Quantcast

David Sassoli, il progetto del gemellaggio Roma Montereale

David Sassoli, sostenitore dell'Abruzzo. Il progetto del gemellaggio Roma Montereale. Il contributo di Nando Giammarini.

David Sassoli, sostenitore dell’Abruzzo. Il progetto del gemellaggio Roma Montereale. Il contributo di Nando Giammarini.

Davide Sassoli, giornalista tenace ed appassionato amico dell’Abruzzo, presidente del Parlamento Europeo convinto europeista e sincero democratico ci ha lasciati, lo scorso 11 gennaio, a causa di una malattia del sistema immunitario a 65 anni. Con Sassoli scompare un intellettuale, onesto e lungimirante giornalista, nonché politico di specchiate virtù la cui lunga azione è stata sempre rivolta agli ultimi. Emblematica, in questo contesto una sua frase, quasi un testamento, pronunciata recentemente: “La speranza siamo noi quando non chiudiamo gli occhi davanti a chi ha bisogno, quando non alziamo muri ai nostri confini, quando combattiamo contro tutte le ingiustizie”. Fiorentino di origini ma romano di adozione era un volto noto e famigliare per tanti italiani come conduttore del Tg1 di cui è stato anche Vice Direttore. Per dovere di cronaca dobbiamo ricordare che la sua carriera giornalistica si concluse nel 2009, anno del distruttivo terremoto dell’Aquila, quando si presentò come candidato capolista dell’allora neonato Partito Democratico nella Circoscrizione Italia Centrale ottenendo oltre 400 mila preferenze. Un risultato strepitoso per cui gli fu affidato il prestigioso incarico di capo della delegazione del PD al parlamento Europeo. Nel 2013 partecipò alle primarie per il Sindaco di Roma ma fu battuto da Ignazio Marino sebbene avesse preso più voti di Paolo Gentiloni. Fu in quella circostanza – durante una pubblica assemblea alla quale partecipò anche Dario Nanni un altro grande abruzzese marsicano, attuale consigliere comunale di Roma – che mi disse che se fosse diventato Sindaco della Capitale del Paese una delle prime cose che avrebbe fatto era il gemellaggio Roma Montereale poiché dei parenti della moglie erano originari del comune dell’Alta Valle dell’ Aterno. Purtroppo le cose andarono in altro modo diventò primo cittadino Ignazio Marino e non se ne fece nulla. Dal 2014 al 2019, forte dell’esperienza acquisita in tre legislature ricoprì la carica di Vice presidente del Parlamento europeo occupandosi in primis di trasporti, bilancio e politica mediterranea. Fatidica la data del 3 luglio 2019 in cui fu eletto Presidente dell’Assemblea. Bellissimo e molto originale ed attuale il suo discorso d’insediamento in cui ribadì, a chiare note, l’importanza di agire per contrastare il cambiamento climatico, la necessità di una politica più vicina ai cittadini e ai loro bisogni, soprattutto ai giovani, e l’urgenza di rafforzare la democrazia parlamentare promuovendo i valori europei.

Durante la situazione eccezionale e senza precedenti causata dalla pandemia di Covid-19, Sassoli s’ impegnò affinché il Parlamento europeo rimanesse aperto e continuasse ad essere operativo, introducendo – già nel marzo 2020 – dibattiti e votazioni a distanza, primo parlamento al mondo a farlo. David Sassoli è stato un presidente del Parlamento europeo di inestimabile valore, autorevole e riconosciuto, che in questi anni ha saputo ridare senso all’Europa, all’idea di un’ Europa unita e dei popoli. Prova provata ne sono i tanti messaggi di semplici cittadini amici ed avversari politici che in questi giorni stanno riempiendo i social. Riportiamo, per tutti, quello del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella:” La scomparsa inattesa e prematura di David Sassoli mi addolora profondamente. La sua morte apre un vuoto nelle file di coloro che hanno creduto e costruito un’Europa di pace al servizio dei cittadini e rappresenta un motivo di dolore profondo per il popolo italiano e per il popolo europeo”. Con l’ui l’Abruzzo perde un amico sincero che tanto si era adoperato da giornalista raccontando il dramma terremoto; come parlamentare nell’assegnazione dei fondi europei per l’emergenza e seguendo la procedura per la risoluzione del contenzioso della sospensione delle tasse in seguito al sisma. Oggi a partire dalle ore 10.30 l ‘apertura della camera ardente nella sala della Protomoteca in Campidoglio; domani, venerdì 14 gennaio alle ore 12.00, i funerali di Stato nella chiesa di S. Maria degli Angeli a piazza della Repubblica. Non rimane che formulare le nostre più sentite condoglianze alla moglie Alessandra Vittorini, ai figli Livia e Gulio. R. I. P. David!