Quantcast

Follemente Festival, quattro moschettieri per la tre giorni con le menti geniali d’Abruzzo

Torna in grande stile l’appuntamento con il “Follemente Festival”: l’Abruzzo e le sue menti genialmente folli, con i loro contributi nei vari campi dell’arte. Il programma

TERAMO – Follemente festival, quattro moschettieri per il contenitore culturale abruzzese diretto dal giornalista Gianluca Veneziani.

Torna in grande stile l’appuntamento con il “Follemente Festival” organizzato dalla Cooperativa sociale 3M. Dopo il blocco forzato imposto dalla pandemia nello scorso anno, l’atteso evento, in cui si parlerà di cultura, di arte e di scienza, si svolgerà a Teramo dal 2 al 4 dicembre nella Sala Ipogea in piazza Garibaldi.

Unico comune denominatore: l’Abruzzo e le sue menti genialmente folli con i loro grandiosi contributi di creatività nei vari campi dell’arte. Il direttore artistico è il giornalista Gianluca Veneziani, stimata firma del quotidiano “Libero” e nipote del noto Marcello Veneziani, ideatore del festival ed autore del libro “Dante nostro padre. Il pensatore visionario che fondò l’Italia” (Vallecchi editore, 2021), che sarà uno degli attesissimi ospiti di questa sesta edizione e che regalerà al pubblico una lectio magistralis sul Sommo Poeta (in programma venerdì 3 dicembre alle ore 18.30).

follemente festival teramo

I quattro moschettieri del “Follemente Festival” sono: lo storico e saggista Giordano Bruno Guerri, il giornalista e scrittore Marcello Veneziani, lo scrittore Remo Rapino e il musicista e cantante Antonio Sorgentone. Intorno a loro ruota tutta una serie di altri eventi notevoli e illustri personalità. La manifestazione si avvale del contributo organizzativo di Marta Benassi, Silvia Cesarini, Emanuela Di Gaetano e di Danilo Visciotti. L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti con obbligo di Green pass. Partners istituzionali: Regione Abruzzo, Provincia di Teramo, Città di Teramo, Asl Teramo. Stretta collaborazione con il Rotary Teramo Est, John Fante Festival e AlienAzioni Festival. Sponsor tecnici a supporto degli eventi sono il Circolo Tennis Teramo ‘Costante Bernardini’, l’Hotel Sporting, Interno 306.

A dare il via alla tre giorni di cultura (giovedì 2 dicembre dalle 8:30 alle 18:00) presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Teramo sarà il convegno organizzato dalla Asl Teramo, dal tema “Disturbi neuropsichiatrici in età evolutiva: quale ruolo per le funzioni esecutive”. In questa prima giornata l’autore Marco Fleming presenterà il suo libro “A cavalcioni sul muro” (Rupe Mutevoli edizioni, 2021) presso la sala Ipogea alle ore 17.30. Modererà Domenico De Berardis. Alle 19 seguirà la serata dedicata a Gabriele D’Annunzio dal titolo “La triplice follia del Vate Gabriele”, con Giordano Bruno Guerri presidente della Fondazione ‘Il Vittoriale degli Italiani’ che sarà intervistato dal direttore artistico Gianluca Veneziani.

Alle 21 si svolgerà l’incontro con Federico Ferrero autore del libro “Il Palpa” (Rizzoli, 2019) in cui si narra la biografia del tennista abruzzese Roberto Palpacelli. Interverrà Miska Ruggeri.

Venerdì 3 dicembre alle 17.30 si svolgerà una interessante intervista all’editrice Valeria Di Felice e alla restauratrice Valentina Muzi, sulle loro rispettive professioni. Dopo la lectio magistralis di Marcello Veneziani, la serata proseguirà alle 20:30 e sarà dedicata al Forrest Gump Italiano con Remo Rapino, autore del libro “Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio (Minimun Fax) e vincitore del Premio Campiello 2020. Alle 21.30 sarà proiettato il documentario “Gli occhi di Liborio” diretto da Antonio D’Ottavio.

La giornata conclusiva di sabato 4 dicembre sarà caratterizzata da altri importanti incontri abruzzesi. Alle ore 18 si svolgerà l’evento ‘Scherza con i Santi, ma lascia stare Fante’ organizzato in collaborazione con il ‘John Fante Festival’, “Il dio di mio padre” di Torricella Peligna con Giovanna Di Lello, direttrice del suddetto festival e lo scrittore Alessio Romano, il quale, di seguito, proporrà la lettura di alcuni brani tratti dai libri di Fante, accompagnato dal musicista Christian Carano. Alle 19:30: “Gli Abruzzesi sono ‘fuori’ sede”, evento con Gino Bucci animatore del gruppo social ‘L’Abruzzese fuori sede’. Alle ore 21 in programma l’intervista e il concerto di chiusura con il pianista e cantante di origini teramane Antonio Sorgentone, vincitore di Italia’s Got Talent.

Il Festival vanta un ulteriore legame con l’Università degli Studi di Teramo dove, venerdì 10 dicembre presso l’Aula Tesi, si svolgerà il convegno a cura della Asl Teramo dal tema: “Mindful Eating: Alimentazione consapevole”.