Quantcast

Premio Laudomia Bonanni, vince Umberto Piersanti con “Campi d’ostinato amore”

Umberto Piersanti con “Campi d’ostinato amore” è il vincitore della XX Edizione del Premio Letterario Internazionale intitolato a Laudomia Bonanni.

Umberto Piersanti con “Campi d’ostinato amore” è il vincitore della XX Edizione del Premio Letterario Internazionale intitolato a Laudomia Bonanni.

PREMIO LAUDOMIA BONANNI – Alla presenza della poetessa di Carmen Yáñez ospite d’onore di questa edizione, è stato conferito il riconoscimento al vincitore all’Auditorium del Parco del Castello dell’Aquila.  Una giornata di grandi emozioni per la presenza degli studenti e della poesia declamata dalla Yáñez  e dagli altri poeti Alessandro Fo con “Filo Spinato” Giulio Einaudi Editore e Milo De Angelis con “Linea intera, Linea spezzata” Lo Specchio Mondadori Editore.

Umberto Piersanti è un poeta e docente di Sociologia della Letteratura all’Università di Urbino. Debutta nel mondo della letteratura con La breve stagione nel 1967 all’età di ventisei anni. Ha vinto nel 1994 il Premio Nazionale Letterario Pisa nella sezione poesia, il premio Camaiore, il premio Penne, il premio Caput Gauri, il premio Insula Romana e inoltre il Mastronardi, il Piccoli, il Frascati e nel 2016 il Ponte di legno poesia. Dirige la rivista di letteratura contemporanea e creatività Pelagos. Nel 2005 è stato candidato al Premio Nobel per la letteratura. Con il libro Cupo tempo gentile vince Premio Frontino Montefeltro (2015), vincitore 34º Premio Poesia Giuseppe Tirinnanzi (2016), vincitore Premio Onor d’Agobbio, vincitore del Premio della Giuria Ponte di Legno Poesia (2016), vincitore del premio Bronzo dorato all’Arte Poetica – Animavì – Cinema d’animazione e arte poetica (2016), vincitore del Premio Ceppo (2017). “Sono orgoglioso di ricevere questo Premio – ha dichiarato Piersanti – e felice di essere tornato all’Aquila, una città bellissima che racconta l’Abruzzo più originale. La poesia è una strada per affrontare la vita, che per quanto dura sia, è comunque bellissima. Aver visto la magnificenza del Gran Sasso stamane, è valsa la pena di esser qui e di vivere.”

In apertura di cerimonia è stato reso omaggio alla XX edizione con un emozionante ricordo delle tappe, con i grandi nomi che si sono avvicendati sul palco, dei vent’anni del Premio.

“È una grande emozione – ha sottolineato Giuseppe Marco Litta, Responsabile Direzione Regionale Abruzzo e Molise BPER Bancaessere qui oggi a celebrare una edizione speciale del Premio Letterario Internazionale L’Aquila BPER intitolato a Laudomia Bonanni,  che ha raggiunto la ventesima edizione. Il Premio,  che ha superato con energia le avversità che ha incontrato sul suo cammino, ha raggiunto un livello di portata internazionale e l’ospite d’onore di grande spessore e gli autori finalisti, rilevanti figure della poesia nazionale rendono prestigiosa questa edizione del premio. BPER Banca sostiene da anni questo progetto culturale, esprimendo la sua vocazione di Banca vicina alla cultura in tutte le sue espressioni”.

“Tornare in presenza a celebrare il Premio, con gli studenti, – ha poi sottolineato la presidente di Giuria Stefania Pezzopane – è una grandissima soddisfazione. Il livello del Premio quest’anno ha toccato vette altissime. Il progetto culturale pensato venti anni fa da me, Anna Maria Giancarli e Antonio Battaglia è riuscito. Aspettiamo di tornare all’anno prossimo con tutte le sezioni dedicate agli studenti e  agli ospiti delle case circondariali”.

“Sono felice di essere stata invitata a questo Premio – ha invece aggiunto la poetessa Carmen Yáñez – perché ho avuto modo di conoscere la bellissima città dell’Aquila e mi sento molto vicina all’autrice Laudomia Bonanni, una donna che ha sofferto e ha dovuto combattere”.