Quantcast

David Sassoli, L’Aquila e l’Abruzzo piangono la sua scomparsa

L'Aquila e l'intero Abruzzo piangono la scomparsa di David Sassoli, presidente del Parlamento europeo. Era sposato con l'aquilana Alessandra Vittorini, già soprintendente per L’Aquila e il cratere, e conosceva bene questa terra.

L’Aquila e l’intero Abruzzo piangono la scomparsa di David Sassoli, presidente del Parlamento europeo, morto nella notte.

Solo poche ore prima della sua scomparsa era stato reso noto il suo ricovero nell’ospedale di Aviano per delle complicanze  dovute a una disfunzione del sistema immunitario. Aveva 65 anni.

David Sassoli era profondamente legato alla nostra città e alla regione non solo da un punto di vista professionale ma anche affettivo. Era infatti sposato con Alessandra Vittorini, già Soprintendente per L’Aquila e il cratere: l’architetto, in qualità di soprintendente per L’Aquila, ha coordinato – fra le altre cose – l’intervento di restauro e ricostruzione della Basilica di Collemaggio premiato con l’European Heritage Award 2020.

Fondazione Scuola Beni culturali, Alessandra Vittorini è il nuovo direttore

David Sassoli lascia due figli, Livia e Giulio. Da eurodeputato, Sassoli era venuto molte volte all’Aquila e conosceva bene le problematiche del post sisma, soprattutto quelle legate alla restituzione delle tasse.

“L’Aquila può diventare un modello per l’Europa”, aveva dichiarato in occasione di un evento pubblico del 2013 (“La certezza delle risorse, il diritto al futuro” dibattito svoltosi nel corso della festa del Partito democratico “L’Aquila bene comune”), organizzato per parlare dell’utilizzo dei fondi adeguato agli interventi di ricostruzione a seguito di calamità naturali.

Sassoli: «L’Aquila può diventare un modello per l’Europa»

Morte David Sassoli, il cordoglio del sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi

A nome della Municipalità aquilana e mio personale esprimo profondo cordoglio per la scomparsa del presidente David Sassoli.

Fu tra coloro che raccolsero l’invito delle istituzioni locali a farsi parte diligente per la risoluzione del problema della restituzione tasse per le aziende del cratere.

Alla moglie Alessandra Vittorini, nostra concittadina ed ex soprintendente per i territori colpiti dal sisma del 2009, e ai figli, va il pensiero commosso di tutta la nostra comunità.

Marco Marsilio: “Con la scomparsa di Sassoli l’Abruzzo perde un amico”

“Con la scomparsa di David Sassoli l’Abruzzo perde un amico che aveva trovato nella nostra terra la gioia familiare, l’Italia intera perde un uomo che aveva onorato il paese nelle più alte istituzioni europee. Sentiremo la mancanza del suo tratto gentile e misurato, che ne facevano un amico sincero e un competitore leale. Alla sua famiglia, ai suoi cari, alla sua comunità politica cosi troppo presto privata del suo affetto, vanno le sincere e commosse condoglianze mie personali e della Giunta regionale che rappresento”. Lo comunica il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.

Ma sono moltissimi i messaggi di cordoglio dal mondo della politica, di quanti hanno avuto il piacere e l’onore di confrontarsi con Sassoli

“La notizia della scomparsa prematura del Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli e’ fonte di sconcerto e profondo cordoglio”. A dirlo il Commissario alla ricostruzione post sisma Giovanni Legnini.

“Mancherà molto al nostro Paese e all’Europa, di cui era autorevole rappresentante e convinto sostenitore. David si è sempre distinto come persona gentile, colta e disponibile, con un grande senso delle istituzioni, e per il suo fortissimo impegno durante la pandemia e nella difficile ma fondamentale costruzione europea.

Sono vicino alla famiglia in questo momento di profondo dolore. Ci mancherà anche per il suo costante sostegno per i territori feriti dell’Italia centrale, e per il forte legame, che condivideva con la sua famiglia, con L’Aquila e il territorio abruzzese”.

“Una bruttissima notizia e un grande dispiacere” commenta il consigliere regionale dem Pierpaolo Pietrucci.” Una vita spesa tra il giornalismo e la politica, con la passione per l’Europa e l’impegno a unirla e cambiarla (celebre la sua frase pronunciata in occasione del discorso di insediamento da Presidente del Parlamento Europeo “l’Europa non è un incidente della storia”). Era stimato e apprezzato non solo in Italia ma in tutta Europa. Era un democratico convinto. Era un mio punto di riferimento. Ho conosciuto David a Bruxelles nel 2011 in occasione del Consiglio Comunale dell’Aquila sulla zona franca, poi lo ricordo nel 2014 in occasione della Perdonanza Celestiniana e tutte le volte che è venuto in Abruzzo e a L’Aquila, città a cui era molto legato. Una grande perdita per la politica Italiana, Europea e per il processo di cambiamento della sinistra e del riformismo. Sono vicino alla Sua famiglia in questo momento di profondo dolore. Addio e grazie Presidente”

David Sassoli, il cordoglio del mondo politico