IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio
biagio antonacci

Biagio Antonacci in tour live a Pescara

27/12/17

EVENTO GRATUITO
: Palasport Giovanni Paolo II

Biagio Antonacci in tour con il suo nuovo album in Italia, canterà il 27 dicembre a Pescara al Palasport Giovanni Paolo II.

Sono figlie della noia le ‘Dediche e manie’ che Biagio Antonacci canta nel suo nuovo album, presentato in versione dj alla Civica Scuola Paolo Grassi di Milano. Dall’uscita di ”L’amore comporta’ sono passati tre anni in cui “mi sono annoiato molto – racconta il cantautore – ed è un dono, c’è gente che ha paura della noia, ma è fenomenale e te la devi permettere, io me la godo come se fosse un regalo”. Proprio dalla noia sono nate “idee per un romanzo, un film, un cortometraggio”.

E poi, ovviamente, le 13 canzoni del nuovo album con le loro manie, “la tenerezza, la forza, il coraggio, la trasgressione, la parte logica e illogica dell’amore”, e le dediche “che le trasportano nella mia vita reale”.

Tra queste ultime, spiccano ‘Annina piena di grazia’, pensata per un’amica mancata di recente, e la più politica ‘L’appello dei popoli’, ispirata alle migrazioni. “Noi saremo invasi da un popolo, non stupiamoci, ma – invita Antonacci – prepariamoci ad accoglierlo e a mischiarci, perché tra 1000 anni noi italiani saremo completamente diversi”. Anche per accogliere l’altro, bisogna imparare a “toccare la parte migliore di noi”, concetto molto caro a Biagio, che lo canta nel brano ‘Il migliore’ “in cui – spiega – descrivo un giorno ideale in cui un uomo si sente diverso, a fuoco, nella posizione giusta perché si sente libero. E’ l’augurio che faccio a tutti: ‘per un giorno cercate di essere migliori, non per gli altri ma per voi stessi'”. La prima canzone dell’album sarà la prima anche nel tour che parte il 15 dicembre da Firenze, perché “nasce chitarra e voce, come l’ho scritta, poi passa per un arrangiamento funky soul e finisce dance: potrebbe essere lo stile, il manifesto del disco”.
Nell’album, Antonacci si è avvalso di due collaborazioni molto particolari, quelle di Mario Incudine, che impreziosisce con il suo ‘cunto’ in siciliano il brano ‘Mio fratello’, e quella del giovanissimo Laioung, l’astro nascente della scena trap italiana, “che ho conosciuto grazie ai miei figli”, e che ha scritto e interpretato i versi in francese di ‘Sei nell’aria’.

A 54 anni compiuti il 9 novembre – “sento questo disco come un regalo che mi sono fatto nel giorno del mio compleanno” – per Biagio non c’è solo la storia della musica da omaggiare. In un video su Instagram rende onore ai partigiani caduti a Sabbiuno e invita chi lo ascolta a raccontare ai propri figli cosa hanno fatto “questi ragazzi per la nostra libertà che qualche coglione – dice – sta pian piano distruggendo”. “Mi riferisco – spiega – alla mancanza di rispetto che vedo oggi da parte della generazione politica, che si perde in cose molto futili. Il politico inneggia sempre al futuro, il proprio, si vende sempre in campagna elettorale, non lavora per la gente, ma per se stesso. Un tempo i politici non erano così, lavoravano per noi, e questi ragazzi che sono morti a 19, 20 anni, che stavano sulle colline per difenderci, non sono mai stati riconosciuti come dovrebbero. Dico sempre ai nostri figli ‘guardate, voi che a 20 anni vi scambiate messaggi sui social, guardate cosa facevano quei ragazzi alla vostra età, e lo facevano per noi’. Dobbiamo riconoscerlo tutti i giorni, dovrebbero farlo i nostri politici ma – si rammarica – lo vedo molto poco”.

Biagio Antonacci debutterà il 15 Dicembre dal Nelson Mandela Forum di Firenze, con un nuovissimo tour live che lo accompagnerà in giro per tutta Italia ed in particolare a Pescara il 27 dicembre al Palasport Giovanni Paolo II.

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!

X