Quantcast

Vaccini anti Covid ai bambini, Pfizer avanti

Vaccini anti Covid ai bambini: la fascia 5-11 potrebbe essere immunizzata a breve. Pfizer ha chiesto l'autorizzazione all'Ema

Vaccini anti covid ai bambini fascia 5-11 anni ancora non immunizzati, passi avanti verso il via libera per l’inoculazione. Pfizer-BioNTech ha infatti annunciato di aver trasmesso all’Ema (l’Agenzia europea per i medicinali) i risultati dei test clinici condotti con il vaccino da loro prodotto sui un campione di circa 2 mila bambini tra i 5 e gli 11 anni.

L’obiettivo è quello di ottenere il via libera all’utilizzo dei vaccini, dal momento che in Europa nessun vaccino è stato autorizzato per quella fascia d’età. Il dosaggio sarà ovviamente inferiore a quello inoculato ai più grandi. Ciò vuol dire che si passa da 30 a 10 microgrammi per iniezione. Ovvero un terzo di una dose normale. Ai bambini verranno quindi somministrate due dosi da 10 invece che da 30.

In ogni caso, se l’Ema dovesse dare il via libera, entro qualche settimana in Europa circa 28 milioni di bambini tra i 5 e gli 11 anni potrebbero ricevere il vaccino anti-Covid.

Il consiglio dei medici è quello di affidarsi alla scienza e di aspettare i risultati dei test e degli studi portati avanti fin questi mesi. “I vaccini sono in continua evoluzione – dichiara al Capoluogo il dottore Enrico Giansante, responsabile dell’Unità operativa complessa di Igiene, epidemiologia e sanità pubblica della Asl 1 – non possiamo che attendere gli studi. In ogni caso è sempre auspicabile che i vaccini siano estesi alla maggiorparte della popolazione”.

covid e bambini

Le classi più anziane ora sono protette e quindi l’età media dei contagi va via via abbassandosi tra quelli che non sono vaccinati, quindi i più giovani sono chiaramente comunque esposti pur essendo più forti”.

covid vaccino

“L’importante, in ogni caso, è sempre una corretta informazione scientifica. Il problema del nostro tempo sono le fake news, che hanno reso tutto già difficile. I vaccini funzionano, lo dicono i dati: in Abruzzo abbiamo raggiunto l’immunità di gregge, vuol dire che il vaccino è stato efficace”, conclude.

Vaccini anti Covid ai bambini: cosa succede nel resto del mondo

Intanto, negli Stati Uniti, come riporta Sky Tg24, Pfizer ha chiesto l’autorizzazione alla Food and Drug Administration per l’uso di emergenza del farmaco nei bimbi fra i 5 e gli 11 anni, e in previsione di un parere positivo la task force della Casa Bianca ha esortato gli Stati a mettere a punto i piani per procedere. L’azienda, insieme a Biontech, ha fatto sapere che è in corso la sperimentazione anche su neonati di età compresa tra sei mesi e due anni e sui bambini fra i 2 e i 5 anni.

In Israele invece i bimbi della fascia di età 5-11 anni che rischiano gravi complicazioni possono essere vaccinati con il siero Pfizer-BioNTech, già dallo scorso primo agosto. L’immunizzazione sui più piccoli è stata resa possibile da un’autorizzazione speciale rilasciata dalle autorità sanitarie nazionali.