Quantcast
Montereale al secondo posto per l’assegnazione dei fondi PNRR - Il Capoluogo
Economia

Montereale al secondo posto per l’assegnazione dei fondi PNRR

28 milioni dal Pnrr per il rilancio di Montereale: un pacchetto di investimenti e riforme articolato in sei ambiti.

Salutiamo con piacere la notizia che l’Abruzzo è stata la seconda Regione dopo le Marche a ricevere più fondi, 308 milioni di euro, dal PNRR ( Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ). La provincia dell’Aquila è la prima in assoluto con i suoi 241milioni circa seguita dalla provincia di Macerata e Rieti.

Scendendo a livello di comuni il primo è il nostro capoluogo di Regione con 111 milioni seguito con un ottimo secondo posto dal nostro beneamato Montereale, in Alta Valle dell’Aterno, con ben 28.75 milioni – poi Teramo con 13.05 milioni. Un risultato di tutto rispetto, un bel traguardo per il comune di Montereale e per l’Abruzzo intero che ora può guardare ad un futuro migliore. Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) prevede un pacchetto di investimenti e riforme articolato in sei ambiti; esso promuove un’ambiziosa agenda di interventiche contemplano: Digitalizzazione Innovazione, Competività e PNRR Cultura, Rivoluzione Verde e Transizione Ecologica, Infrastrutture per una Mobilità Sostenibile, Istruzione e Ricerca,I nclusione e Coesione, Salute. La misura dedicata alle aree terremotate ha una struttura particolare. Si tratta infatti dell’unico caso tra gli investimenti di Pnrr e fondo complementare che prevede una suddivisione su 3 livelli. La misura principale infatti, si articola in due sottomisure: “Città e paesi sicuri, sostenibili e connessi” (dal valore complessivo di 1,08 miliardi di euro) e “Rilancio economico e sociale” (700 milioni).

L’importo totale dell’intervento economico Pnrr è di 191.5 miliardi di euro che daranno respiro all’economia del Paese ed in particolar modo del Comune di Montereale. L’Italia ha concordato con l’Europa di investire su digitalizzazione e innovazione, transizione ecologica e inclusione sociale, parità di genere, miglioramento delle competenze, della formazione e dell’occupazione giovanile, Mezzogiorno (dove si concentrerà il 40% delle risorse investite nei territori) e adattamento ai cambiamenti climatici, uso sostenibile e protezione delle risorse idriche e marine, economia circolare, riduzione dell’inquinamento dell’aria, dell’acqua o del suolo. Prima di elargire il finanziamento, Bruxelles vorrà verificare l’efficacia degli interventi. Numeri alla mano: ad esempio, le spese fatte per fronteggiare la dispersione scolastica saranno valutate sulla base del tasso di abbandono scolastico. Il tema occupazionale sarà centrale. Ci si aspetta che il Pnrr porti il tasso di crescita italiano dallo 0,6 all’1,4%. Giunta la bella notizia riportata anche sui vari social, che da ossigeno all’economia dei nostri territori montani,si sono scatenati una valanga di commenti tutti positivi che elogiavano il lavoro svolto, con solerzia ed equità, dal Sindaco e dall’Amministrazione. Noi abbiamo sentino il primo cittadino di Montereale, Massimiliano Giorgi che, molto soddisfatto, ha dichiarato: “Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato al raggiungimento di questo importante traguardo per Montereale… intendo dire la parte politica e gli uffici comunali tutti . Una squadra che funziona al meglio e s’impegna per il bene comune fornisce importanti risultati al territorio. Sono orgoglioso di rappresentare Montereale”. 

leggi anche
montereale
Elezioni 2022
Elezioni Montereale, chi sono i candidati alla carica di sindaco
pierluigi biondi
Risorse, tempi e …polemiche
PNRR, Biondi: “Ci si ricorda dei sindaci solo quando fa comodo”