Quantcast
Cultura

Tutti i Santi giorni, 16 maggio: Sant’Ubaldo

Sant'Ubaldo per la rubrica "Tutti i Santi giorni" del 16 maggio.

Sant’Ubaldo per la rubrica “Tutti i Santi giorni” del 16 maggio.

Il 16 maggio si ricorda Sant’Ubaldo. Sant’Ubaldo Baldassini nacque a Gubbio intorno al 1084, da una nobile famiglia di origine germanica.  Rimasto presto orfano di entrambi genitori, fu allevato dallo zio suo omonimo, che ne curò l’educazione religiosa e intellettuale. Ordinato sacerdote nel 1114, qualche anno più tardi fu eletto priore della canonica di San Mariano, operando una profonda riforma e adottando la regola che Pietro degli Onesti aveva scritto per Santa Maria del Porto a Ravenna, basata su silenzi, digiuni, preghiere e carità. Sant’Ubaldo si disfò di tutti i suoi cospicui averi, lasciandone solo una piccola parte ai parenti e donando il resto ai poveri, secondo un modello di vita pauperistica ripreso quasi un secolo dopo da San Francesco.
Nel 1126 rifiutò la nomina a vescovo di Perugia, ma nel 1129 fu costretto da papa Onorio II ad accettare quella di vescovo di Gubbio, pur rimanendo sempre nel suo stile di vita frugale, nutrendosi spesso di solo pane duro e dormendo in un semplice pagliericcio. Fu proprio per questo comportamento estremo che spesso fu guardato con sospetto da chi in lui non riconosceva la figura canonica di un vescovo; tuttavia, la popolazione prese ad amarlo profondamente per la sua immensa umanità e per il ruolo che ebbe più volte nel difendere la sua città. La tradizione narra che, nell’anno 1155, l’Imperatore Federico di Svevia, dopo aver raso al suolo Spoleto, si fermò a Gubbio esigendo una ingente somma di denaro per evitarne la distruzione. Sant’Ubaldo, ormai vecchio e malato, si presentò all’imperatore che da tempo voleva conoscerlo. Alla sua vista, il Barbarossa chinò il capo e chiese la benedizione; Gubbio fu risparmiata.

sant'ubaldo tutti i santi giorni

Dopo una lunga e malattia, Sant’Ubaldo si spense il 16 maggio del 1160. Trent’anni dopo, sull’onda della sincera venerazione tributata degli eugubini, fu eletto anche a patrono della città e canonizzato già nel 1192 da papa Celestino III. Il corpo, dapprima sepolto in cattedrale, nel 1194 viene trasferito in una chiesa sul monte Ingino. Ogni anno gli eugubini festeggiano Sant’Ubaldo con solenni riti religiosi e con la notissima “corsa dei ceri”; si tratta di tre “macchine” di legno con i loro portatori in costume, che attraversano di corsa le vie del paese, per poi salire sul monte Ingino, presso il luogo che custodisce i resti del patrono.
Il Santo è rappresentato usualmente nel classico abito da vescovo, con la tunica giallo-dorata e con gli attributi del bastone pastorale, del piviale e della mitria. Viene comunemente raffigurato con il modellino della città di Gubbio nella mano sinistra, a ricordo della protezione che sempre fornì alla città.

leggi anche
Sant’Antimo San Fabio e San Basso tutti i santi giorni
Cultura
Tutti i Santi giorni, 11 maggio: Sant’Antimo, San Fabio e San Basso
san filippo e san giacomo
Cultura
Tutti i Santi giorni, 3 maggio: San Filippo e San Giacomo
sant'anacleto tutti i santi giorni
Cultura
Tutti i Santi giorni, 26 aprile: Sant’Anacleto
san giorgio tutti i santi giorni
Cultura
Tutti i Santi giorni, 23 aprile: San Giorgio
santa sara tutti i santi giorni
Cultura
Tutti i Santi giorni, 20 aprile: Santa Sara
san pasquale baylon tutti i santi giorni
Cultura
Tutti i Santi giorni, 17 maggio: San Pasquale Baylon
san bernardino da siena tutti i santi giorni
Cultura
Tutti i Santi giorni, 20 maggio: San Bernardino da Siena, comprotettore dell’Aquila
san vittorio di cesarea
Cultura
Tutti i Santi giorni, 21 maggio: San Vittorio di Cesarea
santa rita da cascia tutti i santi giorni
Cultura
Tutti i Santi giorni, 22 maggio: Santa Rita da Cascia
sant'agostino di canterbury tutti i santi giorni
Cultura
Tutti i Santi giorni, 27 maggio: Sant’Agostino di Canterbury