Quantcast

L’Aquila, 30 colonnine elettriche e 92 rastrelliere per bici in città

L'Aquila proiettata sempre più verso la mobilità sostenibile: via libera dalla giunta all'installazione di rastrelliere bici e alle colonnine elettriche per la ricarica dei mezzi. 

L’Aquila proiettata sempre più verso la mobilità sostenibile: via libera dalla giunta all’installazione di rastrelliere bici e alle colonnine elettriche per la ricarica dei mezzi.

La giunta comunale dell’Aquila, su proposta dell’assessore alla Mobilità, Carla Mannetti, ha approvato due delibere per la realizzazione di postazioni di ricarica elettrica per veicoli pubblici e privati e per l’installazione di rastrelliere per bici coperti presso i luoghi di lavoro degli uffici pubblici e delle scuole.

Si tratta, in particolare, di 30 colonnine per un importo complessivo di circa 480mila euro e di 92 rastrelliere per una spesa di circa 14,600 euro.

Nel primo caso, la delibera ha approvato il Progetto di fattibilità tecnico ed economica riguardante “Realizzazione di postazioni di ricarica in ambito urbano per veicoli elettrici privati e delle flotte degli Enti Pubblici”. Il provvedimento contiene anche una stima preliminare dei costi per la realizzazione di una stazione di ricarica per autobus elettrici dell’autoparco dell’Ama, presso il terminal “Lorenzo Natali”.

Le rastrelliere, finanziate con i fondi del progetto “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-lavoro e casa-scuola” saranno localizzate a Palazzo Fibbioni, Largo Pischedda, Palazzetto dei Nobili, Museo Maxxi, Piazza San Basilio, Viale Ovidio, Fontana Luminosa, 99 Cannelle, Via Roma, Villa Gioia, Viale XXV Aprile, Via Nurzia, Via Ficara, Colle Sapone, Località Casermette, Terminal “Natali” e sede universitaria di Coppito.

Il secondo documento prevede, tra le altre cose, l’organizzazione di due eventi per ciascuno dei due anni progettuali, al fine di favorire la promozione e diffusione di una cultura basata sulla mobilità sostenibile presso i cittadini, l’attivazione di iniziative per le scuole primarie, la promozione di ecoincentivi per i cittadini per l’acquisto di bici, ruote singole elettriche che consentono di trasformare una vecchia bici in e-bike (bando già pubblicato), l’acquisto di 2 macchine ibride a disposizione della polizia urbana e/o degli uffici tecnici, l’installazione di e-bike e bike pubbliche da inserire presso il parcheggio di Villa Gioia e il Terminal Bus di Collemaggio (già realizzate).

“Si tratta di iniziative strategiche che si inseriscono nel solco della transizione verso una mobilità più sostenibile, che contribuiscono a decongestionare la città dalle auto – commentano l’assessore Mannetti e il sindaco, Pierluigi Biondi – Questa amministrazione oramai da anni persegue l’ambizioso obiettivo di infondere consapevolezza nella cittadinanza sull’importanza di utilizzare e scegliere mezzi di trasporto meno impattanti per l’ambiente”.

“Stiamo investendo da anni e in modo sempre maggiore sulla mobilità alternativa, incentivando l’acquisto di auto e bici elettriche. Crediamo che un centro decongestionato dalle automobili sia un valore importante da perseguire, così come accade in città di dimensioni e caratteristiche analoghe alla nostra” concludono sindaco e assessore.