Quantcast

Studio Industria, il Super bonus democratico è anche made in L’Aquila

L'AQUILA - Studio Industria soggetto attuatore della convenzione tra Harley&Dikkinson e l'Ungdcec per facilitare l'accesso legittimo e controllato alle pratiche del Super bonus.

L’AQUILA – Studio Industria soggetto attuatore della convenzione tra Harley&Dikkinson e l’Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti per facilitare l’accesso legittimo e controllato in favore di cittadini e professionisti coinvolti nelle pratiche del Super bonus.

Un’impronta tutta aquilana nella convenzione tra Harley&Dikkinson e l’Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti che mira a dare “certezze” alle pratiche del Super bonus. È quella di Studio Industria, nata a L’Aquila 10 anni fa e ormai un punto di riferimento della compliance strategica d’impresa. “Il problema di questo Super bonus – spiega a IlCapoluogo.it l’avvocato Andrea Tatafiore, fondatore, senior partner della stessa Studio Industria e docente di Diritto commerciale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Teramo, – è la oggettiva complessità delle procedure che anche il legislatore ha provato ad arginare con gli ultimi interventi normativi. Uno degli elementi di maggiore complessità riguarda i visti di conformità, atti che redigono i revisori, i comercialisti o i Caf, con cui si attesta la regolarità dell’iniziativa”. Da qui le grandi responsabilità degli stessi professionisti che redigono l’atto, con coperture assicurative generalmente limitate a 3 milioni di euro e con l’effetto di limitare l’accesso al visto di conformità solo a realtà più strutturate.

Con la convenzione tra Harley&Dikkinson con l’Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti, valorizzata e supportata dall’aquilana Studio Industria, quindi, il Super Bonus diventa “democratico” e consente a tutti i professionisti di portare avanti pratiche con il “bollino” di legittimità che garantisce una certa sicurezza. “Per gli iscritti all’Unione – ha annunciato a proposito Matteo De Lise, presidente dell’Ungdcec – si tratta di una vera e propria svolta: avranno, infatti, l’opportunità di assumere un ruolo importante nella filiera Super bonus, offrendo garanzie ai soggetti coinvolti nelle dinamiche di cessione del credito e aprendo una breccia in un settore della professione che attualmente presenta diverse barriere all’entrata, ancor più difficili da affrontare singolarmente”.

Allo scopo, istituito uno standard certificativo di Aja Europe. “Studio Industria – spiega l’avvocato Tatafiore – insieme ad Aja Europe e con il contributo di un altro aquilano, il commercialista dott. Massimo Ianni, ha strutturato un disciplinare che permette ai commercialisti di certificarsi, dopo un corso formazione e il superamento di un esame, comprovando la presenza di professionalità necessarie per un corretto visto di conformità che garantisce loro stessi, ma anche i condomini e le imprese”.

studio industria andrea tatafiore

Punta di diamante di tutta l’operazione è quindi Studio Industria, con sedi a Roma e Milano, ma orgogliosamente aquilana, che si occupa di diligence legale per le industrie, creando modelli sicuri per gli amministratori: “Abbiamo sempre cercato di formare professionalità del posto” sottolinea l’avvocato Tatafiore. “A L’Aquila, probabilmente anche per via del terremoto, si è creata una valida cultura sui corretti modelli che riguardano pratiche edilizie e non solo. Ci teniamo a valorizzare il nostro patrimonio di conoscenze che diventa prezioso in un momento storico come quello attuale. Oggi in Studio Industria sono coinvolte giovani generazioni che si cimentano nella diligence legale ed economica in favore di primarie realtà industriali italiane, creando modelli che garantiscono le industrie rispetto al rischio dei contenziosi i cui tempi sono lontani dalle esigenze di mercato”.