Quantcast
Carta degli aiuti di Stato, una reintegra per i comuni del cratere esclusi - Il Capoluogo
Attualita'

Carta degli aiuti di Stato, una reintegra per i comuni del cratere esclusi

Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale 2022-2027, serve una correzione sostanziale per l'inserimento dei comuni del cratere inizialmente esclusi. Un incontro per valutare i margini di intervento.

Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale 2022-2027, serve una correzione sostanziale per l’inserimento dei comuni del cratere inizialmente esclusi. Un incontro per valutare i margini di intervento.

È stata approvata lo scorso novembre la “Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale 2022-2027”, un provvedimento che prevede l’individuazione di aree territoriali contigue, che riceveranno, nel periodo temporale di validità, benefici mirati a favorire lo sviluppo economico del territorio. Se da un lato la Regione Abruzzo ha sottolineato nell’occasione come “il tasso di copertura della popolazione residente si sia quasi triplicata, passando da poco più di 252,5mila a oltre 720mila abitanti”, dall’altro non si può non rilevare l’incomprensibile esclusione di molti Comuni del Cratere aquilano, che pure nel periodo precedente erano ricompresi nella stessa Carta.

A preoccupare è quella che può essere considerata un’eccezionalità, in rapporto agli altri crateri sismici. Le regioni limitrofe, dal Lazio alle Marche, hanno infatti confermato tutti i comuni del cratere sismico all’interno della Carta. Nel territorio aquilano, invece, se sono stati riconfermati i comuni sulla dorsale est-ovest e nord-sud (da Scoppito a Castel del Monte, da L’Aquila ad alcuni comuni della Marsica), non si capisce perché sono stati esclusi diversi comuni dello stesso cratere e nelle stesse aree contigue, che negli anni precedenti erano comunque inseriti nella carta e ora si ritrovano fuori, come Poggio Picenze, Pizzoli, Barisciano, Ocre, San Demetrio e molti altri.

“La Carta degli aiuti Stato a finalità regionale – ha spiegato la Regione Abruzzo – è individuata, in particolare, in base all’indice di industrializzazione, con attenzione specifica alla presenza della grande e media impresa e tiene conto, inoltre, delle aree del cratere sismico 2009 e 2016-2017, nonché delle aree ZES, sulle quali si concentrano specifici finanziamenti nazionali”. Insomma, per la Regione la presenza di ulteriori finanziamenti nazionali per le aree del cratere farebbe venir meno la necessità di inserirle nella Carta, magari a favore di altri territori che ne sono sprovvisti. Eppure a nessun’altra regione colpita dal terremoto è venuto in mente di escludere i rispettivi comuni del cratere dalla stessa Carta.

La speranza che anche i comuni dei crateri 2009 – 2016 – 2017, inizialmente esclusi, possano far “ritorno” nella Carta degli aiuti di Stato che poi la Presidenza del Consiglio dei Ministri notificherà alla Commissione europea. Sono infatti previsti incontri tra il Commissario straordinario alla Ricostruzione post sisma Centro Italia, Giovanni Legnini, e il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, proprio per verificare i margini di correzione del documento. Se è vero che “il tasso di copertura” è stato triplicato, rispetto alla popolazione residente, a maggior ragione i comuni del cratere devono essere tutti inseriti. Il minor numero di abitanti di un territorio non può essere nuovamente fonte di disagi e discriminazioni. La lotta per la salvaguardia delle aree interne passa anche da qui.

leggi anche
ricostruzione
Aiuti di stato…e polemiche
Carta degli Aiuti, fuori quasi tutti i Comuni dei Crateri
pierpaolo pietrucci
La polemica
Carta degli Aiuti, Pietrucci presenta un’interrogazione: “Sia messa nero su bianco la responsabilità della Giunta”
Pierpaolo pietrucci
La polemica
Carta degli Aiuti, Pietrucci in sciopero della fame contro l’esclusione del Cratere
carta aiuti cratere
Attualita'
Carta degli aiuti, Paolucci: “Giusta la battaglia contro l’esclusione dei comuni del cratere”
recovery fund europa
Attualita'
Carta degli aiuti, i sindaci dell’Area Omogenea 5 chiedo incontro a Marsilio: “Modificare delibera”
valle subequana aree interne
Attualita'
Carta degli aiuti, da Tagliacozzo a Cagnano Amiterno tanti sindaci della provincia contro l’esclusione dei comuni del cratere
consiglio regionale abruzzo
La protesta
Carta degli aiuti, un Consiglio regionale per riammettere i comuni del cratere esclusi
consiglio regionale conferenza bilancio 2021
Attualita'
Carta degli aiuti, Sospiri apre al confronto sull’esclusione dei comuni del cratere
febbo lolli grandangolo
Grandangolo
Carta degli Aiuti, Febbo e Lolli a Grandangolo: modifiche possibili entro giugno 2023