Dalla citta'

Tribunale L’Aquila, affidati i lavori per ampliamento e manutenzione straordinaria

Tribunale L'Aquila, il Comune affida i lavori per l'ampliamento e la manutenzione straordinaria. Il progetto prevede il completamento delle strutture dell'autorimessa interrata del primo lotto

Tribunale L’Aquila, il Comune affida i lavori per l’ampliamento e la manutenzione straordinaria.

Tra le opere attese ormai da anni, si sblocca l’intervento relativo al Tribunale dell’Aquila. Il progetto, che è stato approvato qualche mese fa, prevede il completamento delle strutture dell’autorimessa interrata, del primo lotto, per un importo di circa 800mila euro. A svolgere i lavori sarà la ditta CO.GE.CO. Srl.

La notizia arriva alla vigilia dell‘inaugurazione dell’anno giudiziario presso la Corte d’Appello dell’Aquila: nel corso dell’appuntamento era prevista la manifestazione di protesta degli Ordini degli Avvocati contro la chiusura dei Tribunali Minori d’Abruzzo. La protesta, tuttavia, è saltata all’ultimo momento per il divieto del Prefetto legato a questioni di sicurezza per Covid19.

Tribunale, finalmente sbloccato il cantiere: era fermo da 15 anni

Tribunale L’Aquila

Sul sito del Comune dell’Aquila, la determina pubblicata lo scorso 18 gennaio, che annuncia l’approvazione dei verbali di gara, con relativa presa d’atto della proposta di aggiudicazione a favore della ditta sopra citata.

tribunale l'aquila

Il Comune dell’Aquila, come riportato nell’atto, determina:

“1) di approvare i verbali di gara n° 1 e n° 2 redatti dalla Commissione nominata con determinazione dirigenziale n. 3551 del 09.09.2021, agli atti dell’ufficio, relativi all’esame della documentazione amministrativa e alla valutazione delle offerte economiche presentate dai partecipanti alla gara, finalizzata all’affidamento dei ‘Lavori di straordinaria manutenzione ed ampliamento del Palazzo di Giustizia di L’Aquila’;
2) di prendere atto e approvare la proposta di aggiudicazione, ai sensi dell’art. 33 – comma 1 del D.Lgs. n. 50/2016, giusto verbale di seduta pubblica del 27.09.2021, in favore della Ditta CO.GE.CO COSTRUZIONI E APPALTI S.r.l. che ha offerto un ribasso pari al 18,225%;
3) di aggiudicare, ai sensi dell’art. 36 comma 2 lettera c) del D.lgs. 50/2016 e ss.mm.ii. così come modificato dal decreto-legge 18.04.2019 n. 32 convertito legge 14.06.2019 n. 55, pubblicato sulla GU n. 140 del 17.06.2019, i ‘Lavori di straordinaria manutenzione ed ampliamento del Palazzo di Giustizia di L’Aquila’ mediante procedura negoziata ai sensi dell’art.1 comma 2 lettera b) L. 120/2020 di conversione del D.L. 76/2020 così come modificato dall’art. 51 comma 1 lettera a) 2) 2.2 della L. 108/2021 di conversione del D. L. 77 del 31.05.2021 in favore della Ditta CO.GE.CO COSTRUZIONI E APPALTI S.r.l., con sospensione dell’efficacia della stessa fino al positivo esito delle verifiche di legge, per un importo pari a euro 648.103,67 al netto del ribasso d’asta del 18,225%, oltre ad euro 35.080,25 per oneri diretti ed euro 12.000,00 per oneri covid, complessivamente per euro 695.183,92″. 

Tribunale L’Aquila, un progetto travagliato

L’iter relativo ai lavori al Tribunale dell’Aquila parte 19 anni fa. Era il 2003 quando con delibera di giunta fu approvato il progetto preliminare generale che prevedeva opere di straordinaria manutenzione e ampliamento, quali proprio la realizzazione di un’autorimessa sotterranea, oltre alla costruzione di un fabbricato di 4 piani fuori terra. Due anni dopo viene approvato il progetto definitivo.

Nel novembre 2005 giunge ad approvazione anche il progetto esecutivo del primo lotto dell’intervento, per un importo di 3.350.839 euro. Quindi, ad aprile 2006 viene affidato l’appalto con un ribasso del 25% circa. Un anno dopo la redazione di una perizia di variante che va ad aumentare la cifra per i lavori. Nel 2009, causa sisma, le lavorazioni si interrompono. Quando riprendono i lavori riguardano soprattutto le nuove necessità e urgenze sopraggiunte, quindi la messa in sicurezza del cantiere.

Sono arrivati, quindi, numerosi solleciti, fino alla citazione in Tribunale del Comune da parte dell’impresa nel 2013. Nel settembre 2018, il Tribunale civile ha rigettato le pretese avanzate dall’impresa nei confronti del Comune, condannando tuttavia l’ente comunale a pagare 115.339 euro.

Nel 2019 il Comune dell’Aquila approva la risoluzione contrattuale con l’impresa affidataria per “l’impossibilità di realizzare l’ampliamento del Tribunale” e disponendo “un’apposita perizia di variante diretta alla realizzazione dei lavori necessari alla completa realizzazione e funzionalità dell’autorimessa, con destinazione del piano copertura dell’autorimessa a parcheggio pubblico a raso, prevedendo la possibilità di individuare con successivi atti le fonti di finanziamento necessarie per la copertura economica”.

A fine dicembre 2020 il progetto esecutivo, dopo la precedente rinuncia da parte di un professionista precedentemente incaricato per una perizia di variante. Ed ora, come attesta la determina di due giorni fa, finalmente l’affidamento dei lavori.

leggi anche
targhe anpi
La cerimonia
Tribunale L’Aquila, inaugurate le targhe in memoria di Pasquale Colagrande e Mario Tradardi
tribunale l'aquila
Ricostruzione
Tribunale, finalmente sbloccato il cantiere: era fermo da 15 anni
sede comune palazzo fibbioni
Dal comune dell'aquila
L’Aquila, maggiori servizi per la prima infanzia e progetti di “Vita Indipendente”