Quantcast

Stadio Gran Sasso d’Italia, inaugurata la cabina stampa intitolata ad Alessandro Orsini

Inaugurata la nuova cabina stampa dello stadio Gran Sasso d'Italia Italo Acconcia. È dedicata all'indimenticato e appassionato giornalista del Messaggero Alessandro Orsini.

È stata inaugurata prima della partita dell’Aquila 1927, ieri sera, la nuova cabina stampa dello stadio Gran Sasso d’Italia Italo Acconcia. È dedicata all’indimenticato e appassionato giornalista del Messaggero Alessandro Orsini.

Un riconoscimento alla memoria di un grandissimo professionista che ha segnato il giornalismo aquilano, con uno spiccato amore per i colori rossoblù, trasmesso al figlio Alberto. “Glielo dovevamo” dicono dalla società L’Aquila 1927.

L'Aquila 1927 e cabina stampa dedicata ad orsini

“Ce ne siamo fatti carico noi, come per le nuove panchine, per il ripristino degli spogliatoi del Settore Giovanile e per la sistemazione della sala stampa “Franco Giancarli”. Ma lo facciamo con piacere perché è casa nostra e perché appartiene alla collettività, alla nostra gente.
La intitoliamo ad Alessandro, la cui integrità era divenuta baluardo di verità per i tanti tifosi che dai suoi articoli volevano apprendere le vicende sportive della nostra L’Aquila”

L’Aquila 1927: sconfitta 1-0 contro il Cupello

A partecipare, la famiglia di Alessandro Orsini: la moglie Rita Ferella, i figli Alberto, giornalista RAI, e Andrea, oltre al presidente dell’Ordine dei giornalisti Abruzzo Stefano Pallotta e all’assessore regionale Guido Quintino Liris.