Quantcast

Ballottaggio amministrative Abruzzo, quando e dove si vota

Ballottaggio amministrative nei cinque Comuni più importanti di questa tornata. Si vota a Sulmona, a Lanciano, Vasto, Roseto e Francavilla al Mare.

Ballottaggio amministrative, domenica 17 e lunedì 18 ottobre si vota in Abruzzo in 5 comuni.

Alle urne per il ballottaggio domenica 17  dalle 7 alle 23, mentre i seggi chiuderanno lunedì 18 alle 15. Nei 5 comuni più importanti in cui si corre per la carica di sindaco nessuna vittoria al primo turno: centrodestra nettamente avanti a Lanciano, centrosinistra in vantaggio a Francavilla, Sulmona e Vasto e il caso Roseto con l’exploit del civico Nugnes.

A Sulmona, piuttosto a sorpresa, il candidato del centrosinistra Gianfranco Di Piero ha conquistato 5.094 voti, 877 in più delle liste che lo sostenevano, battendo il polo civico di Andrea Gerosolimo che si è fermato a 4.389 voti (34,16%).

A Francavilla al Mare vanno al ballottaggio Luisa Russo (centrosinistra) e Roberto Angelucci (centrodestra).

Ballottaggio Francavilla, Luisa Russo vs Roberto Angelucci

Non sono mancate le scintille, pre e post voto, a Sulmona, ma sarà solo il ballottaggio a decidere il nuovo sindaco tra Gianfranco Di Piero e Andrea Gerosolimo.

Ballottaggio Sulmona: Di Piero chiama al voto, Gerosolimo aspetta

Clamoroso a Sulmona, clima teso in vista del ballottaggio: Gerosolimo si arrende. “La mia campagna elettorale finisce qui. Io vittima di attacchi che vanno oltre la competizione elettorale. Centrodestra e centrosinistra d’accordo da tempo. I dati hanno già dato la città in mano a Di Piero”. (link all’articolo del Capoluogo)

A Lanciano il candidato del centrodestra Filippo Paolini ha sfiorato l’elezione al primo turno: 9.981 voti per lui, con il 49,77%, leggermente al di sotto delle liste che hanno raggiunto il 51,51%. Il candidato del centrosinistra, Leo Marongiu, si è fermato a 8.459 voti, con il 42,18%.

Balottaggio Lanciano, Paolini e Marongiu all’ultima sfida: il confronto tra i candidati

Uno scontro molto polarizzato, dunque, con la Lega che è arrivata all’11,7%, Fratelli d’Italia al 9,87%; il Pd a sostegno di Marongiu ha conquistato il 10,81%. Il resto lo hanno fatto praticamente le liste civiche. Il candidato del Movimento Cinque stelle Sergio Furia si è fermato al 5,08% con 1.019 voti. Il civico Ivaldo Rulli, infine, ha ottenuto 596 voti con il 2,97%.

#Amministrative, la domenica del ballottaggio

A Vasto, l’uscente Francesco Menna è arrivato fino al 47% . Sarà ballottaggio con il candidato del centrodestra Guido Giangiacomo, che ha conquistato 4.226 voti pari al 20,01%, anche in questo caso al di sotto delle liste che sono arrivate al 22,04%, ma ha raggiunto un accordo politico (pur senza apparentamento) con la coalizione di Alessandra Notaro (esclusa la lista che fa capo a Calenda), che ha riportato consensi intorno al 18%.

Ballottaggio Vasto: Menna in cerca di conferma, Giangiacomo prova la remuntada

 

A Roseto degli Abruzzi la sorpresa più grande è rappresentata da Mario Nugnes, che con il suo movimento civico è arrivato primo con 4.190 voti, pari al 30,81%; al ballottaggio l’ha spuntata per un soffio William Di Marco, candidato del centrodestra che per appena un centinaio di voti ha superato l’ex parlamentare Tommaso Ginoble.

Ballottaggio Roseto degli Abruzzi: Nugnes e Di Marco per la fascia tricolore