Cronaca

Blocca il traffico e minaccia i poliziotti intervenuti, denunciato

CELANO - Blocca il traffico e dà in escandescenze contro cittadini e poliziotti. Denunciato 44enne romano.

CELANO – Blocca il traffico e dà in escandescenze contro cittadini e poliziotti. Denunciato 44enne romano.

Era stato annunciato il potenziamento del servizio di Polizia locale per feste in sicurezza a Celano e, già nella prima serata, si è reso necessario l’intervento straordinario del personale della municipale.
Nella prima delle tre serate dei festeggiamenti per i Santi Martiri, un uomo alla guida di un Suv di grossa cilindrata ha imboccato una strada in divieto, si è fermato di traverso, bloccando il traffico, e rischiando di scatenare una rissa con gli avventori di un bar che avevano osato invitarlo ad un comportamento più responsabile. L’uomo, poi, ha minacciato violentemente e offeso gli agenti della Polizia Locale Marsica, intervenuti per sedare gli animi e ripristinare l’ordine.

Si sono così concluse con una denuncia per violenza, minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale, oltre ad una serie di verbali di violazione al codice della strada, le intemperanze di L.V. romano di 44 anni, che ieri sera verso la mezzanotte, anche sotto gli occhi spaventati della sua famiglia presente in auto, ha ben pensato di ignorare le regole di civile convivenza e di rispetto per le istituzioni, per portare a compimento i suoi personali intenti a danno degli altri automobilisti, dei numerosi cittadini presenti e delle forze dell’ordine.
Gli agenti della Polizia Locale Marsica, attirati dalle urla e allarmati dal traffico pressoché bloccato nei pressi dell’auditorium di Celano, punto cruciale della città, sono intervenuti, trovando un gruppo di persone impegnate in un violento alterco e un auto contromano lasciata di traverso che bloccava tutto.

Dopo aver accertato i fatti, nel tentativo di rasserenare gli animi e ripristinare l’ordine, gli stessi agenti sono stati investiti dalle furiose minacce dell’uomo, estremamente agitato anche nel movimento del corpo, il quale, per nulla convinto di dover ritornare sui suoi passi, pretendeva di proseguire nel suo agitato comportamento.
Tale e tanta l’aggressività manifestata dapprima verso quei cittadini che l’avevano redarguito e poi contro gli agenti intervenuti, che si è reso opportuno attivare l’ausilio di altre pattuglie di Polizia Locale per respingere la violenza e vincere la resistenza dell’uomo.

Dopo una trentina di minuti di ordinaria follia stradale, l’uomo è tornato pian piano alla calma, non senza aver prima rimediato una denuncia alla Procura della Repubblica di Avezzano.