Quantcast

TUA, via libera del Consiglio regionale all’acquisizione di un ramo d’azienda di Sangritana

L'AQUILA - Il Consiglio regionale approva la richiesta di TUA per l'acquisizione del ramo d'azienda su gomma di Sangritana.

L’AQUILA – Il Consiglio regionale approva la richiesta di TUA per l’acquisizione del ramo d’azienda su gomma di Sangritana.

Nella seduta del Consiglio regionale di oggi, è stato approvato il provvedimento recante “Richiesta, da parte della società Tua di acquisizione del ramo d’azienda commerciale su gomma di Sangritana”, che permetterà a quest’ultima di recuperare risorse per circa 2 milioni di euro.

Bus Abruzzo – Roma, le corse Sangritana tornano in TUA

“Con il provvedimento approvato oggi in Consiglio regionale – commenta il consigliere Mauro Febbo – si procederà a un’operazione che permette a Sangritana spa di recuperare risorse, pari a circa 2 milioni di euro, che potranno essere impiegate per l’attività principale della cargo che si concentra soprattutto nell’area industriale della Val di Sangro. Infatti, dall’analisi dei report interenti l’attività di trasporto merci su rotaia emerge un aumento del fatturato cargo che passa da 5.281.520 euro del 2019 a oltre 7 milioni del 2020 con una previsione di circa 10 milioni nel 2021. Nel 2020 inoltre l’EBITDA è pari a 1,6 milioni di euro pari circa il 20% del fatturato. Gli investimenti che si potranno iniziare ad affrontare riguarderanno sia l’efficientamento sia l’incremento dei locomotori. Sicuramente la Sangritana, in considerazione anche dell’importante contesto economico in cui storicamente opera, potrà meglio soddisfare le crescenti richieste di servizi da parte dei tradizionali e potenziali clienti dando delle risposte puntuali ed efficienti al settore del cargo in crescita esponenziale. TUA, con questa acquisizione, ha l’obiettivo di riportare in condizioni di sostanziale equilibrio la gestione dell’esercizio relativo alle linee commerciali per Roma, attraverso la realizzazione di sinergie tra servizi di linea e i servizi commerciali e una nuova organizzazione del servizio, in modo da realizzare un programma di esercizio più confacente alle esigenze degli utenti (in gran parte studenti e lavoratori abbonati). Oltre alla Pescara – Roma (esercitata in pool con Di Fonzo e Di Febo Capuani) Sangritana opera anche sulle linee Sulmona – Roma, Avezzano – Roma e Pescara – Napoli. Inoltre, con questa operazione Tua beneficerà dell’immissione in servizio di mezzi semi-nuovi, che integreranno il parco autobus in corso di rinnovo con riduzione dei costi di consumo e manutenzione. I mezzi eccedenti saranno utilmente impiegati sulle linee TPL a lunga percorrenza e i conducenti in esubero saranno destinati alla copertura dei turni o delle residenze in carenza di personale. Tale azione permetterà un considerevole risparmio a livello consolidato di gruppo. La Regione Abruzzo, nell’ambito della nuova programmazione sta sviluppando interventi utili alla realizzazione di quelle infrastrutture necessarie al trasporto su ferro che prevedono treni e linee fino a 650 metri, oggi sono 250, con snodi merci in contrada Saletti a Fossacesia e soprattutto con l’obiettivo di intercettare l’interscambio con la Polonia anche attraverso l’interporto di Manoppello”.

Nel corso della seduta odierna del Consiglio regionale sono stati esaminati anche i seguenti documenti politici: interpellanza a firma del consigliere Pettinari recante: Riorganizzazione delle rete regionale residenziale semi-residenziale della salute mentale nella regione Abruzzo; Interpellanza a firma dei consiglieri Smargiassi e Marcozzi recante: Chiusura DSB Bucchianico; interpellanza a firma del consigliere Stella recante: Chiarimenti in merito all’applicazione delle linee guida nazionali sul disturbo dello spettro autistico nelle AA.SS.LL. della Regione Abruzzo; interpellanza a firma del consigliere Taglieri recante: Gestione della sicurezza sul lavoro nella ASL 02; interpellanza a firma del consigliere Blasioli recante: Ritardi nella predisposizione degli avvisi pubblici relativi ai contributi per le microimprese delle zone rosse Vestine, della Val Fino e di Caldari di Ortona e agli esercenti delle attività fotografiche e pirotecniche finalizzati alla ripresa economica post Covid-19; interpellanza a firma del consigliere Pepe recante: Iniziative di competenza regionale a sostegno degli allevatori produttori di latte. Successivamente è stato approvato il provvedimento “modifiche alla Legge regionale 4 gennaio 1972, n. 1 (Istituzione dei tributi propri della Regione)”: con questo provvedimento si intende modificare la legge regionale “Istituzione dei tributi propri della Regione” e in particolare ridefinendo il campo di applicazione dell’imposta regionale per escludere le concessioni rilasciate dall’autorità di sistema portuale. L’Assemblea legislativa ha approvato anche il progetto di legge “Modifiche e integrazioni alla Legge regionale 20 dicembre 2019, n. 46 “Istituzione dell’Agenzia regionale di Protezione Civile ed ulteriori disposizioni in materia di protezione civile” che intende apportare elementi di innovazione al fine di garantire la migliore funzionalità e operatività dell’Agenzia stessa e il testo recante “Disposizioni per fronteggiare l’aumento dei prezzi dei materiali nei contratti pubblici regionali” con il quale si interviene, in via eccezionale e temporanea, a sostegno delle imprese appaltatrici nei contratti in corso con la Regione o per conto della stessa per fronteggiare gli aumenti straordinari dei prezzi dei materiali da costruzione.