Calcio

L’Aquila 1927, Giampaolo verso la Renato Curi Angolana

Il tecnico rossoblù Federico Giampaolo verso la trasferta sul campo della Renato Curi Angolana. “Giusto richiamare l'attenzione come ha fatto Tuosto. Dobbiamo fare la solita buona prestazione”. Pejic e Bedin squalificati, out Di Ruocco, Alfonsi e Scognamiglio.

Il tecnico rossoblù Federico Giampaolo verso la trasferta sul campo della Renato Curi Angolana. “Giusto richiamare l’attenzione come ha fatto Tuosto. Dobbiamo fare la solita buona prestazione”. Pejic e Bedin squalificati, out Di Ruocco, Alfonsi e Scognamiglio.

Consueta conferenza pregara per mister Federico Giampaolo, alla vigilia del match contro la Renato Curi Angolana.

“È un bene rigiocare subito: la rabbia è passata, dobbiamo pensare alla nuova partita. Rimane una buona prova nel derby e un po’ di amaro in bocca. Le parole di Tuosto? È giusto richiamare l’attenzione quando le cose sono evidenti. Non siamo una società che si piange addosso. Noi in questo momento siamo in debito con la fortuna. Se lasciamo passare le cose come se non fosse successo nulla, non va bene. Domani, dobbiamo fare la solita buona prestazione. Loro sono una squadra che ha dei giocatori bravi lì davanti, anche se la squadra, nel complesso, è giovane. Dobbiamo giocare con la giusta mentalità, senza sottovalutare nessuno. Bisognerà avere grande voglia e grande carattere”.

“Abbiamo alcuni problemi scaturiti dalle tante partite che stiamo facendo ultimamente – ha proseguito il tecnico – domani giocherà chi ha avuto qualche possibilità in meno fino a questo momento. Pejic e Bedin sono squalificati, Di Ruocco, Alfonsi e Scognamiglio saranno fuori per infortunio. Anche davanti agli errori dell’arbitro e ad altri episodi di questo tipo, i giocatori devono crescere e capire la partita al meglio”.