IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Alpini e Protezione civile, ecco Vardirex

Vardirex, esercitazione congiunta di Alpini e Protezione civile a Coppito. Domani la diretta del Capoluogo.it.

Circa 800 uomini delle forze armate, dell’Associazione Nazionale Alpini e della Protezione civile impegnati nell’esercitazione Vardirex a Coppito. Domani la diretta su Ilcapoluogo.it.

Various Disaster Relief Management Exercise (“Vardirex”) è un’esercitazione di protezione civile che vede schierati sul campo, per la prima volta con questi assetti, circa 800 uomini espressione delle professionalità delle Forze Armate e dell’Associazione Nazionale Alpini con il supporto del Dipartimento di Protezione Civile. Le aree operative in tre Regioni (Veneto, Piemonte e Abruzzo) prevedono un intervento all’unisono in situazioni di emergenza diverse, con l’intento di verificare le procedure e l’interoperabilità tra le componenti coinvolte nelle operazioni di soccorso in occasione di pubbliche calamità.

Nel corso dell’esercitazione, dal 17 al 20 ottobre, viene testato il sistema operativo di una organizzazione complessa dove opera personale sia militare, sia civile, in relazione alle esigenze di coordinamento a livello locale e nazionale, al fine di rendere sempre più efficienti le capacità di intervento in emergenza.

vardirex

«Vardirex è un’occasione importante – sottolinea il Capo dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli – perché vede in campo, fianco a fianco, due realtà fondamentali  del nostro sistema di protezione civile: la forza armata e il volontariato organizzato. Nel nostro Paese, protezione civile significa fare squadra, significa “fare insieme”, mettersi alla prova e addestrarsi, per essere capaci di rispondere al meglio quando ce n’è bisogno».

Vardirex, l’esercitazione a Coppito.

Nell’area di Coppito viene simulato l’intervento e la gestione delle emergenze conseguenti in occasione un evento sismico. Accanto alla Protezione Civile regionale, alla Prefettura dell’Aquila, e al Comune, che prendono parte all’esercitazione in qualità di osservatori presso il Centro di Soccorso Misto Esercito/ANA, sono schierati assetti del 9° reggimento Alpini con il neo costituito battaglione Alpini multifunzione “Vicenza”, una squadra di soccorso alpino, un elicottero con verricello per il soccorso alpino a cura del 3° REOS. Accanto a loro, le squadre di Protezione Civile espresse dall’ANA con il 2° ed il 4° raggruppamento di PC, assetti del Gruppo di Intervento Medico Chirurgico ed un Posto Medico Avanzato di 1° livello.

Scenario esercitativo.

Mercoledì 17 ottobre, vengono registrate tre scosse con epicentro nei pressi dell’Aquila. Notevoli danni alle infrastrutture e crolli di edifici si registrano in area unitamente a frane e smottamenti.
Giovedì 18 ottobre vengono avvertite ulteriori scosse. La struttura di Protezione Civile richiede l’impiego degli assetti dell’Esercito per la rimozione delle macerie e per il ripristino della viabilità. Nel Comune dell’Aquila, nell’area di Coppito, viene allestito un accampamento per l’accoglienza e il ricovero degli sfollati. Il Campo avrà al proprio interno un posto di medicazione avanzato. Gli assetti del genio sgomberano detriti e macerie.
Venerdì 19 ottobre si verificano ulteriori scosse sismiche che portano al crollo di un edificio nei pressi del campo di accoglienza con persone che restano coinvolte dall’evento. I feriti vengono soccorsi dal personale in servizio presso il Posto Medico Avanzato. Un istituto scolastico in Coppito attiva il piano di evacuazione con il supporto, nella gestione e nell’assistenza agli studenti, del modulo integrato di Protezione Civile. Una squadra di soccorso integrata, con elicottero militare, interviene per il recupero di escursionisti rimasti bloccati (in zona dolina di Fossa Raganesca). Al verificarsi di un incendio che minaccia l’abitato della frazione di Coppito, si rende necessario impiegare tutte le risorse disponibili nella zona per fronteggiare nell’immediato l’emergenza. In coordinamento con squadre a terra, opera anche un elicottero della Protezione Civile con cestello baricentrico.

vardirex

X