Quantcast
Le nuove stanze della poesia

Le nuove stanze della poesia, “Le 4 operazioni” di Lina Schwarz

"Le 4 operazioni", un'altra poesia di Lina Schwarz per l'appuntamento con la rubrica a cura di Valter Marcone.

Nella puntata precedente ho iniziato a presentare Lina Schwarz con due poesie proprio sulla scuola. In questa puntata trascrivo alcune composizioni che parlano delle quattro operazioni aritmetiche che sono appunto i primi rudimenti dell’apprendimento della matematica.

Ho ricordato come Lina Schwarz fu anche traduttrice e seguace del filosofo Rudolf Joseph Lorenz Steiner. Al metodo di questo filosofo si ricollegano molte iniziative della Schwarz in considerazione anche il fatto che anche il suo impegno nella scuola sterniana fu rilevante . Ma Lina Schwarz si dedicò anche a molte attività sociali , impegnata tra le file dell’Unione Femminile, in cui realizzò progetti d’aiuto ai minori. Nell’Associazione La Fraterna seguì le bambine nelle letture e nei momenti ricreativi, mentre con l’Associazione Scuola e Famiglia, dette vita ad un ente che sosteneva economicamente le famiglie disagiate di alunne.

Lina schwarz

Nel 1904 pubblicò il suo primo libro di poesie per bimbi che ebbe grande successo. Già nel 1910 tante sue poesie erano diventate canzoncine per bambini musicate da Oddone e pubblicate da Ricordi. Nel 1935 fu Nino Rota a musicare alcune poesie per bambini della Schwarz. Bemporad ne fece numerose edizioni e la collaborazione con la scrittrice si estese al «Giornalino della domenica» famoso periodico di Vamba.
Propongo qui la lettura di quattro brevi poesie che hanno come tema le quattro operazioni aritmetiche.

Addizione
Prima ero sola e tutto era per me:
la mamma, il babbo, i dolci ed i baloccchi;
poi, dopo un poco, capitò Bebè,
e poi sempre, via via, nuovi marmocchi.
Dei miei diritti antichi han fatto scempio,
e ancor mi tocca dare il “buon esempio”.
Divisione
Dunque: attenti, cari miei,
c’è una mela e siamo in sei.
Mordi, Pia; mordi, Carlino;
ora a voi, ma per benino!
Che boccon da pescecane!
E per gli altri che rimane?…
Piero, ancora un morso a te,
resta il torsolo per me.
Moltiplicazione
Quell’equipaggio bello di Bocconi
l’hanno ridotto bene gli sciuponi!
Hanno dal cocchio tolto via il cocchiere,
staccato dal cavallo il cavaliere,
e poi se ne rallegran trionfanti:
“Era un balocco solo, ora son tanti!”.
Sottrazione
Ah, quei dolci coi pinoli
pronti lì pel desinare,
come attiran quei figlioli;
oh, soltanto per guardare!…
Ma i pinoli, che malanno
se ne vanno, se ne vanno;
per ciascuno, a farne fede,
resta un buco che si vede.

Queste quattro operazioni dunque somma, sottrazione, moltiplicazione e divisione ricordano i numeri con un linguaggio completamente diverso : caldo, familiare, prospettico, impegnato a disegnare un mondo diverso da quello che purtroppo i numeri ci propongono troppo spesso in ogni momento della nostra vita e in ogni settore della nostra società. Si tratta sempre di fare dei conti sia in termini reali che in termini metaforici. Perchè sommare, sottrarre, dividere, moltiplicare hanno un senso quando sono strumenti utili per costruire un mondo libero, giusto, rispettoso della natura in sostanza espressione della giustizia e della dignità dell’uomo. Diversamente possono essere anche operazioni di alta finanzia restano estranianti. Da bambini ci hanno spiegato che esistono cinque operazioni, le quattro classiche e la quinta che sembra essere la più bella che si aggiunge a somma, prodotto, differenza e quoziente: la condivisione. E le poesie di Lina Schwarz sulle quattro operazioni sembrano appunto affermare l’esistenza di una quinta , la condivisione. La poetessa condivide un mondo quotidiano nell’astrattezza dei numeri e ne ricava appunto un mondo comune in cui è la nascita di fratellini a determinare il valore della somma come è la divisione a morsi di una mela quel quoziente che spesso non torna nelle altre divisioni. La matematica della Scuola Secondaria di primo grado inizia con il ripasso delle quattro operazioni e delle loro proprietà: addizione, sottrazione, moltiplicazione e divisione., comprese le Tabelline. Le quattro operazioni ci accompagnano nella vita  scolastica ma anche nella vita reale di tutti i giorni come accennavo .

 

leggi anche
Lina Schwarz
Le nuove stanze della poesia
Le nuove stanze della poesia, “Il primo giorno di scuola” di Lina Schwarz
lucciole marino moretti
Le nuove stanze della poesia
Le nuove stanze della poesia, Lucciole di Marino Moretti
mani poesia
Cultura
La giornata mondiale della poesia e l’arrivo della primavera
marino moretti
Le nuove stanze della poesia
Le nuove stanze della poesia, “Compagni di banco” di Marino Moretti
marino moretti
Cultura
Le nuove stanze della poesia, “Le prime tristezze” di Marino Moretti
marino moretti
Cultura
Le nuove stanze della poesia, “Ritorno a scuola” di Marino Moretti
pasqua
Le nuove stanze della poesia
Le nuove stanze della poesia, i versi che parlano della Pasqua
la luna di kiev Gianni rodari
Le nuove stanze della poesia
Le nuove stanze della poesia, La luna di Kiev di Gianni Rodari
poesie pace
Le nuove stanze della poesia
Le nuove stanze della poesia, le poesie della pace
primo levi
Le nuove stanze della poesia
Le nuove stanze della poesia, Shemà di Primo Levi