Quantcast

Screening scuole: a L’Aquila 102 i positivi al Covid 19, 2356 in tutto l’Abruzzo

L'AQUILA - 102 positivi rilevati durante la tre giorni per lo screening alla popolazione scolastica.

A L’Aquila 102 positivi rilevati durante lo screening alla popolazione scolastica. In tutto l’Abruzzo sono stati 2356 i contagi scoperti. Marsilio: “Riapertura in sicurezza”.

Sono stati 5722 i tamponi, di cui 102 risultati positivi (54 annullati, 1 dubbio) somministrati nell’ambito dello screening riservato alla popolazione scolastica di età superiore a 6 anni così come stabilito dal vademecum contenente le linee guida emesso da Regione, Protezione civile regionale e Azienda sanitaria locale. L’iniziativa è partita venerdì scorso e si è conclusa nella giornata di domenica con l’effettuazione dei test che si sono svolti nei drive through allestiti all’aeroporto di Preturo e nel parcheggio dell’ex cinema multisala a Monticchio. Una tre giorni organizzata dal Comune dell’Aquila in raccordo con l’Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, la Protezione civile regionale e la struttura commissariale, il personale medico militare del Cme, del IX reggimento Alpini e quello messo a disposizione dalla sezione aquilana della Croce Rossa Italiana – impegnato, rispettivamente, nel punto mobile di Preutro e in quello di Monticchio – con la collaborazione delle istituzioni scolastiche.

“Un risultato importante che conforta gli sforzi organizzativi messi in campo in cui ognuno ha lavorato al massimo delle proprie possibilità per garantire agli studenti la possibilità di accedere ai test antigenici gratuiti prima dell’inizio delle lezioni. – ha commentato  il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi  – Un’azione preventiva nei confronti dell’avanzata del coronavirus, ma l’arma più efficiente per contenere gli effetti negativi della pandemia era e rimane la vaccinazione ed invito la popolazione a continuare ad aderire alla campagna vaccinale in corso. Il mio ringraziamento va innanzitutto ai ragazzi e alle loro famiglie che con grande senso di responsabilità hanno aderito a un progetto significativo volto a tutelare la salute pubblica. Sentimenti di gratitudine che estendo agli operatori sanitari e all’ordine  dei medici, al personale della Croce Rossa, del Cme e del IX Alpini, ai dipendenti del Comune e delle società partecipate, Afm e Sed, agli agenti di Polizia municipale  e a tutti i volontari che si sono messi disposizione anche stavolta per le operazioni a supporto delle attività dello screening”.

Screening scuole in Abruzzo.

Sono complessivamente 93328 i test antigenici eseguiti a ieri sera in Abruzzo, nell’ambito dello screening sulla popolazione scolastica che si è svolto sul territorio regionale lo scorso fine settimana. I positivi rilevati sono stati 2356, pari al 2.5 per cento. L’adesione, invece, è stata pari al 60 per cento, rispetto ad una popolazione target pari a 154311 persone.

Nel dettaglio nella Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila sono stati eseguiti 21479 test e rilevati 419 positivi (1.9 per cento), con un’adesione pari al 70 per cento rispetto alla popolazione target di riferimento pari a 30667; nella Asl Lanciano-Vasto-Chieti su 34510 test, i positivi individuati sono stati 979 (2.8 per cento), con un’adesione pari al 65 per cento rispetto alla popolazione target di 53063; nella Asl di Pescara 18453 test hanno consentito di scoprire 428 positivi (2.3 per cento), con un’adesione pari al 48 per cento rispetto alla popolazione target di 38500; nella Asl di Teramo i test effettuati sono stati 19176, i casi positivi emersi 530 (2.7 per cento), con un’adesione del 59 per cento sulla popolazione target di 32081.

Lo comunica l’Assessorato alla Sanità.

Marsilio: Scuole riaperte in sicurezza grazie allo screening agli studenti dopo l’isolamento di oltre 2.300 positivi.

“Oggi sono state riaperte le scuole dopo aver effettuato lo screening su oltre 93.000 studenti abruzzesi, pari a oltre il 7,5% dell’intera popolazione regionale, consentendo così una ripresa delle lezioni in sicurezza dopo le vacanze natalizie – ha dichiarato il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio – Aver effettuato lo screening si è dimostrata una scelta lungimirante. Essere riusciti a isolare più di duemila ragazzi positivi ma asintomatici, con i dati attuali di diffusione e di contagiosità in particolare della variante Omicron, significa aver impedito che in pochi giorni avrebbero prodotto oltre diecimila contagi. Ringrazio per l’impegno e la collaborazione profusa in questi giorni gli assessori Verì e Quaresimale, l’Ufficio scolastico regionale e i dirigenti scolastici, i sindaci, i dirigenti e il personale delle Asl, i volontari della Protezione civile e delle diverse associazioni che si sono impegnati per la riuscita della campagna di screening. Abbiamo assistito a un grande esempio di collaborazione che ha permesso questo importante risultato”.

Quanto alle notevoli e reiterate pressioni, e al dibattito che si è scatenato sull’opportunità o meno di riaprire le scuole, è necessario ricordare che questa decisione non è nelle facoltà del Presidente della Regione. Il Governo ha già deciso mesi fa, adottando dei Decreti Legge in tal senso, di togliere questo potere alle regioni, riservandole solo in caso di zona rossa, e prescrivendo che le scuole debbano restare aperte il più possibile. Sorprende che a invocare la chiusura e a pressare il Presidente perché adottasse una propria ordinanza siano stati anche esponenti della minoranza regionale e di quei partiti che a livello nazionale sostengono fideisticamente il Governo e che in passato non hanno mancato di crocefiggere il Presidente ogniqualvolta ha provato a esprimere posizioni critiche nei confronti delle scelte del Governo.

È arrivato anche il commento di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, sull’operato della Regione Abruzzo, guidata da Marsilio.

«Riaprire le scuole in sicurezza si può. Lo hanno dimostrato con i fatti i governatori di Fratelli d’Italia Marsilio e Acquaroli, che in Abruzzo e nelle Marche hanno messo in campo una campagna di screening con tamponi gratuiti per garantire la didattica in presenza. È la differenza tra chi lavora per trovare soluzioni concrete e chi trova solo scuse per fare spettacolo senza risolvere i problemi, come il presidente Pd della Campania De Luca». Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Screening scuola, il bilancio dell’assessore Quaresimale

L’assessore regionale con delega all’Istruzione, Pietro Quaresimale, dopo aver visitato alcuni istituti scolastici abruzzesi per verificare personalmente il funzionamento della macchina organizzativa legata all’effettuazione dello screening, valuta positivamente sia il dato sull’adesione della popolazione scolastica, pari al 60 per cento del totale,  sia l’esito dei controlli con i tamponi. L’esame ha, infatti, consentito di individuare oltre 2300 positività su un totale di oltre 93 mila test antigenici.

“Si è trattato di una misura preventiva fondamentale,  estremamente apprezzata anche dai dirigenti scolastici, – ha commentato Quaresimale – ed importante sia come attività di prevenzione e di controllo delle infezioni da Sars-CoV-2 che per consentire un ritorno in classe degli studenti abruzzesi in tutta sicurezza.  A tal proposito, -ha aggiunto l’assessore Quaresimale – intendo ringraziare quanti si sono adoperati perché tutto si svolgesse nella maniera migliore possibile e, in particolare, sono grato al personale sanitario, a quello scolastico ed alle associazioni di volontariato della Protezione Civile per avere messo a disposizione della collettività  il loro tempo e la loro professionalità. Un grande plauso va anche ai sindaci dei 305 Comuni abruzzesi per l’impeccabile gestione organizzativa dello screening. Si è rivelata, quindi, più che giusta la scelta di aver effettuato i tamponi e, per tale ragione, – ha concluso – ringrazio anche il presidente Marsilio e l’assessore Verì”.