Calcio

L’Aquila 1927: 0-0 sul campo del Lanciano

0-0 tra L'Aquila e Lanciano: tra addii e nuovi arrivi, i rossoblù non riescono ad imporsi sul campo del Lanciano.

0-0 tra L’Aquila 1927 e Lanciano: momento delicato per i rossoblù di mister Federico Giampaolo, che nella settimana appena trascorsa, la prima in silenzio stampa, come annunciato domenica scorsa, in seguito alla sconfitta casalinga contro il Pontevomano, ha perso molti pezzi della propria rosa.

Già andati via Acosta, Tankuljic, Ravanelli, Simoni e Lucarino, alla lista si è aggiunto Ranieri, non convocato per il match. Titolari, dunque, i nuovi arrivati Loviso e Sparvoli. Dal primo minuto Alfonsi, ritorna anche Scognamiglio. In panchina D’Ercole.

Prima frazione di gioco in cui sono i padroni di casa, con in campo l’ex Ciotola ed in panchina l’ex Bellè, a c0ercare maggiormente il goal, ma senza riuscire a scalfire la porta difesa da Bozzi. Fine primo tempo, risultato parziale 0-0.

Nella ripresa, i rossoblù provano a farsi vedere: 15′, punizione di Loviso direttamente sulla testa di Brunetti, che però spedisce a lato. L’Aquila tenta, ma senza davvero impensierire gli avversari. Non si riesce, dunque, a fare ciò che in Coppa era riuscito, sia nell’andata che nel ritorno. Risultato finale, 0-0.

L’AQUILA 1927: Bozzi, Loviso, Bedin, Sparvoli, Scognamiglio, Tempestilli, Alfonsi, Pierreton, Pejic, Di Ruocco, Brunetti. A disp.: Falzano, Ponzi, Di Francesco, Mantini, D’Ercole, Montorselli, Di Norcia, Carbonelli, Florindi. All. Giampaolo.

LANCIANO 1920: Elezaj, Labonia, Scipioni, Rei, Hyseni, Campagnol Bocchio, Bertino, Ciotola, Mingolla, Tommasselli, Crudo. A disp.: Seck, Mazzieri, Bodo, Mariano, Priorelli, Cardone, Fonseca de Araujo. All. Bellè.

ARBITRO: Liberato Maione (Ercolano).

ASSISTENTI: Matteo Di Berardino (Teramo), Matteo D’Orazio (Teramo).