Quantcast
Politica

Elezioni L’Aquila, svolta a sinistra per ritrovare l’unità

L'AQUILA - Mentre il PD si ricompatta intorno alla candidatura di Stefania Pezzopane alle prossime elezioni, prove tecniche per riunire la sinistra. Rifondazione c'è, Potere al Popolo e Primavera aquilana devono ancora decidere.

L’AQUILA – Mentre il PD si ricompatta intorno alla candidatura di Stefania Pezzopane alle prossime elezioni, prove tecniche per riunire la sinistra. Rifondazione c’è, Potere al Popolo e Primavera aquilana devono ancora decidere.

Quello che non è riuscito a fare il tavolo della coalizione, forse lo farà la candidatura annunciata della deputata Stefania Pezzopane che, dopo il rientro della candidatura “concorrente” di Stefano Palumbo, dovrà rimettere insieme le forze di sinistra ancora “indecise”. Se da un lato, infatti, Rifondazione Comunista non ha “pregiudiziali” nei confronti della candidatura di Stefania Pezzopane, c’è ancora da verificare la posizione di Potere al Popolo e Primavera Aquilana. Intanto il PD si gode il momento di rinnovata unità. “Adesso lavoriamo per la campagna elettorale” spiega a IlCapoluogo.it il presidente Carlo Benedetti. “C’è tanto entusiasmo intorno a Stefania Pezzopane, che rappresenta la candidatura migliore per queste elezioni che devono rappresentare una svolta rispetto ai 5 anni di amministrazione di centrodestra”. Rispetto agli alleati o ex alleati del tavolo di coalizione del M5S, Benedetti sottolinea: “Mi auguro che partecipino alle elezioni, rappresentano una forza importante nel panorama politico, con una forte carica di innovazione”. In attesa della decisione del M5S, però, più in discesa sembra il percorso di un ricompattamento a sinistra, con Rifondazione Comunista pronta a fare la sua parte e in fase “interlocutoria” con Potere al Popolo e Primavera Aquilana, che dovrebbero sciogliere a breve la riserva. Intanto arriva anche la soddisfazione delle Donne Democratiche, che con la portavoce Teresa Nannarone sottolinea: “La storia politica di Stefania Pezzopane è storia di grande esperienza e di grande capacità in ogni settore nel quale ha deciso di misurarsi e per ogni incarico ricoperto: dalle questioni locali ai grandi temi nazionali, ma soprattutto è storia di forte attaccamento alla sua città per la quale ha lavorato in maniera instancabile sempre e soprattutto durante la fase del post terremoto. […] L’Aquila non potrebbe perciò avere sindaco migliore per serietà, competenza, esperienza ed attaccamento alla città”.
Il centrosinistra, nonostante le divisioni emerse lungo il percorso, si dimostra quindi capace di ricompattarsi contro il “nemico comune”, cosa che invece riesce difficile al centrodestra – come dimostra il passato turno amministrativo – che non sempre riesce a ricucire le varie proposte in campo nello schieramento. Emblematico, da questo punto di vista, il caso di Vasto.

Elezioni L’Aquila, Rifondazione: “Nessuna pregiudiziale su Stefania Pezzopane”.

Se Potere al Popolo e Primavera Aquilana devono ancora dare una risposta definitiva, quella di Rifondazione Comunista è già positiva: “Dall’inizio del confronto – conferma a IlCapoluogo.it il segretario Mauro Colaianni – Rifondazione non ha posto pregiudiziali sui candidati. Politicamente siamo distanti anni luce dagli altri partiti della coalizione, ma su L’Aquila abbiamo dovuto fare una riflessione a parte. Qui la cosa più importante è rimandare a casa il centrodestra, per questo non abbiamo posto pregiudiziali e di conseguenza la candidatura di Stefania Pezzopane per noi va bene”. L’obiettivo, naturalmente, è quello di ricompattare tutto il fronte di sinistra: “Ci siamo fatti promotori di un dialogo nei confronti di Potere al Popolo e Primavera Aquilana che naturalmente decideranno autonomamente in base agli indirizzi delle rispettive assemblee, ma se l’obiettivo comune è quello di battere il centrodestra la scelta non dovrebbe essere molto differente”.

Insomma, con il fronte di sinistra che si va ricompattando, rimane “fuori” la proposta di Americo Di Benedetto che, con Il Passo Possibile, ha scelto la corsa in solitaria, dopo il fallimento del percorso unitario sulla “terza via”, con una candidatura esterna che avrebbe dovuto mettere tutti d’accordo. Così non è stato e, salvo imprevedibili colpi di scena, ognuno andrà per la propria strada. Intanto, però, almeno a sinistra le possibilità di convergenza ci sono. E magari, almeno è quanto auspicano dal PD, anche con il M5S. E il tavolo saltato in via Paganica potrebbe ricostituirsi di fatto sul campo della sfida elettorale.

(In copertina immagine ripresa da pagina satirica su Facebook che rifà il verso alla passata campagna elettorale del sindaco Biondi)

leggi anche
americo di benedetto stefania pezzopane
Politica
Elezioni L’Aquila 2022, nel centrosinistra una poltrona per due (per ora)
Stefania Pezzopane
Politica
Elezioni L’Aquila, Stefania Pezzopane candidata sindaco: è ufficiale
tavolo centrodestra l'aquila
Elezioni 2022
Elezioni L’Aquila 2022, maggio si avvicina ed il tempo per le liste stringe
francesco de santis grandangolo
Politica
Elezioni L’Aquila, Francesco De Santis: “Mi ricandido perché abbiamo lavorato bene”
elezioni l'aquila comunali
Politica
Elezioni amministrative 2022, i Comuni al voto