Sulla route

Route Agesci Abruzzo sul Sirente, 600 scout in cammino verso le scelte di felicità: il programma

Si entra nel vivo della Route Agesci Abruzzo. Fino al 10 agosto 600 scout sul Sirente: workshop, incontri e riflessioni nel parco Sirente Velino

Si entra nel vivo della Route Agesci Abruzzo che vedrà 600 Scout, dal 6 al 10 agosto, in un campo fisso ai prati del Sirente, nel comune di Secinaro.

Un percorso iniziato, in cammino, il 3 agosto: 13 percorsi sui sentieri della Majella e del Sirente. Alcuni arriveranno a piedi nel campo fisso sui piani ai piedi della montagna, nel cuore del Parco Sirente – Velino: altri vi giungeranno tramite treno e poi bus.

Un evento che vede coinvolti oltre 600 tra Rover e Scolte (Scout tra i 16 e i 21 anni) ed i loro capi: un percorso progettato ancor prima della pandemia da Covid-19, in seguito rimodulato e arricchito alla luce delle nuove esigenze di questi ragazzi. Il lancio ufficiale è stato nel settembre scorso, con il Forum Regionale della Branca R/S: da lì, una serie di incontri di formazione e approfondimento di temi dall’ampio respiro nazionale che vedrà la giusta conclusione nei workshop che si terranno in questi giorni.

route agesci abruzzo
Una organizzazione meticolosa, in collaborazione con il Parco Regionale del Sirente Velino , che ha supportato anche dal punto di vista economico questa iniziativa, come ribadito nella conferenza stampa di presentazione dal presidente, Francesco D’Amore, e dal direttore Iginio Chiuchiarelli .
“Abbiamo molti scout sul nostro territorio in questo periodo” ha sottolineato Francesco D’Amore “Certo, non con questi numeri. Gli scout sono un ottimo volano turistico perchè permettono di far conoscere la nostra terra a questi ragazzi che hanno una sensibilità ambientale particolare. Prima di organizzare il tutto, abbiamo chiesto una valutazione di incidenza ambientale proprio per garantire il massimo rispetto dell’ambiente e loro saranno attentissimi proprio da questo punto di vista: hanno adottato molte precauzioni e misure ad hoc. Ad esempio, non accenderanno fuochi per garantire il massimo rispetto dell’habitat dei tanti animali che ci sono nel Parco”.
“Accogliamo con grande entusiasmo i ragazzi dell’Agesci e i loro capi: una presenza importante non solo per il nostro Comune ma soprattutto per l’intero territorio” chiosa ai microfoni del Capoluogo il sindaco di Secinaro Noemi Silveri. “È un evento che nella parte finale riguarda sì, il nostro comune: ma in questi giorni si stanno vedendo sull’intero territorio abruzzese centinaia di giovani in cammino. Una iniziativa itinerante che abbraccia dal Sirente alla Subequana alla valle dell’Aterno, fino ad arrivare sulla costa. E’ un modo, intelligente e rispettoso, per far conoscere il territorio e dare l’opportunità a 600 giovani di tornare a vivere una bella esperienza in comunità dopo le restrizioni dovute al Covid. Una occasione per socializzare ma anche approfondire temi importanti che influiscono sulle “scelte di felicità”, così come si intitola il programma di questa edizione della Route Agesci”
route agesci abruzzo

Route Agesci Abruzzo: il programma

Mercoledì 3 agosto le comunità R/S sono partite da diverse località, percorrendo i sentieri della Majella e del Sirente.
Sabato 6 agosto, le tredici Route convergeranno tutte sui Prati del Sirente, nel Comune di Secinaro (AQ), dove fino al 10 agosto tutti i partecipanti vivranno quattro giorni intensi, ricchi di incontri, testimonianze, laboratori.
La cerimonia di apertura si svolgerà la mattina del 7 agosto, alla presenza di Daniela Ferrara, Capo Guida Agesci e del giornalista Marco Tarquinio, direttore del quotidiano Avvenire. Nel pomeriggio di sabato, capi, Rover e Scolte, saranno coinvolti in workshop a loro dedicati: i laboratori per i ragazzi saranno occasione per incontrare associazioni impegnate a livello nazionale come Libera, il WWF, la Comunità Papa Giovanni XXIII e molti ospiti impegnati concretamente, che insieme andranno ad arricchire le coscienze dei nostri ragazzi.

WORKSHOP:
Accoglienza: Antonella Perricelli e Cristiano Verziere, Comunità Papa Giovanni XXIII;
Operatori di pace: Settore giustizia pace e non violenza, Agesci;
Scelta politica: Daniela Marcone, Vicepresidente Libera, Associazioni nomi e numeri contro le mafie; Marinella Sclocco, ex Assessore della Regione Abruzzo, attualmente consigliere Comunale a Pescara, e Federica Chiavaroli, ex Sottosegretario di Stato presso il Ministero della Giustizia ed ex Senatrice della Repubblica. Francesca Buttari, Presidente del Consiglio Comunale di Francavilla;
Cura del mondo: Massimo Fraticelli, volontario WWF a Teramo e Referente Relazioni Esterne presso Humana People to People Italia; Settore Protezione Civile, Agesci;
Missioni umanitarie: dott. Francesco Ricci, medico specializzato in Malattie infettive;
Disabilità: Aurora Merciaro, psicologa e musicoterapeuta; Settore Foulard Bianchi, Agesci;
Nuove economie: Adriano Sella, missionario e scrittore; Francesco Marini, lavora nella Gestione forestale sostenibile e nel processo
revisione standard GFS;
Futuro: Matteo Toto, informatico ed imprenditore;
Comunicazione e informazione: Prof. Guido Saraceni, docente di Informatica Giuridica dell’Università di Teramo; Luca Prosperi, direttore regionale Ansa Abruzzo; Settore comunicazione, Agesci;
Criminalità e territorio: Capitano Toni Di Giosia, del Comando della compagnia dei Carabinieri di Sulmona;
Giustizia e Costituzione: dott. Giuseppe Bellelli, Capo della Procura di Pescara.

Lunedì 8 agosto il campo si aprirà con l’intervento di altri quattro ospiti di rilievo nazionale che testimonieranno le proprie scelte di vita; tra questi, avremo la possibilità di ascoltare i racconti dell’attività di ResQ con il Presidente Luciano Scalettari, così come guarderemo dritto negli occhi il coraggio di uomini che hanno scelto di sacrificare la loro libertà per un bene più prezioso: la vita degli altri.
Nel pomeriggio di lunedì, vi saranno occasioni di confronto dedicati alle zone. Martedì 9 agosto sarà il momento di condivisione in plenaria del percorso nazionale Agesci “Benèpossibile”, arricchiti della presenza degli Incaricati nazionali Agesci e di Elena Bonetti, Ministro per le pari opportunità e la famiglia, che in passato è stata anche Incaricata nazionale alla branca R/S Agesci.
Ospite fisso sarà il Sindaco del Comune di Secinaro, Noemi Silveri.
L’ultima sera sarà il momento della fiesta.
Mercoledì 10 agosto la cerimonia conclusiva, alla presenza di Roberta Vincini e Francesco Scoppola, Presidenti Comitato nazionale Agesci. Seguirà la celebrazione della Santa Messa e la consegna del mandato.

route agesci scout

Route Agesci Abruzzo: perchè “Scelte di felicità”

“La Route avrà come fulcro la riflessione costante sulla Scelta Politica come normale e giusta evoluzione delle riflessioni, esperienze e incontri vissuti in questo anno associativo” fanno sapere dall’organizzazione Agesci. “Che cultura stanno sviluppando i ragazzi che stanno crescendo in questi anni? Che parole ascoltano? Come stanno assimilando questa “cultura dei confini” che ci viene proposta quotidianamente? Chi, come noi, ha Fede non può non sentirsi interrogato da questa quotidiana educazione alla disumanità. Come vivono i ragazzi all’interno di questa “società della prestazione” nella quale si stanno abbandonando le relazioni esistenziali per dar spazio esclusivamente a quelle funzionali in cui ci si sceglie, appunto, solo in funzione agli obiettivi da raggiungere? Come si stanno adattando alla “trasparenza” che ormai caratterizza le nostre vite? Sono davvero a loro agio in un mondo “nudo” in cui tutto è esposto? Chi, come noi, si occupa di educazione non può non farsi queste domande.
Il tema della Route “Scelte di Felicità” dunque si pone l’ambizioso obiettivo di svelare alternative concrete, di lasciar intravedere strade faticose ma percorribili verso la “sorgente di vera gioia”. Dobbiamo riscoprire, insieme ai nostri R/S, che saranno i buoni cittadini di domani, per chi e per cosa è giusto vivere, con la convinzione che la parte giusta non sia un luogo dove stare, ma un orizzonte da raggiungere. Insieme.”

leggi anche
scout bloccati Villavallelonga
Cronaca
40 scout bloccati da una grandinata, recuperati dai Vigili del Fuoco