Quantcast
Visit abruzzo

Cammino di Celestino: 6 tappe e 225 km tra storia e spirito

Operative le nuove tappe del Cammino di Celestino: un cammino di montagna tra sport e fede.

Cammino di Celestino: nella chiesa di Santo Spirito nella Badia Morronese a Sulmona (L’Aquila), è stata presentata la piena operatività delle nuove tappe che andranno dall’Aquila a Sulmona e da Serramonacesca (Pescara) a Ortona (Chieti), un percorso di 225 km circa dal cuore dell’Abruzzo al mare Adriatico attraverso la Valle dell’Aterno tra paesi medievali e siti archeologici, la Valle Peligna e la Maiella; e da qui, tra gli eremi e i santuari della Montagna Madre, fino al mare a Ortona.

Un risultato, quello del Cammino di Celestino, frutto della piena sinergia tra Parco Nazionale della Maiella, Consiglio regionale d’Abruzzo e Parco Regionale del Sirente Velino, con un fondamentale supporto dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione dei Comuni del Cratere. All’incontro hanno partecipato il direttore del Parco della Maiella Luciano Di Martino, il sindaco di Sulmona, Gianfranco Di Piero, la direttrice regionale dei Musei Abruzzo Federica Zalabra, il presidente del Parco nazionale della Maiella Lucio Zazzara, il presidente del Parco regionale Sirente Velino Francesco D’Amore, i presidenti della Giunta regionale d’Abruzzo Marco Marsilio e del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri.

cammino di celestino

Il Cammino di Celestino nel Parco nazionale della Majella, in Abruzzo, è uno spettacolare e impegnativo itinerario a piedi di 90 km da Sulmona a Serramonacesca in provincia di Pescara, da percorrere idealmente in 6 tappe. Il Cammino per come è disegnato dal 2018 ricalca in parte lo storico Sentiero dello Spirito (segnavia S) escludendo però le due impegnative tappe della vetta del Monte Morrone (2.061 m.) e della ripida Rava dell’Avellana nella Valle dell’Orfento: oggi si parte dalla Badia Celestiniana di Sulmona, e seguendo le tappe “ufficiali” si fa tappa a Pacentro, Roccacaramanico, Caramanico Terme, Roccamorice e Lettomanoppello prima di giungere all’Abbazia di S. Liberatore a Maiella nel comune di Serramonacesca. Nonostante si tratti di un Cammino e non di un trekking, è comunque un cammino di montagna, per il quale serve attrezzatura adeguata e un minimo di esperienza escursionistica e allenamento. Oltre alle tracce GPX e ai segnavia dedicati, il Cammino di Celestino è anche segnalato sulla Carta Escursionistica Ufficiale del Parco.

Ufficialmente sono 6 le tappe del Cammino di Celestino, con appunto le due varianti possibili dello storico Sentiero dello Spirito.

Sono comunque tutte tappe catalogate come E (Escursionisti) o EE (Escursionisti Esperti, talvolta con tratti attrezzati) e che quindi richiedono abitudine al cammino di montagna, capacità escursionistiche, buona condizione fisica e attrezzatura adeguata. I sentieri sono percorribili esclusivamente a piedi, il finale di tappa è sempre previsto in luoghi abitati dove trovare una sistemazione per il pernottamento (tranne che per le due varianti dove però si possono trovare bivacchi e rifugi non custoditi). Presso l’Ente Parco Majella (Badia Morronese – Via Badia, 28, 67039 Sulmona (AQ)) è possibile ritirare sia la Charta Peregrini da far timbrare a ogni tappa che la Carta Escursionistica Ufficiale del Parco. Prevedendo anche dei tratti attrezzati e passaggi in quota è consigliabile anche informarsi preventivamente presso l’Ente Parco se tutti i tratti di sentiero sono effettivamente aperti e percorribili.

Nasce il Cammino Grande di Celestino, l’Abruzzo si candida regione europea dei camminamenti

leggi anche
il cammino grande di celestino
Natura, percorsi e spiritualita'
Nasce il Cammino Grande di Celestino, l’Abruzzo si candida regione europea dei camminamenti