IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Pista ciclabile Aterno, cronoprogramma fino al 2019

Entro dicembre 2019 sarà il soggetto che farà i lavori. 90 chilometri finanziati con oltre venti milioni di euro dalla Regione Abruzzo, in parte dal Masterplan e in parte dai fondi Cipe.

Pista ciclabile dell’Aterno, ecco l’iter di realizzazione. Pietrucci: “Fondamentale stabilire le scadenze”.

Il prossimo ottobre l’Università dell’Aquila rilascerà lo studio definitivo di fattibilità, a febbraio 2019 saranno stati scelti tramite gara i progettisti e a giugno 2019 ci sarà il progetto (insieme al Sindaco dell’Aquila e all’Assessore Carla Mannetti sono avviate interlocuzioni con Anas per avere la disponibilità a elaborare la progettazione con notevole anticipo dei tempi).

Entro dicembre 2019 deve essere scelto il soggetto che farà i lavori.

È il cronoprogramma di realizzazione della pista polifunzionale ciclabile dell’Aterno, una opera di circa 90 chilometri finanziati con oltre venti milioni di euro dalla Regione Abruzzo, in parte dal Masterplan e in parte dai fondi Cipe, che è stata inaugurata per un tratto dall’Aquila a Fossa.

Stamattina in Consiglio regionale si è svolto un incontro coordinato dal presidente della Commissione Infrastrutture Pierpaolo Pietrucci, che ha seguito in prima persona in questi anni la genesi, la nascita e l’avanzamento dell’opera.

Vi hanno partecipato i sindaci e i rappresentanti dei Comuni interessati, l’Anas, l’Università dell’Aquila con l’ingegnere Annalisa Taballione, l’assessore del Comune dell’Aquila Carla Mannetti, l’ingegnere Mario Di Gregorio, e le dottoresse Dina Del Tosto ed Elvira Damiani.

«Una riunione tecnica e operativa – la definisce Pietrucci, che spiega – È una infrastruttura in cui credo e fortemente voluta dalla nostra comunità e per la cui realizzazione ho messo assieme le migliore energie del territorio, anche in un’ottica di condivisione con i territori interessati. Valorizzando l’ambiente, potrà creare economia e opportunità nel campo turistico, mettendo a sistema le bellezze del territorio e ad esempio l’enogastronomia, la vivibilità del fiume Aterno, i parchi e la ferrovia. Siamo al lavoro perché l’opera si faccia in tempi brevi, le risorse ci sono a sufficienza, mi sono battuto perché fosse stanziata l’intera dotazione finanziaria (22 milioni di euro). Stiamo spendendo energie e competenze per ottemperare ai passaggi tecnici, e l’incontro di oggi è stato fondamentale per stabilire le scadenze. Il coordinamento è necessario perché essendo l’opera così estesa è inevitabile che si intersechi con altre questioni, penso ad esempio all’imminente inizio dei lavori per la realizzazione della superstrada L’Aquila – Amatrice.»

X