Quantcast

Furto in casa Biondi, sventato dai Carabinieri

Furto in casa del primo cittadino di L'Aquila. Il fatto è accaduto nella sua abitazione a Villa Sant'Angelo. I Carabinieri hanno "disturbato" il furto.

Furto in casa Biondi nella serata di ieri. Il furto è stato disturbato dai Carabinieri di San Demetrio ne’ Vestini che hanno inseguito l’uomo in fuga.

Furto in casa del sindaco di L’Aquila Pierluigi Biondi. Nella serata di sabato 13 novembre il primo cittadino rientrando in casa con la sua famiglia ha trovato l’abitazione in subbuglio capendo che dei malintenzionati si erano introdotti all’interno approfittando dell’assenza di tutti.
Chiamando i Carabinieri di San Demetrio ne’ Vestini è stato ricostruito l’accaduto: intorno alle 19 nella piazza di Villa Sant’Angelo, una pattuglia aveva riconosciuto la Fiat Panda rubata la settimana scorsa a Corbellino, nella piccola frazione di Fagnano Alto.

All’interno dell’autovettura un uomo che fungeva da palo era rimasto in attesa di altri due uomini. Alla vista delle forze dell’ordine è riuscito a darsi alla fuga, abbandonando l’auto e scappando nei boschi circostanti.
I due ladri, intanto, si erano introdotti all’interno dell’abitazione del sindaco Pierluigi Biondi e presumibilmente sono stati disturbati dalla pattuglia.
I Carabinieri non escludono l’azione intimidatoria.
Il sindaco Pierluigi Biondi, raggiunto telefonicamente questa mattina dalla redazione del Capoluogo, non ha voluto rilasciare dichiarazioni a caldo.

casa biondi

Il Post sulla Pagina Facebook di Biondi

La nostra casa era sottodisopra, i cassetti aperti, i panni e le nostre cose sparpagliate a terra alla rinfusa. La nostra intimità familiare, violata.
Grazie di vero cuore al comando provinciale dei carabinieri, al colonnello Mirante e a tutti i suoi collaboratori, alla questura dell’Aquila e al gruppo speciale che si è occupato dei rilievi scientifici.
Siamo ancora storditi e increduli. Adesso rimettiamo tutto in ordine, con cura, e cerchiamo di riprenderci la normalità della domenica.