Quantcast
Eventi

Carapelle Calvisio, il progetto “100 anni dopo sulle tracce di Estella Canziani”

CARAPELLE CALVISIO - Parte il progetto "100 anni dopo sulle tracce di Estella Canziani".

CARAPELLE CALVISIO – Parte il progetto “100 anni dopo sulle tracce di Estella Canziani”.

Parte a Carapelle Calvisio la residenza creativa che prepara il progetto “100 anni dopo sulle tracce di Estella Canziani”, un viaggio d’arte a passo d’asino nelle terre della Baronia Le due artiste Valentina Nibid e Sara Gagliarducci, con il sostegno del Teatro Stabile d’Abruzzo, saranno in residenza negli spazi messi a disposizione dal Comune fino a domenica 26 giugno. “È un teatro che scavalca le montagne, – dicono le due attrici – grazie al sostegno del TSA, che da subito ha accolto il progetto, stiamo vivendo questo momento di preparazione fondamentale per costruire gli incontri spettacolari aperti al pubblico che realizzeremo nelle successive tappe del viaggio. Carapelle Calvisio è il luogo ideale per sostare e concentrarsi alla creazione.”

Il progetto proseguirà poi a Civitaretenga dove la cooperativa Oro Rosso con il Comune di Navelli metterà a disposizione l’Ostello sul Tratturo per la seconda parte della residenza creativa. Il viaggio d’arte nasce dalla collaborazione del TeatroVagante con Gira e Rigira ed è finanziato dall’Università degli Studi dell’Aquila, Incubatore di creatività, come attività culturale rivolta agli studenti e al territorio aquilano.
Il gruppo che partirà in viaggio portando con sé un teatro in miniatura, sarà infatti principalmente formato da studenti e studentesse dell’Università che raggiungeranno con un trekking someggiato i paesi di: Castel del Monte, Calascio, Castelvecchio Calvisio, Santo Stefano di Sessanio.
Per ogni tappa avverrà un incontro spettacolare aperto al pubblico dove gli abitanti del luogo si racconteranno e il gruppo, come una antica compagnia girovaga di teatranti, realizzerà una performance ispirata al diario di Estella Canziani.

Ecco gli appuntamenti degli incontri spettacolari aperti al pubblico:
28 giugno Castel del Monte ore 18:30, Il bambino che guardava il tramonto: incontreremo i bambini e le bambine che abitano il paese. Baratteremo con loro, con Luciana e con gli adulti innamorati del luogo esperienze attuali di vita.
29 Giugno Calascio ore 18:00, Custodi di tesori: il maestro orafo Giampiero Verna ci guida al Museo del gioiello e dell’antica bottega orafa, con noi Gli Amici di Calascio che si prendono cura e animano l’antico convento di Calascio 30 giugno Castelvecchio Calvisio ore 17:00, Pane quotidiano: Romeo Battistella, unico fornaio del paese, ci racconta il pane di ieri e il pane di oggi con noi anche gli amici de La Rosa dei Venti Cooperativa Sociale
1 luglio Santo Stefano di Sessanio ore 17:00, Intrecci: incontro con le Ciaole tra storie, fili e lana.

Il viaggio di formazione per gli studenti si chiuderà il 6 Luglio presso il MAXXI L’Aquila con un laboratorio per realizzare una mappa narrativa dell’esperienza.
Oltre la collaborazione con il Teatro Stabile d’Abruzzo, Il progetto gode del Patrocinio di tutti i Comuni coinvolti e del sostegno della Banca di Credito Cooperativo di Roma.

Chi è Estella Canziani: Viaggiatrice, scrittrice e pittrice inglese dei primi del ‘900, è l’autrice del libro “Through the Apennines and the lands of the Abruzzi. Landscape and peasant life, una descrizione dei paesi e della vita dei pastori e dei contadini d’Abruzzo corredata da 24 splendide illustrazioni, pubblicato in Inghilterra nel 1928. La Canziani compie il viaggio in compagnia del padre e di un mulo e nel volume riporta fedelmente la sua esperienza trascorsa nei paesi di Castelvecchio Calvisio, Santo Stefano di Sessanio, Calascio, Castel Del Monte, Scanno, Cocullo e L’Aquila. Nel suo diario l’acuta viaggiatrice registra ogni cosa: panorami mozzafiato, l’abbigliamento delle donne, racconti e tradizioni, comprese le tante superstizioni che sono all’origine di simboli e amuleti ancora oggi riprodotti come gioielli. Osserva, scrive e dipinge.