Quantcast
L'Aquila, per il nuovo Piano Sociale azioni permanenti contro la povertà economica - Il Capoluogo
Sociale

L’Aquila, per il nuovo Piano Sociale azioni permanenti contro la povertà economica

Politiche sociali L'Aquila, a breve percorsi di condivisione del nuovo Piano Sociale del Comune. Allo studio la previsione di azioni sistematiche di contrasto alla povertà educativa e non solo.

Politiche sociali L’Aquila, a breve percorsi di condivisione del nuovo Piano Sociale del Comune. Allo studio la previsione di azioni sistematiche di contrasto alla povertà educativa, economica e non solo.

“Con ogni probabilità nelle prossime settimane partirà un importante percorso di condivisione territoriale per la stesura del nuovo Piano sociale comunale. Nella giornata di ieri, infatti, ho avuto la possibilità di essere audito nella V commissione regionale, dove si sta discutendo il nuovo piano sociale regionale per il triennio 2021-2023, la cui approvazione è propedeutica alla stesura dei piani comunali”. A comunicarlo è l’assessore alle Politiche sociali del Comune dell’Aquila, Francesco Cristiano Bignotti, che dichiara: “Ho potuto marcare l’attenzione su quanto sia importante, soprattutto in questo periodo legato all’emergenza da coronavirus, prevedere azioni sistematiche di contrasto alla povertà educativa a livello regionale, che siano poste accanto a tutte le altre azioni di sistema sulla famiglia e sulla disabilità. Si tratta di impostare azioni durature nel tempo, in grado di coinvolgere tutte le età della crescita, perché sentiremo gli effetti della crisi pandemica svilupparsi da qui ai prossimi anni in modo ancora maggiore e potremo toccare con mano gli effetti dell’attuale discontinuità rispetto alla consueta didattica pre-Covid 19”.

“Ho potuto, altresì, sollecitare la possibilità di implementare delle azioni permanenti che possano contrastare la povertà economica, non tanto in un’ottica assistenziale, bensì in una vera ottica inclusiva – prosegue Bignotti – sviluppando strumenti continui per l’accesso al lavoro, anche tramite tirocini, per le categorie più fragili come persone con disabilità, persone uscite dal mondo del lavoro in età avanzata con difficoltà di reintegro e persone con disagi economici. A tal proposito si può prendere come spunto il progetto ‘L’Aquila Include’, che ha permesso di far lavorare per sei mesi più di 100 persone. Anche riguardo al tema delle disabilità ho cercato di far comprendere quanto sia importante che la Regione Abruzzo si doti di una normativa chiara ed efficace per l’accreditamento delle strutture a carattere prettamente sociale, come i gruppi appartamento, o servizi improntati sulla scorta del progetto ‘Dopo e durante di noi’, in modo da avere omogeneità della qualità e standard di riferimento”.

“Infine, ho potuto portare all’attenzione dei consiglieri e dell’assessore regionale una tematica importante, in forma di sollecitazione, per quanto riguarda le unità di personale in servizio presso i Comuni nei settori delle politiche sociali e del diritto allo studio” dichiara l’assessore alle Politiche sociali, che spiega: “In un periodo in cui ci si appresta a poter spendere somme importanti derivanti da fondi europei, dal PNRR, da Fondi Ministeriali e nazionali, è importante che si realizzi concretamente un cospicuo aumento di personale, anche in deroga alle normative vigenti di settore, per arrivare fino ad un raddoppio del personale amministrativo e tecnico: questo aumento dovrebbe comprendere, tra le figure tecniche, oltre gli indispensabili assistenti sociali, anche psicologi, coordinatori pedagogici e personale per i nidi comunali”.

“Ben sapendo che le Regioni non possono agire massicciamente e direttamente su questa materia, la mia sollecitazione ha lo scopo di far sì che consiglieri regionali ed assessori si facciano parte attiva nei confronti del governo nazionale per risolvere questa problematica, che se trovasse un punto di caduta positivo porterebbe un grande beneficio sia in termini di occupazione che in termini di migliore erogazione e diversificazione dei servizi. Sono speranzoso sul fatto che questo governo regionale, sensibile sui temi sociali e con capacità al suo interno per trovare soluzioni, non lascerà cadere invano le mie osservazioni” conclude l’assessore Francesco Cristiano Bignotti.

leggi anche
medico dottore
Sanita' e nuovi servizi
L’Aquila, la Asl apre un ambulatorio di neuropsicologia per deficit cognitivi
sede comune palazzo fibbioni
Dal comune dell'aquila
L’Aquila, maggiori servizi per la prima infanzia e progetti di “Vita Indipendente”
rete solidale avezzano
Sociale
Avezzano, famiglie in difficoltà triplicate causa Covid: si rinnova la rete solidale
sede comune palazzo fibbioni
Utili
Povertà educativa, pubblicato l’avviso per i centri socio ricreativi
raccolta farmaci
Sanita'
L’Aquila contro lo spreco dei farmaci: raccolta medicinali non scaduti nelle farmacie comunali
sede comune palazzo fibbioni
Utili - sociale
L’Aquila, arriva il Bonus economico per le prime 128 famiglie
giovani spazi aggregativi
Sociale
“A ciascuno il suo percorso”, a L’Aquila nuove attività contro la povertà educativa