Quantcast
Aumenti

Rincari di oltre il 400% su costi energia, sos imprese: a rischio migliaia di posti di lavoro

Il 2022 sarà l’anno dei rincari. Oltre all’annunciato aumento per elettricità e gas, le famiglie e imprese sono attese da una stangata che riguarda numerosi altri beni e servizi, dall’alimentare alla sanità.

Rincari in vista, brutte notizie soprattutto per famiglie e piccole e medie imprese. L’allarme lanciato da CNA L’Aquila.

Il 2022 sarà l’anno dei rincari. Oltre all’annunciato aumento per elettricità e gas, soltanto attenuata dallo stanziamento del governo in manovra contro il caro energia, le famiglie sono attese da una stangata che riguarda numerosi altri beni e servizi, dall’alimentare fino alla sanità.

L’aumento in bolletta non preoccupa soltanto le famiglie, bensì tutto il mondo produttivo delle piccole e medie imprese che temono gli effetti dell’impennata dei prezzi, mettendo a rischio anche migliaia di posti di lavoro. La nota Cna L’Aquila del presidente Claudio Grgeori.

“L’aumento abnorme del prezzo del gas per la produzione di energia elettrica e per il riscaldamento sta producendo anche un fortissimo rialzo dei costi di produzione delle materie prime, che rischia di arrestare la ripresa economica in atto. Il tutto si traduce in un incremento di oltre il 400% dei costi energetici sostenuti dalle imprese, che hanno potuto beneficiare solo in parte della mitigazione degli oneri di sistema inseriti nella bolletta dopo il provvedimento adottato dal governo”.

“È opportuno che sia a livello nazionale che regionale vengano intraprese ulteriori misure a favore delle imprese di produzione, specialmente per quelle della manifattura. Esiste il rischio concreto di trovarci a breve di fronte alla perdita di pezzi importanti delle filiere produttive del made in Italy, dalla meccanica all’agroalimentare, dall’arredo casa alla moda, ecc.. Molte aziende del vetro, della carta, della ceramica, del cemento, della plastica, della meccanica pesante, dell’alimentazione, della chimica, potrebbero essere costrette a fermare la produzione, perché non in grado di far fronte all’aumento esponenziale dei costi fissi”.

“Nella stessa situazione si trovano le imprese del settore delle costruzioni, che sono alle prese con il rincaro delle materie prime e con l’aumento dei prezzi dei manufatti, proprio a causa dell’incremento dei costi energetici per le imprese che li producono. È indispensabile, pertanto, che il governo adotti ulteriori misure: in questo scenario possono e devono essere assunte alcune decisioni inderogabili anche a livello regionale. Ci riferiamo, in particolare, alla rapida approvazione dei nuovi piani per i rifiuti e per l’energia, in modo da consentire il raggiungimento dell’indipendenza energetica”, conclude.

leggi anche
colazione bar cornetto e cappuccino
Allarme costi
Aumenti anche per la colazione al bar, caffè ‘amaro’ nel 2022
sindaci ministero infrastrutture caro pedaggi
Le prime reazioni
Autostrade A24 e A25, i sindaci verso Roma: “Bene aumenti sospesi, ma serve soluzione definitiva”
natale 2020
Attualita'
Aumenti di Natale, le brutte sorprese sotto l’Albero
ex itas progetto
L'aquila
Ex Itas, serve un altro milione e mezzo: costo lievitato per i rincari dei materiali
aumento bollette
La buona notizia
Caro bollette, ok al decreto anti stangata: 3 miliardi per bloccare i rincari
bolletta bollette rincari
Rincari bollette
Bolletta shock per un ristoratore aquilano: 21mila euro invece di 9mila
le fiaccole fossa
Crisi post covid
Il ristorante Le Fiaccole chiude per due mesi: “Lo Stato ci ha abbandonato”
capolavoro 2
Capolavoro
Offerte di lavoro Abruzzo: Capolavoro del primo febbraio
madama oliva carsoli
Occupazione
Lavoro Abruzzo, Madama Oliva assume
industrie
L'indagine
Imprese L’Aquila, triplica il tasso di assenteismo causa Covid
capolavoro 2
Capolavoro
Offerte di lavoro Abruzzo: Capolavoro dell’8 febbraio
fucino
Agricoltura, il punto
Fucino, aziende agricole messe in ginocchio da siccità, rincari e guerra in Ucraina
caro benzina
Il salasso
Benzina e diesel, prezzi alle stelle: 2 euro anche al self service
l'aquila gru ricostruzione
Post sisma e ricostruzione
Ricostruzione privata L’Aquila, nasce il tavolo operativo permanente: sos rincari materie prime
ceramica
Effetti collaterali
Il gas sale, la ceramica sprofonda: con la guerra il settore è in ginocchio
ricostruzione 2009
L'allarme
Disdette nei contratti della ricostruzione causa rincari, Ance L’Aquila: “A rischio anche opere PNRR”
economia imprese abruzzo guerra ucraina
Rincari e conseguenze
Caro energia, per le imprese +8% sui costi di produzione: l’allarme
pizza
Il dato
Sempre meno pizzerie al centro sud, l’Abruzzo tra le regioni che perde più attività