Quantcast

Achille Accili, l’evento in ricordo del senatore di Acciano nel centenario della nascita

Achille Accili, nel centenario della nascita: il ricordo a L'Aquila. L'evento commemorativo all'Auditorium del Parco.

Achille Accili, nel centenario della nascita: il ricordo a L’Aquila.

Questa mattina, presso l’Auditorium del Parco, si è svolto un evento commemorativo in onore del centesimo anniversario della nascita del compianto Senatore Achille Accili. Nato ad Acciano, il 19 ottobre 1921 e morto a Roma il 14 ottobre 2007, Achille Accili fu Senatore della Repubblica dal 1968 al 1987, occupando i banchi di Palazzo Madama per cinque legislature, dalla V alla IX, sempre nelle file della Democrazia Cristiana di cui fu segretario provinciale all’Aquila. Nel quarto governo Andreotti fu sottosegretario al Ministero dei Trasporti dal 1978 al 1979.

Davanti ad una platea gremita, segno della vasta popolarità di cui godeva il Senatore Accili, sono state ripercorse le tappe più significative della sua vita: dalla prigionia in Germania agli incarichi politici, con aneddoti scherzosi e ricordi commossi da parte di chi lo ha conosciuto. In particolare, è stato ricordato il suo incrollabile impegno nel portare avanti le prerogative del territorio aquilano con iniziative di grande importanza, tra cui la statalizzazione dell’Università dell’Aquila e dell’ISEF (Istituto Superiore di Educazione Fisica).

Come segno di riconoscenza per quanto fatto in vita dal Senatore in favore della propria terra d’origine, il sindaco di Acciano Fabio Camilli ha consegnato a Maria Assunta Accili la cittadinanza benemerita alla memoria del padre.

Achille Accili, 100 anni fa nasceva ad Acciano il senatore della DC: L’Aquila lo ricorda

Chi più ha avvertito l’emozione che si prova nel ricordare un vecchio amico è stato Americo di Benedetto, che in gioventù ha potuto conoscere il Senatore, apprendendo da lui l’arte della politica ed il valore della correttezza, dell’empatia e del rispetto verso il prossimo, chiunque esso fosse. Al Capoluogo.it Americo di Benedetto ha affidato le proprie riflessioni:

Oggi ricordiamo una figura politica di grande importanza per il nostro territorio

“Il Senatore Accili ha dato molto alla nostra terra e noi tutti gli dobbiamo molto. Partendo da una piccola realtà come quella di Acciano, ha saputo costruirsi una carriera politica sfolgorante, che lo ha portato ad essere uomo di governo e a coprire incarichi di grande responsabilità”.

Bisogna riconoscere che qui all’Aquila è ricordato con grande affetto

“Certamente e non potrebbe essere altrimenti, Achille ha interpretato la propria carriera politica come una missione volta a migliorare le condizioni di vita delle comunità che era chiamato a rappresentare. A tale proposito si é impegnato in plurime azioni in campo infrastrutturale, industriale e culturale, lasciando un segno indelebile di sé. La partecipazione di così tante persone a questa iniziativa ne è la dimostrazione”.

Non dimentichiamo che Achille Accili era un suo conterraneo

“Siamo nati entrambi ad Acciano ed entrambi ne abbiamo coperto la carica di sindaco, ma non sono le sole cose che ci hanno accomunato. Ho infatti avuto la fortuna di conoscerlo come amico, di poterne apprezzare lo spessore politico e umano”.

Si può dire che lei, in quanto amministratore delle nostre terre, ne abbia raccolto il testimone?

“Sarei un presuntuoso se pensassi una cosa simile. Posso dire di aver intrapreso il mio persorso politico, che porto avanti seguendo il suo esempio improntato alla correttezza ed all’onestà, ma sono ancora lontano dall’eguagliarne la statura”.

C’è un ricordo del senatore Accili che conserva particolarmente?

“In generale mi piace ricordarne la vivacità e l’acume che lo hanno caratterizzato fino alla fine, si aggiungano l’umiltà e la dedizione al lavoro, che lo hanno reso il grande uomo che è stato”

L’iniziativa odierna è stata fortemente voluta dal Consigliere regionale Americo Di Benedetto, con il patrocinio del Consiglio Regionale, dell’Università dell’Aquila e dei Comuni dell’Aquila e di Acciano. Alla presenza dei rappresentanti delle Istituzioni e di tanti colleghi ed amici di vecchia data, si sono succeduti gli interventi di Fabio Camilli, sindaco di Acciano, Maria Assunta Accili, figlia del Senatore, intervenuta insieme al fratello Domenico ed alla sorella Bernadette, Goffredo Palmerini, giornalista e scrittore, Edoardo Alesse, Rettore dell’Università dell’Aquila e di Americo di Benedetto, già sindaco di Acciano ed ora Consigliere regionale.