Quantcast

L’associazione Veronica Gaia Di Orio apre un centro di ascolto alla Rodari di Sassa

L'associazione Veronica Gaia Di Orio tende ancora una volta la mano verso i giovani: aperto uno sportello di ascolto presso la scuola Rodari di Sassa.

L’Associazione di volontariato Veronica Gaia di Orio realizza un altro servizio per il benessere dei giovani aquilani con l’apertura del centro psicologico dentro la scuola Rodari di Sassa.

Dopo aver creato un Centro di Ascolto Giovani in L’Aquila, presso la sede dell’Associazione in viale Duca degli Abruzzi 15, a cui si sono rivolti già molti adolescenti, l’Associazione, grazie alla sensibilità del dirigente Marcello Masci e delle docenti Paola Tamburrini e Rosa Lorena, ha attivato lo Sportello Psicologico presso l’Istituto onnicomprensivo “Gianni Rodari” di Sassa.

Veronica Gaia Di Orio è scomparsa prematuramente nel 2017, alla sua memoria è stata intitolata la Onlus che si occupa di depressioni giovanili, nel nome e nel suo ricordo intende proporsi come strumento efficace per la promozione del benessere psichico dei giovani.

Apre il centro di ascolto Veronica Di Orio: un aiuto per i giovani in difficoltà

Nella giornata di ieri, di fronte ad un uditorio di giovani delle terze classi attenti e interessati a quanto si comunicava, con la presenza del dirigente prof. Marcello Masci, delle psicologhe Cristina Milani e Piera Prosia, della coordinatrice prof.ssa Valentina Madjidi e delle docenti delle classi terze che avevano partecipato all’incontro, abbiamo presentato il progetto specificando che, essendo ragazze e ragazzi molto giovani, abbiamo bisogno del consenso informato dei genitori. Siamo sicuri che le famiglie accoglieranno questo servizio gratuito e risponderanno al più presto alla richiesta di consenso.

Contemporaneamente all’attività di Sportello Psicologico, l’Associazione Veronica Gaia, d’intesa con la dirigenza dell’Istituto, si è impegnata a svolgere nelle prossime settimane, sempre in modo gratuito, un corso di aggiornamento per le docenti dell’Istituto.

“Siamo sicuri che quanto si sta realizzando presso l’Istituto “Gianni Rodari” di Sassa sia di stimolo per gli Istituti Scolastici di L’Aquila”, si legge nella nota dell’associazione.