Estate 2022

Turismo Abruzzo da record: mezzo milione di turisti in regione

Turismo in Abruzzo: un agosto da record al mare e in montagna. Attesi circa mezzo milione di turisti durante il periodo di Ferragosto.

Agriturismi pieni, stessa cosa per b&b e alberghi sul mare: tutto esaurito in Abruzzo per la settimana di Ferragosto. Che sia mare o montagna, o un turismo di passaggio in tanti hanno scelto la regione per trascorrere qualche giorno di meritate ferie.

Per molti si tratta del primo viaggio a due anni dall’inizio dell’emergenza sanitaria: il turismo quest’anno ha come traino la voglia di partire, svagarsi, concedersi il lusso di una cena al ristorante, senza “l’incubo” mascherina. Perchè si sceglie l’Abruzzo? È una regione che presenta delle differenti caratteristiche dei territori, con una marcata varietà di offerta turistica. Dalle località della costa adriatica agli agriturismi delle aree interne, infatti, le potenzialità sono notevoli. Da oggi e fino al 21 agosto prossimo, secondo una indagine realizzata da CNA Turismo Abruzzo, gli arrivi in regione toccheranno la soglia del mezzo milione, considerando oltre alla permanenza nelle strutture ricettive (due terzi pernotteranno negli alberghi, il restante terzo in B&B, agriturismi e campeggi) anche nelle seconde case, riscoperte soprattutto dagli italiani durante l’era Covid.

Sarà quindi un Ferragosto da record. Anzi, da tutto esaurito, da far impallidire anche i risultati dell’estate 2019, l’ultima precedente la pandemia. La regione è stata riscoperta già nel 2020 con dati molto buoni per quanto riguarda tutto il settore del turismo: la presenza di spazi aperti in montagna avevano fatto scegliere il territorio per vacanze a prova di distanziamento. Il dato abruzzese risulta superiore di quasi 4 punti percentuali rispetto alla media nazionale, pari a 37,9. Vale a dire che alberghi e hotel ricoprono un ruolo importante nell’ecosistema turistico regionale. Le aree interne della regione hanno invece una vocazione legata a forme di turismo più delocalizzato. Tour gastronomici, sport in collina o montagna, esperienze culturali o religiose possono mettere al centro i piccoli centri, dando slancio ai territori e alle economie locali.

Sempre secondo l’indagine di CNA Turismo Abruzzo si registreranno un milione e mezzo di presenze, con una media di pernottamenti di tre notti: media che tende a salire anche a quattro per i turisti stranieri. Quanto alle destinazioni, sono le località di mare le mete in cima alle preferenze, subito seguite da quelle di montagna. Con forti presenze nei borghi, nel turismo naturale ed escursionistico, nei parchi e lungo le piste ciclabili (su tutte la Costa dei Trabocchi) con la riscoperta dell’uso della bicicletta per gli amanti di questo sport ma anche delle famiglie con bambini al seguito. E ancora, spazio al “turismo esperienziale”, alle sagre, ai percorsi delle eccellenze territoriali che rappresentano un’offerta unica: in definitiva, un dato che si allinea alla tendenza nazionale rilevata dall’indagine di CNA Turismo e Commercio che prevede 15 milioni di turisti nel nostro Paese nello stesso periodo.

Turismo religioso, brand L’Aquila e carta dei servizi: futuro e obiettivi con il neoassessore Ersilia Lancia

C’è tanto turismo anche dall’estero, a fare d’attrattore soprattutto i piccoli borghi montani dove è facile incontrare in questi giorni turisti stranieri in bicicletta o camper. A integrare queste scelte le attività esperienziali e la ricerca – non solo da parte straniera – delle proprie radici familiari, il cosiddetto turismo ancestrale. La zona costiera ha una predisposizione a forme di turismo più legate al mare, con strutture alberghiere, villaggi e in generale una struttura corposa di servizi per il turista. Per capire quanto gli alberghi siano utilizzati in regione, è sufficiente analizzare l’indice di utilizzazione netta dei posti letto. Si tratta di un indicatore che mette in relazione le presenze, il numero dei posti letto e i giorni d’apertura delle strutture. 41,6 indice di utilizzazione netta dei posti letto alberghieri (Istat, 2021).

Sold out in Abruzzo anche i charter e le barche a noleggio: a vela o a motore è un tipo di vacanza che sta prendendo sempre più piede. Da Giulianova, da Pescara in tanti hanno scelto questo tipo di vacanza per spostarsi verso la Croazia, al di là dell’Adriatico alla scoperta delle piccole isole, spesso selvagge e poco frequentate. Andare per mare rappresenta un efficace antidoto non solo per isolarsi dal mondo e dalla terraferma, ma anche per distrarsi dalla negatività di questi anni drammatici e recuperare un pizzico di positività. Per non parlare degli effetti benefici della cosiddetta “talassoterapia” che la vita in barca permette, ossia l’assorbimento di oligoelementi e sali che favoriscono il ripristino dell’equilibrio organico e permettono al nostro sistema immunitario di rafforzarsi e resistere alle aggressioni esterne.

turismo vela
Calascio castel del monte turismo

Turismo Abruzzo: a L’Aquila a fare da traino per agosto la visita di Papa Francesco

“Stiamo andando bene a luglio c’è stato un piccolissimo calo a luglio adesso sembra che ci sia una forte ripresa”, ha detto al Capoluogo Roberto Laglia, direttore dell’Hotel Federico II dell’Aquila. A fare da traino nell’Aquilano, per il mese di agosto saranno la Perdonanza con tutti gli eventi collegati. Quest’anno anche la novità eccezionale della visita del Pontefice il 28 agosto che sta registrando già un tutto esaurito nelle strutture ricettive della città. E, anche a causa della domanda, si stanno impennando i prezzi. Secondo Booking, infatti, per la notte tra sabato 27 agosto e domenica 28, giorno dell’arrivo del Pontefice, è stato prenotato il 76% delle camere disponibili online. “La Perdonanza da sempre fa registrare numeri molto positivi in città – ha aggiunto Roberto Laglia – C’è una forte richiesta per il 27 e infatti siamo al completo da diverse settimane. Bene anche durante tutta a settimana fino a fine mese. L’effetto della visita del Papa è stato importante, ma non basta a colmare i vuoti degli ultimi due anni. Andiamo avanti, lavoriamo. Il trend comunque fortunatamente è positivo, speriamo continui così e speriamo di esserci lasciarti alle spalle gli ultimi due anni che hanno creato questa enorme voragine. C’è ancora un po’ di paura, si sta attenti anche a spendere, i viaggi costano di più, chi può comunque sceglie di andare all’estero”.

Cosa fare il 15 agosto in Abruzzo: l’Aquila, Teramo, Pescara e Chieti

La provincia dell’Aquila propone tanti appuntamenti per chi decide di trascorrere il giorno di Ferragosto in Abruzzo. Tra gli eventi più apprezzati, è importante citare la Sagra della salsiccia a Gallo di Tagliacozzo e la tradizionale festa dei Frati Rossi a Rocca di Mezzo. Per chi ama la natura e scoprire nuovi paesaggi, un’idea perfetta è di passeggiare, a piedi o in bici, attraverso le famose località di Rocca Calascio, Santo Stefano di Sessanio e Scanno. Inoltre, per festeggiare il 15 agosto in modo originale, è possibile visitare il Parco Nazionale d’Abruzzo, un luogo ricco di storia, natura e magia.

Teramo: Ferragosto 2022 in Abruzzo
Teramo offre diverse idee per trascorrere la giornata di Ferragosto. Soluzioni perfette possono essere le visite a località come Silvi Marina, Giulianova, Roseto degli Abruzzi o Tortoreto nelle quali si organizzano feste tutto il giorno. Inoltre, ad Alba Adriatica si tiene la Sagra del mare mentre a Teramo la famosa Sagra del gusto, dove è possibile trovare moltissimi altri prodotti tipici come formaggi e vini.

Chieti: Ferragosto 2022 in Abruzzo
La provincia di Chieti offre moltissime attività per Ferragosto. Tra sagre e feste è possibile trascorrere un perfetto 15 agosto. Tra le attività più importanti offerte da Chieti per Ferragosto vi sono:
Sagra delle ‘Ndrocchie a Cupello: Le ‘ndrocchie” sono un tipo di pasta all’uovo fatta a mano che vengono condite con sugo di carne mista. La festa è accompagnata dalla musica e alla fine, da uno spettacolo pirotecnico.
Palio dei Giochi Antichi a Rosello: Per tre giorni il paese viene animato da tantissimi giochi: le squadre iscritte al Palio si sfidano l’una contro l’altra in più di 100 giochi perfetti per vivere un’esperienza divertente e diversa.
Sagra della pecorara a Furci: Si tratta di un evento che punta a valorizzare un piatto simbolo della località: la carne ovina viene cotta all’interno delle tradizionali pentole di rame, chiamate “callare”, alimentate dal fuoco vivo.
Sagra Dell’Agnello Alla Brace a Roccaspinalveti: La serata è dedicata interamente all’agnello, un prodotto tipico locale allevato dai pastori nel paese.

Pescara: Ferragosto 2022 in Abruzzo
Per chiunque si trovi in provincia di Pescara per Ferragosto, un’idea perfetta è quella di immergersi nella bellezza paesaggistica e naturale del posto. Attraverso escursioni, avventure in canoa e percorsi turistici è possibile scoprire la profonda bellezza del luogo. Nella provincia si possono trovare diverse sagre, tra cui le più importanti sono la Sagra della trota e del gambero di fiume. Pescara offre, inoltre, la possibilità di andare in spiaggia per tutti gli amanti del mare.

leggi anche
ersilia lancia
Estate 2022
Turismo religioso, brand L’Aquila e carta dei servizi: futuro e obiettivi con il neoassessore Ersilia Lancia
Calascio castel del monte turismo
Estate 2022
Turismo, a L’Aquila boom di presenze: piace la vacanza open air
Turisti Aielli Ferragosto 2022
Territorio
Aielli fa il pieno di turisti, migliaia di presenze in 3 giorni
centro storico l'aquila turismo turisti
Turismo
L’Aquila pullula di turisti per la Perdonanza del Papa, ma ora servono gli hotel
FUNIVIA PRATI DI TIVO
Turismo
Il turismo appeso a una fune: Gli impianti fanno la differenza
gimbo tamberi
Promozione turistica
Fai un salto nelle Marche come Gimbo Tamberi, lo spot con il campione olimpico
turisti celano
Turismo, i bilanci
Boom di turisti nell’estate di Celano, ora con Ovindoli si guarda già all’inverno