Quantcast
L'Aquila 1927, Barberio: "Domenica la miglior L'Aquila, ora testa al Giulianova" - Il Capoluogo
Calcio

L’Aquila 1927, Barberio: “Domenica la miglior L’Aquila, ora testa al Giulianova”

Il presidente rossoblù Barberio in vista della finale contro il Giulianova: "Con la Torrese miglior L'Aquila del campionato. Pescara? Bell'impianto per una partita di cartello come questa. Il Giulianova ha due risultati su tre, sarà una partita equilibrata".

Dopo la vittoria per 2-0 nella semifinale play off contro la Torrese, L’Aquila 1927 si prepara per la finale contro il Giulianova.

Proprio nella giornata di ieri, confermando le nostre indiscrezioni, la LND Abruzzo ha optato per un cambio di campo e di orario: in precedenza, infatti, l’incontro del 22 maggio era stato fissato per le ore 16.30 tra le mura del “Leonardo Petruzzi” di Città Sant’Angelo, ma una riunione con le due parti ha permesso (dopo la proposta di Castel di Sangro) lo spostamento a Pescara, presso lo Stadio “Adriatico Giovanni Cornacchia”, con fischio d’inizio dapprima alle ore 17, successivamente alle ore 16. Domani mattina, ci sarà un tavolo tecnico con società e Questura, poi si potrà procedere con la vendita dei biglietti: per ora, sono stati concessi 1000 tagliandi per parte; ai tifosi aquilani è stata riservata la curva sud, ai giuliesi la curva nord.

Sulla partita con la Torrese, sul cambio di campo e sull’imminente finale è tornato il presidente rossoblù Massimiliano Barberio.

“Domenica abbiamo visto forse la miglior L’Aquila di tutta la stagione. Nonostante l’1-0, la squadra ha continuato a pressare e a cercare il raddoppio, che poi è arrivato. Ho visto una mentalità vincente, quella che per una parte del campionato era mancata. Contro la Torrese, si poteva scegliere di risparmiare energie e di accontentarsi del pareggio, tirandosi indietro e facendo il minimo per portare a casa il passaggio del turno, ma i ragazzi hanno seguito alla perfezione le parole di mister Lo Re, che aveva detto di volere solo la vittoria. Abbiamo fatto ciò che dovevamo, e l’abbiamo fatto alla grande.”

“Il cambio di campo? – ha proseguito il numero uno rossoblù – Sicuramente quello di Pescara è un campo buono, una buona cornice, un bell’impianto per una gara di cartello come questa. Di certo è una delle scelte migliori che si potessero fare. Il Giulianova parte col favore del pronostico, avendo due risultati su tre: questo fatto fa andare la lancetta dal lato loro. Si tratta di una squadra che ha tenuto il ritmo, ha fatto una bella stagione, anche superando le aspettative. Massimo rispetto per loro. Abbiamo pareggiato per 0-0 entrambe le partite del campionato. Sarà sicuramente una partita molto equilibrata. Come sempre, faccio un appello alla città: sarebbe bello rivedere un po’ di carovane di macchine come ai vecchi tempi del Partenio, scelta scaramantica da nominare.”