Quantcast
Nuova Giunta L'Aquila, Biondi: "Assessori di qualità rappresentativi di tutte le liste" - Il Capoluogo
Politica

Nuova Giunta L’Aquila, Biondi: “Assessori di qualità rappresentativi di tutte le liste”

L'AQUILA - Confronto sulla nuova Giunta comunale, Biondi: "Tutte le liste saranno rappresentate, ma se fosse una questione solo di matematica avremmo chiuso in un quarto d'ora".

L’AQUILA – Confronto sulla nuova Giunta comunale, Biondi vuole almeno quattro donne nell’esecutivo: “Tutte le liste saranno rappresentate, ma se fosse una questione solo di matematica avremmo chiuso in un quarto d’ora”.

La composizione della nuova Giunta comunale dell’Aquila non è una “pura questione matematica”, ma il risultato elettorale ha consegnato al sindaco Pierluigi Biondi dati piuttosto semplici da considerare, almeno a livello di numeri. Rispondendo a IlCapoluogo.it durante la conferenza stampa sull’analisi del voto, Biondi è partito dall’assunto per cui “ogni lista ha fatto eleggere almeno due consiglieri e quindi dovrà avere rappresentanza, però bisogna valutare la posizione di FdI e L’Aquila Futura che hanno dei resti da scontare. Se fosse una questione puramente matematica avremmo chiuso in un quarto d’ora. Ad ogni modo sarà una Giunta di qualità, solida, grazie all’equilibrio tra conferme e novità. Nei prossimi 5 anni non potremo perdere un solo secondo per guidare una locomotiva già lanciata”.

Elezioni 2022, record per FdI: “Con Biondi risultati mai raggiunti da quando c’è l’elezione diretta del sindaco”

Con questi presupposti, però, a livello generale i conti sono presto fatti: con 7 consiglieri eletti, a FdI toccherebbero tre assessori “col resto di uno”, due assessori alla Lega, che elegge quattro consiglieri, e un assessore per L’Aquila al Centro, Forza Italia, L’Aquila Futura e Civici e indipendenti per Biondi. Anche L’Aquila Futura, però, ha dei resti da scontare, come ricordato dallo stesso sindaco, mentre tornano in campo i Civici e indipendenti per Biondi, che – dopo il disinteresse di Rinaldo Tordera all’assessorato, precisano che la posizione di Tordera è “personale”, mentre Fabio Frullo e Luigi Faccia sono a disposizione del sindaco per la composizione della Giunta. Lo schema sopra esposto, teoricamente, chiuderebbe il cerchio del nove assessorati disponibili, con la casella “scoperta” della Presidenza del Consiglio, che a questo punto dovrebbe essere appannaggio di FdI o L’Aquila Futura, i partiti con “i resti”. Ma non è una questione ‘puramente matematica’ come ha ricordato lo stesso Pierluigi Biondi, che deve fare i conti con i tanti appetiti e le varie personalità.

Fuori discussione la riconferma di Raffaele Daniele, che con oltre mille voti è il più votato di FdI e quindi ha un posto assicurato in Giunta, con l’aspirazione di poter continuare il lavoro svolto.
Segue Livio Vittorini, che pure potrebbe ambire ad essere dell’esecutivo, insieme ad una donna, che a questo punto potrebbe essere Ersilia Lancia, già capogruppo del partito della Meloni nella passata Consiliatura. Nella Lega la partita è più complessa per la donna che, come fa sapere la prima eletta, Laura Cucchiarella, non vorrebbe entrare nell’esecutivo. I due nomi dell’esecutivo sarebbero, quindi, Fabrizio Taranta e Francesco De Santis, che dovrebbe ricoprire il ruolo di Vice sindaco.

Con sindaco di Fdi e vice sindaco della Lega, il ruolo di presidente del consiglio comunale potrebbe andare a L’Aquila Futura. Come detto il ruolo non sarebbe incompatibile con la vice presidenza del consiglio regionale di Mister Preferenza, Roberto Santangelo, il più votato in assoluto. Il “resto” in capo a L’Aquila Futura potrebbe quindi configurare un assessorato e la presidenza del Consiglio proprio a Santangelo. Oppure, Roberto Santangelo potrebbe sacrificare lo scranno più alto a beneficio di 2 assessorati, che consentirebbero a L’Aquila Futura di dare un ruolo nell’esecutivo alla prima dei non eletti Manuela Tursini ed a Luca Rocci, rimasto fuori dal Consiglio Comunale con 251 preferenze.

Per la carica di vice sindaco, però, c’è in ballo anche un’altra ipotesi, in quanto resterebbe da assegnare “il resto” di FdI, che potrebbe essere colmato con la carica di vicesindaco ‘ all’indipendente’ Raffaele Daniele, seppure non sia prassi che uno stesso partito esprima sindaco e vice sindaco.

Insomma, i giochi sembrano fatti, ma come sottolineava il sindaco Biondi, “non è solo questione di matematica”. Il confronto, gli equilibri e le forze politiche in campo determineranno quanto dello schema esposto troverà corrispondenza.

leggi anche
fdi l'aquila analisi voto
Politica
Elezioni 2022, record per FdI: “Con Biondi risultati mai raggiunti da quando c’è l’elezione diretta del sindaco”
pierluigi biondi
Elezioni 2022
Elezioni L’Aquila, Pierluigi Biondi proclamato sindaco e definiti i Consiglieri
elezioni l'aquila comunali 2021
L'analisi
Terremoto post elezioni, comincia la partita per le politiche
Katia Persichetti speciale elezioni
Post elezioni 2022
Elezioni L’Aquila, Katia Persichetti: “Sarà un onore rappresentare questa comunità”