Autostrade

Autostrade A24 A25, i sindaci a Roma: “Serve un tavolo istituzionale, noi non ci fermeremo”

I sindaci tornano a farsi sentire sulla questione Autostrade, dopo la revoca della concessione a Strada dei Parchi e la sospensiva. "Basta essere informati dalla stampa, serve tavolo istituzionale. Noi continueremo a portare avanti le nostre istanze"

Autostrade A24 e A25, sulla revoca della Concessione vogliono vederci chiaro anche i sindaci: “Non siamo interessati a chi gestirà le autostrade, ma continueremo a batterci sui fronti pedaggi e sicurezza, ai quali si aggiunge, ora, il futuro dei lavoratori di Strada dei Parchi. Inoltre, chiediamo un tavolo tecnico-politico per ricevere aggiornamenti costanti”.

leggi anche
Autostrada, aumento spropositato scongiurato
Infrastrutture
A24 e A25, il Cdm revoca la concessione a Strada dei Parchi

Sindaci ricevuti in Camera e Senato ieri a Roma, per fare il punto sulla questione Autostrade A24 e A25.
Giornata impegnativa per la delegazione di primi cittadini e rappresentanti di Abruzzo e Lazio, nella capitaleper l’incontro con i gruppi politici finalizzato a capire che scenario si aprirà in seguito alla revoca della concessione a Strada dei Parchi e alla sospensiva accolta dal Tar Lazio, dopo il ricorso della stessa società di Strada dei Parchi.
“Abbiamo ribadito quanto ho già chiesto nell’audizione al Senato: cioè che, al di là di chi gestirà le nostre autostrade, bisognerà lavorare celermente per risolvere le questioni in sospeso. In primis chiediamo la creazione di un tavolo istituzionale, perché dobbiamo poter essere sempre informati sugli accadimenti. Quindi, continuiamo a lottare per la sicurezza delle nostre arterie, urge l’approvazione del Pef rimandata da troppi anni e, ovviamente c’è il problema del caro pedaggi“. A parlare ai microfoni del Capoluogo è il sindaco di Carsoli, Velia Nazzarro, portavoce dei sindaci che portano avanti la lotta contro il caro pedaggi.

sindaci autostrade roma camera

Non intendono spostare l’attenzione sulle battaglie portate avanti negli anni i sindaci di Lazio e Abruzzo, i quali chiedono, soprattutto, aggiornamenti continui sulla situazione delle Autostrade, per evitare di apprendere le notizie tramite la stampa“, sottolinea Nazzarro. “Del resto, siamo noi stessi rappresentanti istituzionali e, in quanto tali, crediamo nelle istituzioni. Solo se da parte dello Stato e dei suoi diretti rappresentanti ci sarà collaborazione e, al contempo, la giusta chiarezza comunicativa riusciremo a tenere aggiornati i cittadini dei nostri territori sul futuro delle strade che percorrono ogni giorno, pagando profumati pedaggi”.

leggi anche
viadotti A24 e A25 strada dei parchi
Attualita'
Revoca concessione, Strada dei Parchi ricorre al TAR Lazio: accolta la sospensiva

La richiesta di una riunione, in realtà, era arrivata prima che si configurasse la revoca della concessione, comunque nell’aria da qualche tempo. “I gruppi politici ci hanno spiegato che la situazione è tuttora in corso di valutazione, anche perché la revoca non è stata preceduta da alcun passaggio in Parlamento. Si sono, comunque, fatti portavoce delle istanze che abbiamo presentato. 
Siamo consapevoli che la decisione del Tar sia, al momento, di carattere provvisorio, in attesa della decisione collegiale che ci sarà il 7 settembre prossimo”. 
Intanto “abbiamo chiesto di essere aggiornati tutti i giorni. Vogliamo capire cosa succederà, dobbiamo capirlo. Dal canto nostro porteremo avanti le nostre istanze, alle quali si aggiunge la questione di primaria importanza del futuro dei lavoratori di Strada dei Parchi”. Insieme al sindaco Velia Nazzarro, presenti per l’Abruzzo Alfonsino Scamolla consigliere comunale di Pescina, Gianni Valentini vice sindaco di Balsorano, Rinaldo Seca sindaco di Castelli e Bellisario Carosi, vice sindaco di Cagnano Amiterno.

Autostrade, le dichiarazioni dei politici dopo gli incontri

“Seguiamo con attenzione il passaggio della gestione delle autostrade abruzzesi A24 e A25 dalla società concessionaria Strada dei Parchi ad Anas. Abbiamo fortemente voluto l’incontro di oggi per ascoltare le vostre preoccupazioni e richieste, per cercare di raggiungere insieme un obiettivo comune. Il passaggio ad Anas deve essere seguito con attenzione, sia per la salvaguardia dell’occupazione e di tutti gli occupati senza lasciare indietro nessuno, che per noi è una priorità, sia per migliorare l’efficienza delle strutture, velocizzare gli interventi di messa in sicurezza e tenere bloccate le tariffe, riducendole fino all’azzeramento, per i pendolari”, ha dichiarato la deputata del Pd Stefania Pezzopane, nel corso della riunione con i sindaci dei comuni di Lazio e Abruzzo maggiormente interessati dall’autostrada A24 e A25, svoltosi presso la Sala Berlinguer del Gruppo Pd alla Camera.
“Auspico – dice Pezzopane – che il ministero apra un tavolo nella fase di discussione del decreto al Senato, faccia un confronto con le parti sociali e con gli enti locali. Quando si passa da una concessione privata ad una pubblica lo Stato deve essere una figura amica. Credo sia importante anche costruire un tavolo di lavoro con il governo per arrivare ad una soluzione che sia giusta ed adeguata. La sentenza del TAR e l’annunciato ricorso del governo al consiglio di Stato ci preoccupa, una fase di incertezza e di contenzioso non aiuta l’economia abruzzese. Se ci sono spazi di dialogo è bene percorrerli. Manteniamo aperto il canale con i sindaci e siamo pronti a rivederci nei prossimi giorni”, conclude la deputata.

“L’obiettivo della Regione Abruzzo è tutelare tutti gli automobilisti sia in termini di sicurezza sia con tariffe congrue, e salvaguardare il lavoro di tutti coloro che ogni giorno si impegnano per garantire la sicurezza, per migliorare la percorribilità delle strade, per far funzionare l’intero sistema autostradale”. Così in una nota il consigliere regionale abruzzese di Fdi Umberto D’Annuntiis, sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale con delega ai trasporti, sull’incontro in merito alla gestione delle autostrade A24 e A25 a Roma con i rappresentanti di Pd e di Fdi, nel quale era presente la delegazione di sindaci delle due regioni. Nel chiedere informazioni sullo stato dell’arte anche alla luce del provvedimento del Tar Lazio che ha sospeso l’efficacia del Decreto Legge di revoca della concessione a Strada dei Parchi Spa, dopo 4 giorni di ingresso dell’Anas tornata quindi
in sella, D’Annuntiis e sindaci hanno ricordato la necessità di costituire un tavolo tecnico politico “che possa fornire un
aggiornamento costante della situazione”.
Il consigliere regionale abruzzese sottolinea che “il decreto legge del Consiglio dei ministri non entra nel merito del problema delle tariffe, che rimane problema insoluto, e si sono chieste informazioni sulle risorse destinate alla messa in sicurezza
dell’infrastruttura, oltre a chiarimenti sulla situazione dei tanti lavoratori interessati dal provvedimento”.
“Al gruppo Fdi – spiega ancora D’Annuntiis – siamo stati ricevuti dagli onorevoli Lollobrigida e Foti. Inoltre si stanno verificando la possibile gratuità per alcune categorie di utenti. Foti ha messo in evidenza una situazione di stallo con un contenzioso che blocca tutto, anche perché Anas assume un ruolo che contrasta con quando prevede la legge” conclude la
nota.

La nota della senatrice Gabriella Di Girolamo: “La settimana che si sta concludendo è stata particolarmente impegnativa e interamente dedicata ad una questione vitale, soprattutto per i territori dell’Abruzzo interno: la revoca a Strada dei Parchi della concessione delle autostrade A24-A25, strategiche per i collegamenti trasversali tra Tirreno e Adriatico.
Ieri ho potuto illustrare alcune mie proposte di provvedimenti alla delegazione di Sindaci di oltre 100 comuni interessati dalle tratte A24-A25 che abbiamo voluto ascoltare in Senato, grazie alla disponibilità dei colleghi senatori che hanno risposto positivamente sia all’invito dei Sindaci che alle mie ulteriori sollecitazioni. Il primo emendamento al decreto di revoca che ho voluto proporre riguarda la costituzione di un tavolo istituzionale permanente che prevede la partecipazione attiva dei Sindaci nella interlocuzione tra Istituzioni e nelle decisioni. Il secondo emendamento mira a garantire livello di inquadramento e anzianità lavorativa alle lavoratrici e ai lavoratori che dovranno essere assorbiti dall’ANAS.
Agli emendamenti più strettamente legati alla revoca della concessione ho voluto aggiungere un’ulteriore richiesta di 180 milioni di euro per permettere al Commissario per la messa in sicurezza idrica del Gran Sasso, Ing. Corrado Gisonni, nominato dal Governo del Presidente Giuseppe Conte su forte spinta del Movimento 5 Stelle, di completare l’eccellente lavoro svolto fino ad oggi. Si tratta di un lavoro atteso da decenni che non può essere bloccato ora. In Commissione Lavori Pubblici del Senato abbiamo già avviato una serie di audizioni per approfondire le questioni sollevate da più parti: Sindaci e amministratori di Lazio e Abruzzo, rappresentati dalla Sindaca di Carsoli Velia Nazzarro; Società Strada dei Parchi, nelle persone dell’amministratore delegato Mollo e del vicepresidente Fabris; Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini; Commissario straordinario per la messa in sicurezza del sistema idrico del Gran Sasso, Ing. Corrado Gisonni; Commissario per la messa in sicurezza delle Autostrade A24-A25 Marco Corsini; Commissario ad acta per l’aggiornamento del Piano economico finanziario Sergio Fiorentini. Nelle prossime settimane continuerò ad essere fortemente impegnata nelle interlocuzioni con il Governo per fare in modo che i decreti che riguardano infrastrutture e revoca della concessioni di A24-A25 possano essere migliorati per garantire continuità lavorativa, pedaggi equi per i cittadini e sicurezza dell’infrastruttura”.

leggi anche
A24 e A25 in sciopero
Autostrade, il punto
Autostrade A24 e A25, salvi i lavoratori: i sindaci saranno ricevuti in Senato
a24 l'aquila ovest l'aquila est
Parola alla politica
Autostrade A24 e A25, revocata la concessione: la reazione dei politici
A25 popoli
Infrastrutture
Autostrade A24 e A25, Strada dei Parchi: “La revoca è un sopruso contro il quale reagiremo”
viadotti A24 e A25 strada dei parchi
Attualita'
Revoca concessione, Strada dei Parchi ricorre al TAR Lazio: accolta la sospensiva
Autostrada, aumento spropositato scongiurato
Infrastrutture
A24 e A25, il Cdm revoca la concessione a Strada dei Parchi
Viabilità normale su A24 e A25
Autostrade - la battaglia
Autostrade A24 A25, anticipata l’udienza per decidere sul ricorso di Strada dei Parchi
a24 tornimparte lavori
La situazione
Autostrade A24 A25, giovedì il Tar Lazio decide sulla sospensiva
autostrada
Autostrade
A24 e A25, un tavolo ministeriale con i sindaci dei Comuni coinvolti
viadotti A24 e A25 strada dei parchi
La controversia
Autostrade A24 A25, il Consiglio di Stato conferma la gestione ad Anas
a24 l'aquila ovest l'aquila est
La battaglia
Autostrade A24 A25, il tar del Lazio rinvia la decisione: nuovo ricorso di Strada dei Parchi