Quantcast

La scuola riparte, le nuove regole: cosa succede con uno o più casi positivi

Ripartirà domani, 10 gennaio, la scuola in Abruzzo. Cosa succederà all'emergere di casi positivi? Le nuove regole stabilite dal Governo

Ripartirà domani, lunedì 10 gennaio, la scuola di ogni ordine e grado in Abruzzo. Cosa succederà all’emergere di casi positivi in classe? L’approfondimento sulle nuove regole stabilite dal Governo: alla scuola dell’infanzia scatta la quarantena al primo caso positivo.

La scuola riparte e riparte in presenza. L’Abruzzo si prepara al ritorno tra i banchi, accompagnato da qualche timore, soprattutto da parte dei genitori. Saranno valide, per il mondo scuola, le nuove misure stabilite a livello nazionale dal Governo, che hanno nuovamente modificato i protocolli previsti in caso di positività al Covid19.

quarantena scuola

Vediamo insieme lo scenario che si configuererebbe in caso di contagi tra i banchi di scuola. Cosa prevedono le nuove regole?

Quarantena a scuola, i protocolli aggiornati

Il nuovo Decreto approvato in Consiglio dei Ministri ha cambiato nuovamente i meccanismi per alunni e insegnanti, nei diversi ordinamenti scolastici italiani.

scuola e casi positivi

Scuola dell’infanzia

Per le scuole dell’infanzia e per gli asili nido, la quarantena scatta al primo caso di positività nel gruppo o nella sezione di riferimento. La misura dura 10 giorni. 

Scuole primarie

Nelle scuole primarie (le elementari) ci sono diverse situazioni possibili:

-in presenza di un caso positivo in classe, si applica la sorveglianza con test antigienico rapido o molecolare, che viene svolto al momento dell’emergere della positività e viene ripetuto poi dopo 5 giorni:

-in presenza di due casi positivi in classe scatta la didattica a distanza per 10 giorni.

Scuola secondaria di primo e secondo grado (medie e superiori)

Nelle scuole secondarie di primo e secondo grado, con un caso positivo parte l’autosorveglianza per l’intera classe e l’uso delle mascherine FFP2. All’emergere di 2 casi positivi al Covid19 c’è una distinzione: chi ha fatto 2 dosi di vaccino o è guarito da più di 120 giorni e non ha il booster va in Dad per dieci giorni, mentre gli altri proseguono in classe con autosorveglianza.

Se ci sono 3 positivi in classe tutti in Dad per 10 giorni.