanni Battista per la rubrica “Tutti i Santi giorni” del 24 giugno.

Il 24 giugno ricorre la solennità della Natività di San Giovanni Battista. Il 24 giugno si festeggia il cosiddetto “Natale estivo”. La Chiesa celebra solo tre natività: quella di Cristo, quella della Madonna e quella del Precursore, per l’appunto San Giovanni Battista, mentre per gli altri Santi si festeggia non la loro nascita nella carne, bensì il loro dies natalis nella vita eterna. Per lungo tempo i cristiani hanno visto la Natività del Battista come la preparazione per l’incarnazione di Gesù Cristo; inoltre, il ruolo di Giovanni nel Vangelo è sottolineato da San Luca con l’annuncio della sua nascita, in parallelo alla nascita di Gesù. I genitori di Giovanni, Zaccaria – un sacerdote ebraico – ed Elisabetta, erano anziani e senza figli. Durante il servizio presso il Tempio di Gerusalemme, Zaccaria venne prescelto per portare l’offerta dell’incenso all’Altare d’oro: l’arcangelo Gabriele gli apparve e gli annunciò che sua moglie avrebbe dato alla luce un bambino e che il suo nome sarebbe stato Giovanni. Il sacerdote non credette al messaggio dell’Angelo e venne punito, rimanendo muto sino alla nascita del figlio. Quando venne alla luce il bambino e i suoi parenti gli chiesero quale nome egli avesse scelto per il nascituro, Zaccaria scrisse “Il suo nome è Giovanni” e riprese la capacità di parlare (Lc 1,5–25; Lc 1,57-66). All’Annunciazione, quando l’angelo Gabriele apparve a Maria per informarla del concepimento di Gesù per opera dello Spirito Santo, egli la informò anche che Elisabetta, sua cugina, era già incinta di sei mesi (Lc 1,36) e quindi la Vergine si recò a visitarla. Il vangelo di Luca racconta inoltre di come il bambino si mosse nel ventre di Elisabetta quando incontrò Maria (Lc 1,44). Per questo la Natività di San Giovanni Battista è fissata liturgicamente al 24 giugno, proprio tre mesi dopo la celebrazione dell’Annunciazione, il 25 marzo. In realtà lo scopo di queste festività non era tanto celebrare le esatte date degli eventi stessi, ma di commemorarli come collegati, anticipando la nascita di Giovanni la festa del Natale. Il commemorare la festa il 24 giugno risiede probabilmente nel sistema di conteggio dei giorni romano che si basava sull’uso delle calende del mese successivo: il Natale cadeva “l’ottavo giorno prima delle calende di gennaio” (Octavo Kalendas Januarii), di conseguenza, la natività di San Giovanni Battista era posta “l’ottavo giorno prima delle calende di luglio”. La Natività di Giovanni Battista, celebrata dal 1970 come solennità, è una delle più antiche feste della chiesa cristiana, indicata già nel Concilio di Agde del 506 come una delle principali feste dell’anno.

natività san giovanni battista tutti i santi giorni

La figura del Battista è l’anello di congiunzione tra il Vecchio e il Nuovo Testamento e le notizie sulla sua biografia provengono soprattutto dai Vangeli canonici, da alcuni vangeli apocrifi, nonché dalle Antichità Giudaiche dello storico giudeo-romano Giuseppe Flavio. Non si hanno racconti circa gli anni giovanili e l’educazione del Battista: San Luca termina il suo racconto scrivendo che «il fanciullo intanto cresceva e si fortificava nello spirito. Visse in regioni deserte, fino al giorno in cui doveva manifestarsi ad Israele» (Lc 1,80). Il Battista, sin dall’infanzia votato al nazireato, era una singolare figura di asceta e di profeta che invitava il popolo al pentimento per i propri peccati, da mondare attraverso un rito di purificazione, il lavacro battesimale nel fiume Giordano. Nella predicazione di Giovanni costante è il rimando alla venuta di qualcuno superiore a lui: il Messia atteso da Israele che avrebbe liberato i Giudei dal giogo dell’invasione romana. E fu proprio il Messia, Gesù, che si recò presso il Giordano per essere battezzato: appena uscito dalle acque si videro «squarciarsi i cieli e lo spirito Santo discendere verso di lui come una colomba. E venne una voce dal cielo: “Tu sei il figlio mio, l’amato; in te ho posto il mio compiacimento”».
Nel 29, Giovanni fu arrestato da Erode Antipa e incarcerato nella fortezza di Macheronte. Secondo i Vangeli sinottici il motivo dell’arresto fu dovuto ai rimproveri del Battista verso Erode «che aveva preso Erodiade, moglie di suo fratello, e per altre scelleratezze». È probabile, tuttavia, che la causa reale che spinse Erode alla carcerazione di Giovanni fosse il timore che la sua predicazione, molto influente sul popolo, potesse provocare tumulti nel regno, scatenando la repressione dei Romani che avrebbero trasformato la Galilea in provincia romana. La morte del Battista è raccontata nel Vangelo di Marco ed è legata al celeberrimo passo della danza di Salomè: San Giovanni perì per mezzo della decollazione nella stessa prigione in cui era rinchiuso, e la sua testa fu portata dalla stessa Salomè alla madre Erodiade.

natività san giovanni battista tutti i santi giorni

Dal punto di vista delle immagini, Giovanni Battista è il santo più raffigurato nell’arte di tutti i secoli, rappresentato nei vari momenti della sua vita, sin da quando, ancora nel ventre della madre Elisabetta, sussulta all’arrivo di Maria incinta di Gesù, nella scena della Visitazione.

Tutti i Santi giorni, 31 maggio: Visitazione della Beata Vergine Maria

La nascita del Battista, conosciuta anche come Imposizione del nome del Battista, venne celebrata in numerose opere artistiche, in particolare a Firenze, di cui San Giovanni è patrono, e fu un soggetto tipico dei deschi da parto con cui venivano presentati i bambini alla madre per la prima volta dopo la loro nascita. L’attributo iconografico principale che lo accompagna è un lungo bastone da viandante sormontato da una piccola croce, con la scritta Ecce agnus Dei; è vestito con l’abito di pelle di cammello, a cui a volte si aggiunge il mantello rosso, segno del martirio. A partire dal XVI secolo, gli artisti lo raffigurano con l’aspetto di un fanciullo, talvolta già vestito con una pelle di animale, e compare insieme alla Vergine e a Gesù: poiché sono entrambi bambini, in queste opere viene comunemente denominato San Giovannino. Non meno frequente è la scena del Battesimo di Gesù nel Giordano. Ultima, ma solo in merito alla successione degli episodi della agiografia, è la rappresentazione del momento del martirio, o di quello immediatamente successivo, quando la sua testa è presentata a Erode, Erodiade e Salomé. La figura di San Giovanni da solo nel deserto non è molto comune, seppure non sconosciuta, come pure è ritratto mentre abbraccia un ariete, associato alla figura del sacrificio, di Isacco nel Vecchio Testamento e di Cristo nel Nuovo.

natività san giovanni battista tutti i santi giorni
leggi anche
san paolino di nola tutti i santi giorni
Cultura
Tutti i Santi giorni, 22 giugno: San Paolino di Nola
san quirico e santa giuditta
Cultura
Tutti i Santi giorni, 16 giugno: San Quirico e Santa Giulitta
san barnaba tutti i santi giorni
Cultura
Tutti i Santi Giorni, 11 giugno: San Barnaba
san medardo tutti i santi giorni
Cultura
Tutti i Santi giorni, 8 giugno: San Medardo
san francesco caracciolo tutti i santi giorni
Cultura
Tutti i Santi giorni, 4 giugno: San Francesco Caracciolo
santi pietro e paolo tutti i santi giorni
Cultura
Tutti i Santi giorni, 29 giugno: Santi Pietro e Paolo