Quantcast
Cronaca

Tragedia Monte Velino, chiesto risarcimento per il gatto delle nevi precipitato

Tragedia Monte Velino: Monte Magnola Impianti attende il risarcimento del gatto delle nevi precipitato durante le ricerche dei 4 dispersi.

Chiesto il risarcimento
 per il gatto delle nevi
 precipitato sul Monte Velino il 30 gennaio 2021 mentre erano in corso le ricerche dei 4 escursionisti dispersi. Il gatto delle nevi, prelevato dall’elicottero Ericsson S-64 dalla stazione sciistica di Ovindoli per esser portato sul Monte Velino precipitò lungo il tragitto sganciandosi dal velivolo. L’operazione, molto complessa, era stata preparata a lungo.

A distanza di oltre un anno dalla tragedia  sul Monte Velino che costò la vita a Tonino Durante, Gian Mauro Frabotta, Gianmarco Degni e Valeria Mella, il presidente della Monte Magnola Impianti di Ovindoli, Giancarlo Bartolotti, proprietario di battipista andato distrutto, attende ancora che il mezzo gli venga completamente ripagato oppure ricomprato. L’imprenditore, ha spiegato al Centro, attende ancora i soldi dalla Regione Abruzzo che si era impegnata a risarcire la società della differenza. Per il gatto delle nevi, il cui valore si aggira intorno ai 390mila euro, la Monte Magnola impianti finora ha ricevuto 125mila euro dall’assicurazione dell’elicottero, somma insufficiente a ricomprare un nuovo battipista con le medesime caratteristiche.

Velino, l’ultimo saluto: Avezzano abbraccia Valeria, Gianmarco, Gian Mauro e Tonino

Attraverso il suo legale, l’avvocato Fabio Cantelmi, il presidente della Monte Magnola Impianti ha già inviato tre lettere alla Regione (12 febbraio, 11 maggio e 1 dicembre 2021), “per chiedere il ristoro integrale del danno causato dalla distruzione del mezzo battipista che veniva preso in uso dal servizio di Protezione Civile regionale al fine di tentare il recupero di persone disperse sul Monte Velino”.

leggi anche
cinofili moena
Cronaca
Dispersi Monte Velino, tra i soccorritori anche i cinofili di Moena
quattro escursionisti dispersi
Il ricordo
Tragedia del Velino: un anno senza Valeria, Gianmarco, Gian Mauro e Tonino