Quantcast
Salute

Audiosalus, apparecchi acustici: come scegliere il più adatto

Audiosalus, apparecchi acustici: quali sono i diversi modelli in commercio e come scegliere il più adatto.

Audiosalus, apparecchi acustici: quali sono i diversi modelli in commercio e come scegliere il più adatto.

PUBBLIREDAZIONALE – Di apparecchi acustici sul mercato ce ne sono decine e decine e un occhio inesperto, come quello di chiunque si trovi ad avere a che fare per la prima volta con questi dispositivi, non riesce a distinguerne la differenza. Ecco perché abbiamo chiesto ad Audiosalus, centro acustico leader regionale nella vendita di apparecchi acustici, di spiegare quali sono i modelli più diffusi. Non si parlerà di marche o di brand, bensì di tipologie; le più comuni sono:
·         retroauricolari
·         endoauricolari
·         ricaricabili

Apparecchi acustici retroaurcolari

Gli apparecchi acustici retroauricolari sono i più diffusi, quelli che tutti sono abituati a vedere. Hanno una parte esterna, chiamata chiocciola, che si posiziona dietro l’orecchio e che contiene la tecnologia necessaria al funzionamento del dispositivo, e una parte che si inserisce all’interno dell’orecchio, a forma di cupolina. Sono dotati di un microfono-ricevitore che cattura i suoni e li riproduce poi all’interno dell’orecchio, permettendo un ascolto immediato e chiaro. Il design, che non varia molto tra le diverse case produttrici o i diversi modelli, è studiato per essere ergonomico e discreto: sono così leggeri che quasi non ci si rende conto di averli sulle orecchie e sono molto più piccoli di quello che solitamente di pensa. Ciò è possibile grazie all’avanzamento della tecnologia che permette di racchiudere processori sempre più potenti e all’avanguardia in chip sempre più piccoli e miniaturizzati.

Apparecchi acustici endoauricolari

Gli apparecchi acustici endoauricolari si inseriscono invece interamente all’interno del condotto uditivo così da risultare, una volta indossati, praticamente invisibili. A differenza degli altri modelli, di cui si può personalizzare solo il colore della chiocciola, questi sono completamente su misura, sia nel colore che nelle dimensioni che nella forma. Infatti, per fare in modo che non premano sulle pareti del condotto uditivo e per farli aderire in modo scuro ma anche confortevole, i mini-apparecchi vengono modellati in base all’impronta dell’orecchio di ciascun paziente. In alcuni casi, si utilizza una speciale pasta con cui si ricava il calco dell’orecchio, mentre i centri acustici più avanzati, come Audiosalus, sono dotati di una particolare macchina per la presa dell’impronta 3D, che scannerizza l’orecchio con la massima precisione e senza alcun fastidio per i pazienti. Gli apparecchi acustici endoauricolari, sebbene siano i più richiesti per via della loro invisibilità, non sono adatti a tutti i tipi di perdita uditiva, ma solo alle ipoacusie deboli e poco profonde.

Apparecchi acustici ricaricabili

Gli apparecchi acustici ricaricabili sono una novità tecnologica che ha rivoluzionato, per molti portatori, il concetto stesso di apparecchi acustici. Questo perché si possono ricaricare in corrente come uno smartphone, liberandosi definitivamente del fastidio (e del costo) di dover cambiare ogni tre-quattro giorni le pile. Si inseriscono all’interno di un caricabatterie e nel giro di 8 ore sono completamente carichi. Inoltre, lo stesso caricabatterie funge da “powerbank” portatile: si può utilizzare per ricaricare gli apparecchi acustici anche quando si è in viaggio.

Apparecchi acustici Audiosalus, chi sceglie il modello più adatto?

A scegliere il modello di apparecchio acustico più adatto a ciascun paziente sarà l’audioprotesista, professionista con duplice competenza: rilevare la capacità uditiva e conoscere perfettamente i diversi tipi di tecnologie e di apparecchi acustici. L’audioprotesista valuterà il grado di perdita uditiva, le abitudini e gli ambienti (silenziosi o rumorosi) che il paziente frequenta e proporrà il dispositivo che, per tecnologia e fascia di prezzo, più si adatta a lui. Oltre alla tipologia infatti gli apparecchi acustici differiscono tra loro anche per la potenza del processore e per le diverse funzionalità, tra cui possiamo citare la connettività con smartphone e tv, i microfoni direzionali, la modalità musica, il filtro antivento, il noise traker e tante altre ancora. Ecco perché affidarsi ad un audioprotesista esperto è la soluzione miglior per poter scegliere l’apparecchio acustico perfetto.

audiosalus nduccio

PUBBLIREDAZIONALE

leggi anche
audiosalus
Buone notizie
Audiosalus vola in Europa con la classifica del Financial Time
audiosalus
Salute
Audiosalus, controllo dell’udito: come si svolge la visita e quanto dura
audiosalus
Salute
Audiosalus, apparecchi acustici: come chiedere i contributi del Sistema Sanitario Nazionale
audiosalus loreto fantauzzi
L'aquila
Audiosalus e ‘Nduccio, una serata per celebrare i successi dell’azienda aquilana
audiosalus
Riconoscimenti
Audiosalus leader della crescita, l’impresa aquilana prima del settore in Italia
barbie e ken inclusivi
Societa'
Barbie inclusiva con l’apparecchio acustico e Ken ha la vitiligine
audiosalus
Salute
Ipoacusia, testimonial d’eccellenza per la prevenzione e controlli gratuiti da Audiosalus