Quantcast

Tutti i Santi giorni, 15 gennaio: San Mauro

San Mauro per la rubrica "Tutti i Santi giorni" del 15 gennaio.

San Mauro per la rubrica “Tutti i Santi giorni” del 15 gennaio.

Il 15 gennaio si celebra la memoria di San Mauro.

Figlio di un patrizio romano di nome Eutichio era stato affidato a San Benedetto da Norcia, perché lo educasse e venisse accolto tra i suoi monaci. Della vita di San Mauro non si hanno molte notizie, se non quanto tramandato da papa Gregorio Magno: nei suoi scritti raccontò episodi agiografici straordinari avvenuti durante la vita claustrale, che ne mettono in luce l’obbedienza alla Regola benedettina, e gesta prodigiose, come camminare sulle acque, vedere e scacciare i demoni.

L’episodio più noto, riportato anche dalla Legenda Aurea di Jacopo da Varagine, narra che allorché il confratello Placido cadde in un lago nei pressi del convento, Benedetto stesso, allertato di quanto stesse accadendo da una visione, esortò San Mauro a soccorrere il giovane compagno, che trasse in salvo proprio camminando sulle acque.

san mauro tutti i santi giorni

È probabile che quando San Benedetto da Norcia lasciò Subiaco per trasferirsi a Montecassino, fu Mauro a succedergli come abate. Secondo una tradizione diffusa nel IX secolo e basata su una Vita scritta da Odone di Glanfeuil, San Mauro fondò proprio nella cittadina francese un monastero, portandovi la Regola di San Benedetto: per questo i religiosi della congregazione benedettina francese, sorta nel 1618, presero il nome di Maurini.

San Mauro morì 15 gennaio del 584, ed è venerato come protettore dei calderai, carbonai e giardinieri. Nell’arte viene spesso raffigurato come un giovane allevato da un monaco, mentre indossa una croce monastica o una pala, forse come allusione al Monastero benedettino di Saint-Maur-des-Fossés. Altro attributo iconografico del santo è la stampella, in riferimento al fatto che è patrono degli storpi; viene inoltre invocato contro i reumatismi, l’epilessia e la gotta. Talvolta si trova rappresentato con una bilancia, come quella che San Benedetto gli donò per pesare il cibo e che i monaci del monastero di Saint-Maur-des-Fossés esibirono alla devozione lungo tutto il Medioevo.