Quantcast
PNRR, no all'Abruzzo a due velocità - Il Capoluogo
Politica

PNRR, no all’Abruzzo a due velocità

PNRR e infrastrutture, “no” all'Abruzzo a due velocità. Gianni Padovani: "Pari dignità per tutti i territori".

PNRR e infrastrutture, “no” all’Abruzzo a due velocità. Gianni Padovani: “Pari dignità per tutti i territori”.

Con l’arrivo dei fondi del PNRR si ripropone la questione della corretta distribuzione delle disponibilità tra costa e Abruzzo interno. “Si tratta di risorse ingenti che sfiorano i 450 milioni di euro, – sottolinea Gianni Padovani, segretario regionale del PSI – alle quali si sommano cospicui fondi comunitari e specifiche provvidenze per la ricostruzione delle aree terremotate. Mai l’Abruzzo ha potuto contare su così cospicue risorse ed è ora necessario cogliere una concreta opportunità di sviluppo oltre che un’occasione per assegnare alla regione un diverso ruolo nello scenario europeo”.

Capitolo a parte quello delle Reti Ten-T, per cui è arrivato l’annuncio dell’inserimento dell’Abruzzo nella dorsale adriatica della Core Network. Una notizia positiva che però riguarda solo una parte di regione: “Ovviamente la direttrice adriatica va valorizzata, ma se si vuole uno sviluppo armonico di tutto il territorio va creato il corridoio tirrenico che farebbe dell’Abruzzo uno snodo logistico verso il ricchissimo Oriente. Se non si fa questa direttrice interna, l’Abruzzo diverrà terra di mero attraversamento, non beneficerà della nuova connettività e le aree interne saranno completamente abbandonate. Sono tutte opere importanti e da fare, ma si conferma che non vi è alcuna strategia (chiacchiere a parte) per la valorizzazione della fondamentale direttrice tirrenica. Infatti, all’Interporto della Marsica,  funzionale alla direttrice interna, non è stato dato un becco di un quattrino a differenza di quello di Manoppello, per non parlare di reali miglioramenti ferroviari dai quali tutto il comprensorio aquilano è escluso, a parte le prese in giro degli “studi di fattibilità” e della sperimentazione dei treni ad idrogeno. La mancanza di un Interporto al servizio delle aree interne pone una seria ipoteca pure sulla funzionalità della ZES (Zona economica speciale), sulla cui effettiva attivazione nella provincia aquilana temiamo amare sorprese”.

leggi anche
reti ten t
Infrastrutture
Reti Ten-T, l’Abruzzo inserito nella Core Network
borgo medioevale beffi
Attualita'
PNRR, finanziamenti per i piccoli borghi
quarto lotto L'Aquila-Amatrice
Progetti, le nuove risorse
PNRR, Superstrada L’Aquila Amatrice: dal Fondo Complementare risorse per il 5° lotto
stefania pezzopane pnrr
Politica
Emendamenti PNRR, Stefania Pezzopane gioca il “poker d’assi”
«Le trappole della strada statale 17»
Risorse e interventi in programma
PNRR Sisma, prime ordinanze per strade statali e stazioni ferroviarie