IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Calciosociale, battiti d’integrazione

Più informazioni su

Il Comitato Territoriale Arci L’Aquila, ente gestore per conto dei Comuni di L’Aquila, Castel del Monte e Pizzoli di due progetti SPRAR (http://www.sprar.it), ha celebrato sabato 17 dicembre 2016 la Giornata internazionale dei diritti dei migranti organizzando il 1° torneo di Calciosociale “Battiti d’integrazione”. È stata scelta la formula del Calciosociale (www.calciosociale.it) proprio per i valori e gli ideali che stanno alla sua base: inclusione, sostegno, uguaglianza, abbattimento delle barriere fisiche, economiche e sociali.

La Giornata internazionale dei diritti dei migranti è stata istituita dall’Onu nel 2000 per ricordare la Convenzione per la protezione dei diritti di tutti i lavoratori migranti e dei membri delle loro famiglie, istituita il 18 dicembre 1990.
Questa è stata redatta da un gruppo di lavoro creato dalle Nazioni Unite dopo il tragico incidente avvenuto nel 1972 nel tunnel del Monte Bianco, in cui 28 lavoratori provenienti dal Mali morirono nell’incendio di un camion che avrebbe dovuto trasportare macchine da cucire.

Il torneo ha visto la partecipazione di molte associazioni, locali e non: oltre al Comitato Territoriale Arci L’Aquila, hanno infatti aderito il Centro Diurno Psichiatrico della Asl1, la Comunità XXIV Luglio, la Comunità per minori Crescere Insieme, l’Associazione 180 Amici, il Circolo Arci Querencia, Calciosociale Carsoli e Calciosociale Roma.
L’adesione di tutte queste realtà, distanti per tipologie e utenti, ma unite dalla condivisione di metodologie, pratiche e valori, sta ad indicare l’esistenza di una rete reale che, grazie a un lavoro duraturo e continuo negli anni, è in grado di operare in totale sinergia per raggiungere obiettivi difficilmente raggiungibili dalle singole organizzazioni.

Questo è emerso nel momento di confronto e scambio che si è avuto presso il Circolo Querencia, dove i beneficiari dei progetti Sprar di L’Aquila/Castel del Monte e Pizzoli hanno offerto un buffet multietnico a tutti i partecipanti al torneo, giocatori e non.
Durante l’incontro, è stata innanzitutto ricordata Farnaz Mirzapoor, la prima persona a mettere in contatto e a creare un ponte tra Arci L’Aquila e Calciosociale. Dopo aver sottolineato l’importanza della partecipazione attiva ad iniziative come quella di sabato e aver ripercorso i momenti della creazione della rete delle associazioni partecipanti, la parola è passata alle ragazze e ai ragazzi di Radio Impegno – la radio che non dorme mai (www.radioimpegno.it), che ha raccontato l’esperienza della radio e ha sottolineato l’importanza dell’esistenza di una rete associativa di sostegno e dell’autorganizzazione in realtà come Corviale, dove le istituzioni sembrano latitare.

La serata, proseguita con il Dj-set delle Indiesponenti, è stata organizzata per raccogliere fondi per Radio Impegno, in onda tutte le notti sul web e in fm (103.3 a Roma) dalla mezzanotte alle 8:30, radio che trasmette dal Campo dei Miracoli di Corviale dopo il vile attentato subito dalla sede di Calciosociale Roma la notte del 12 novembre 2015.

Più informazioni su

X