Quantcast

Emalloru, L’Aquila (e Il Capoluogo) nel frizzante video racconto dello youtuber

Emalloru, 12 mesi in 12 città diverse, tra cui L'Aquila: Il Capoluogo protagonista nel suo video racconto che sta già spopolando sul web.

Emalloru, 12 mesi in 12 città diverse, tra cui L’Aquila: Il Capoluogo protagonista nel suo video racconto che sta già spopolando sul web.

Qualche giorno dopo rispetto alla tappa aquilana e al suo Stories Festival, Emalloru ha lanciato un video ufficiale, condiviso sul suo canale YouTube. Video che conta già oltre 26mila visualizzazioni.

Presente anche Il Capoluogo, che ha intervistato il noto influencer e ha seguito lo Stories Festival organizzato a L’Aquila.

emalloru video l'aquila il capoluogo
emalloru video l'aquila

Un montaggio veloce, spezzoni della città attraverso i suoi luoghi simbolo, mentre lui la attraversa su uno skateboard elettrico.

Viene raccontata la gara alla base del Festival: dieci spot sulla città dell’Aquila, realizzati semplicemente grazie ad uno smartphone. Video valutati da una giuria di creator del mondo di YouTube, per raccontare L’Aquila in modo nuovo.

Una panoramica su Piazza Duomo, San Bernardino, il Castello Cinquecentesco, Collemaggio e, poi, la ricostruzione. Il web per raccontare L’Aquila bella: e Il Capoluogo non poteva mancare.

Emalloru racconta L’Aquila e lo fa a modo suo, d’impatto, con una sferzante ironia, che segue un susseguirsi di immagini dal taglio vivace e inaspettato. Sembra quasi di stare sulle montagne russe.

Nel video, però, impossibile non notare le parole usate nei confronti della stampa locale. Lo youtuber e videomaker, infatti, sottolinea il suo impegno nelle attività organizzative del festival lamentando l’attenzione ricevuta dai giornali del posto, nel richiedergli interviste sulla sua iniziativa. Eppure, se si cerca il suo nome su Google, accompagnato dalla città dell’Aquila, sono proprio le testate locali che offrono notizie e informazioni sulla sua tappa nel capoluogo. Un’uscita, la sua, che appare impropria, considerando che è anche grazie alla visibilità avuta dalla stampa locale che Emalloru è stato conosciuto da molti – giovani e meno giovani del territorio – i quali non avevano mai sentito parlare dello youtuber e che, invece, ora lo conoscono.

Perché, oltre a gare e iniziative creative, la stampa locale racconta la città a 360 gradi: con i suoi problemi, le sue bellezze e soprattutto la vita reale.