Quantcast
ZES, 63 milioni per l'Abruzzo - Il Capoluogo
Economia

ZES, 63 milioni per l’Abruzzo

ZES Abruzzo, il commissario di Governo Mauro Miccio annuncia lo stanziamento di 63 milioni di euro.

ZES Abruzzo, il commissario di Governo Mauro Miccio annuncia lo stanziamento di 63 milioni di euro.

“Con i circa 63 milioni stanziati con il Pnrr per la Zes cui si aggiungono, altrettanti milioni della Regione Abruzzo stanziati con altri fondi per fare ulteriori infrastrutture, l’obiettivo è che tutti i progetti abbiano la valutazione ambientale Pnrr entro quest’anno”. Lo ha detto Mauro Miccio Commissario di Governo della Zes nel corso del convegno “ZES Abruzzo: una opportunità speciale per le imprese” che si è tenuto alla Camera di Commercio di Chieti-Pescara. “Speriamo di poter già con la prima scadenza, averla per gran parte di questi progetti. C’è una stretta collaborazione tra il ministero e la Regione per fare presto e bene quel che si deve fare”.

Il Commissario Miccio ha parlato anche del Porto di Ortona per il quale, ha detto “si è già all’opera su alcuni lavori di potenziamento previsti, per arrivare al 31 marzo con tutte le carte in regola per procedere con l’appalto e la caratterizzazione. Centrale, dunque, perché una Zes funzioni, è la semplificazione amministrativa che insieme alle infrastrutture, è l’elemento che spinge le imprese ad investire in un territorio. Buoni esempi dall’estero arrivano comw nel caso dell’Asia, Cina su tutti, dove di concentrano oltre 2mila delle 5.883 zone economiche speciali presenti in tutto il mondo o, ancora in Polonia, best practice europea. Semplificazione amministrativa che ai traduce anche in agevolazioni fiscali laddove le problematiche fiscali sono al terzo posto negli interessi delle imprese. Dobbiamo favorire, grazie ai fondi Pnrr, una infrastrutturazione celere nel rispetto della legalità e soprattutto delle norme particolarmente stringenti per le autorizzazioni”.

“Rigrazio il ministro Carfagna per aver ascoltato le nostre sollecitazioni e oggi il consigliere politico della ministra Paolo Russo: ha riconosciuto all’Abruzzo un ruolo da progetto pilota per le Zes, anche perché la figura del Commissario Mauro Miccio è una figura autorevole e competente che ha saputo dare al ministro una serie di indicazioni su come modificare la governance e gli strumenti di Governo della Zona economica speciale, per renderla più efficiente e velocizzarne l’attività. Siamo orgogliosi di questo fatto e cioè che la nostra scelta e la nostra iniziativa politico-amministrativa nei confronti del ministero è stata ben ascoltata e sta diventando un modello anche per le altre otto Zes d’Italia”. Lo ha detto il presidente della Regione Marco Marsilio nel corso del convegno “Zes: un’opportunità speciale per le imprese” tenutosi alla Camera di Commercio di Pescara questa mattina.

“La Zes Abruzzo adesso può partire”. lo ha detto il Commissario straordinario alla Ricostruzione sisma 2016-2017 Giovanni Legnini alla stampa questa mattina a Pescara nel corso del convegno “Zes Abruzzo: una opportunità speciale per le imprese” tenutosi alla Camera di Commercio. Per Legnini “Ora bisogna solo attuare le disposizioni normative ormai emanate da tempo, che il Governo ha rafforzato negli ultimi tempi anche attraverso norme di ulteriore semplificazione e risorse finanziare attinte al Pnrr. La disciplina della Zes contiene norme di semplificazione molto rilevanti che occorre cogliere. Le Zone economiche speciali nascono per raggiungere due macro obiettivi: abbattere burocrazia e riconoscere crediti di imposta automatici o meno alle imprese a fronte di investimenti. A questo si è aggiunta di recente la possibilità di realizzare interventi infrastrutturali. Dunque questi propostiti normativi e di politica di sviluppo vanno attuati. Adesso gli strumenti ci sono mi auguro che ciò avvenga”. Il Commissario Legnini ha poi detto che bisogna “mettere a confronto e stabilire una sinergia tra la Zes e le aree dei due terremoto del nostro Abruzzo, investiti non solo da processo di ricostruzione avanzato, ma anche da un grande programma di sviluppo: quello del fondo nazionale complementare al Pnrr che stiamo in queste settimane mettendo a terra”.

(Foto ANSA)