Quantcast
L'allarme

Piscina comunale L’Aquila, tra bollette e covid è crisi senza fine: “Senza aiuti costretto a chiudere”

"Se non arriveranno aiuti chiuderò il prossimo mese". Come un fulmine a ciel sereno l'annuncio di Gianni Benevieri: a rischio il futuro della piscina comunale dell'Aquila.

“Se non arriveranno aiuti chiuderò il prossimo mese”. Come un fulmine a ciel sereno l’annuncio di Gianni Benevieri: a rischio il futuro della piscina comunale dell’Aquila.

Tempo ne è passato dalla riapertura, ma la situazione è cambiata solo in peggio. “Alle chiusure prolungate e all’inevitabile calo degli iscritti, ha fatto seguito un rincaro delle utenze che ci ha praticamente rovinato”. Non usa mezze misure il gestore della Piscina comunale dell’Aquila, che disegna un quadro preoccupante sull’impianto: mai come oggi a rischio chiusura.

Bollette gas, la stangata che ucciderà le piccole imprese

“In piena pandemia abbiamo fatto sacrifici per tirare avanti, perché – come ho avuto modo di spiegare più volte – chi gestisce impianti come le piscine non può prendere e chiuderli all’improvviso. Non si può spegnere e basta l’impianto, perché si rischia di creare gravi danni al sistema. Ciò ha significato per noi zero incassi e uscite costanti. E poi? Ovviamente, le riaperture non hanno comportato un boom di presenze, anzi. Le paure sono rimaste e tutte le misure previste in fatto di sicurezza ci hanno visto costretti a contingentare la gente in vasca”. 

Tutto questo fino a settembre – ottobre, quando sembrava di poter finalmente ripartire. Peccato sia arrivata Omicron a complicare le cose. L’aumento dei contagi ha finito per far aumentare le perdite che già gravavano sulle nostre spalle, con un notevole calo di utenti. Ma non è finita qui, perché ora è arrivato il salasso delle bollette. Così è impossibile andare avanti, non ne siamo più in grado“. 

“Ho ricevuto bollette salatissime riferite all’ultimo bimestre: 35mila euro di gas, 15mila euro di luce, 9mila euro di acqua. A ciò si aggiungano le uscite dovute alle pulizie, il materiale per la vasca, il pagamento del personale…e di gente continua ad essercene poca. Io non so più come fare. Proprio per questo avevo deciso di chiudere l’impianto alla fine di questo mese di gennaio, ma pensando ai ragazzi che lavorano qui ho pensato di tentare il tutto per tutto: andare avanti per un altro mese nella speranza che cambi qualcosa, che arrivi una qualche forma di aiuto. Non so più dove sbattere la testa. Spero che qualcuno si renda conto della nostra estrema difficoltà: difficoltà che non è soltanto mia, ma di tutti. Se non verrà fuori nulla a febbraio sarò costretto a fermarmi. Non posso arrivare a vendere la mia casa”.

Nuoto, è crisi profonda: “I rincari delle utenze rischiano di farci precipitare”

“Dispiace – conclude Benevieri – non avere avuto risposte dalla Regione. Gli impianti di sci hanno avuto ristori per il mancato guadagno, ma noi? Dobbiamo solo pagare le tasse? Abbiamo necessità di qualcosa per poter andare avanti. Solo con l’ennesimo sforzo sto riuscendo a tenere ancora aperta la piscina, sperando che presto i contagi rallentino e che si abbassino le bollette…ma quanto si può andare avanti con le speranze? Il prossimo mese riceverò nuove bollette…di aiuti, invece, non c’è nemmeno l’ombra”. 

leggi anche
green pass
La vicenda
Obbligo Green Pass in piscina, titolare aggredita
piscina comunale l'aquila
Nuoto, si riparte
Riapre la piscina comunale a L’Aquila: finalmente si torna in vasca
piscina comunale l'aquila
L'intervista
Piscina comunale L’Aquila, l’ultima speranza è ripartire a giugno
Un'aquilana tra le promesse del nuoto nazionale
L'appello
Nuoto, è crisi profonda: “I rincari delle utenze rischiano di farci precipitare”
sede comune palazzo fibbioni
Sociale
L’Aquila, affitti e utenze: 330mila euro per le famiglie in difficoltà causa Covid
Tutti uniti contro le 'bollette'
Non solo covid
Bollette gas, la stangata che ucciderà le piccole imprese
piscine
Il grido d'aiuto
Anche le piscine annegano per la crisi: “Se vogliono farci chiudere, non chiuderemo in silenzio”
sulmona acquedotto
La protesta
Caro energia, Sulmona spegne l’acquedotto medievale per protesta
Fontana luminosa
Rincari e proteste
Caro bollette energia, L’Aquila aderisce alla protesta: spenta la fontana luminosa
bollette
Attualita'
Bollette, dopo la luce la botta del gas: 41,8% in più
ceramica
Effetti collaterali
Il gas sale, la ceramica sprofonda: con la guerra il settore è in ginocchio
piscina comunale ondina valla
Progetti
Piscina Ondina Valla, ok al progetto per ammodernamento e messa in sicurezza