Quantcast

Poggio Picenze, in scena la RXC Gare Gross Country: i vincitori

Poggio Picenze cornice dell'appuntamento RXC Gare Gross Country della No Limits Bike: hanno partecipato atleti da tutto l'Abruzzo. I vincitori

Poggio Picenze cornice dell’appuntamento RXC Gare Gross Country della No Limits Bike: hanno partecipato atleti da tutto l’Abruzzo. I vincitori

Appena concluso il primo Campionato regionale prova unica per categorie amatoriali di ciclismo RXC Gare cross country, organizzato dall’associazione No Limits Bike, con il patrocinio della Regione Abruzzo e del Comune di Poggio Picenze. Una manifestazione sportiva che ha richiamato circa 200 persone tra atleti, appassionati e spettatori da tutto Abruzzo, e qualcuno anche da fuori regione, per una giornata all’insegna dello sport e della socialità.

Il circuito su cui gli atleti si sono dati battaglia consisteva in tre giri, da circa 10 chilometri l’uno e con un dislivello di 1.200 metri, lungo la suggestiva e incontaminata Valle del Campanaro, l’area naturalistica situata al di sopra del piccolo comune aquilano, già scenario nel giugno scorso della Vdc Enduro Race, manifestazione organizzata dalla No Limits Bike, con il patrocinio della Regione e dello stesso comune.

Ad aggiudicarsi la vittoria in classifica generale Gianluca Di Emidio, della Castel Trosino Superbike, seguito da Marco Paiorisi e Luca Alfano, entrambi di Attitude Team Asd.

Per la classifica generale Donne, primo posto per Karin Sorgi, di LineaOroBike Avezzano, seguita da Tania Silvani e Martina D’Ettorre, di Cicli Sport Mania.
Quanto alla classifica esordienti, primo posto per Filippo Del Coco di Functiona Fit, seguito da Simone Livrieri, di Asd Moreno Di Biase, Jacopo Muzi, di Team Go Fast e, per l’Ads Team Cesidio La Ruspa, Roberto Marco Caringi e Francesco Rossi.
“Ci rende orgogliosi aver ospitato ancora una volta una gara così importante, che esula dal mero ambito sportivo e assume valore anche e soprattutto ai fini della socialità”, commenta Gadaf Haliti dell’associazione No Limits Bike.

“Eventi simili, potenzialmente, permettono la diffusione di tutti quei territori meno noti, come anche i piccoli borghi montani, che altrimenti farebbero difficoltà a proporsi all’esterno, contribuendo così alla conoscenza di tutte quelle peculiarità naturalistiche di cui il nostro comune dispone, come da obiettivi dell’amministrazione sin dai primi mesi di insediamento”, sottolinea invece Paolo Marcotullio, co-fondatore della stessa associazione e assessore con delega allo Sport del Comune di Poggio Picenze.

Nel corso della manifestazione sportiva, la tappa finale dell’iniziativa Unità di Strada di Vides Spes

Nell’ambito della manifestazione sportiva, organizzata nella giornata di ieri, 18 ottobre, dall’associazione No limits Bike a Poggio Picenze (L’Aquila), l’associazione Vides Spes, in collaborazione con il Comune, ha proposto un servizio di prevenzione primaria sul tema delle dipendenze.

Si è trattato della tappa finale di un ricco calendario di eventi di sensibilizzazione rivolti alla popolazione con particolare riferimento a quella giovanile. 
Da due anni il Vides attua programmi simili, con l’intento è di formare ed informare giovani ragazzi circa il rischio relativo all’uso sconsiderato di alcol, droga e gambling.

Gli operatori di strada, composti da uno psicologo, un educatore, un medico, un legale e testimonial ex dipendenti si muovono nelle varie zone del comprensorio aquilano attraverso un camper attrezzato e propongono percorsi educativi attraverso occhialini simulatori di stato d’ebrezza, distribuendo opuscoli informativi e proiettati filmati sulle tematiche della dipendenza.

“Eventi del genere – ha commentato il sindaco di Poggio Picenze, Antonello Gialloretosono utili per toccare i nervi di una problematica, come quella delle dipendenze, drasticamente acuita dalla pandemia e, oggi più che mai, rapppresentano un investimento per le comunità di giovani e delle loro famiglie”.