Quantcast

Transumanza, dopo la sosta al Sinizzo si riparte

Un pomeriggio al Sinizzo tra rievocazione, canti e balli. Oggi si prosegue verso Capodaqua.

Transumanza e rievocazione. Dopo la sosta delle greggi a San Demetrio Ne’ Vestini ci si rimette in cammino.

È la giornata della seconda tappa, altri venti chilometri di marcia sui sentieri verdi che conducono a Foggia.
Il viaggio della transumanza continua rievocando ciò che vuole la tradizione secolare abruzzese e pugliese.
Alle nove in punto le greggi, i pastori e i camminatori sono in partenza da Peltuinum, ‘magica’ location nei comuni di Prata D’Ansidonia e San Pio delle Camere.

Transumanza San Demetrio

Transumanza San Demetrio
Transumanza San Demetrio

L’antica città vestina con i suoi resti archeologici è lo scenario della seconda tappa da cui si snoderà il fiume bianco fino al lago di Capodaqua.
Ieri vi abbiamo raccontato la prima tappa fatta di momenti ogni volta emozionanti.

La partenza dal piazzale di Santa Maria di Collemaggio ha regalato immagini suggestive e d’altri tempi, il cammino lungo i sentieri che costeggiano Sant’Elia, Bazzano, Onna, San Gregorio, la via per San Demetrio, il bosco di Poggio Picenze e infine il lago Sinizzo.

transumanza

Qui l’accoglienza da parte dei residenti, dei bambini e dei tanti curiosi che hanno trascorso ore in compagnia fino a tarda sera tra canti, balli e buon cibo.
È stato un momento di “condivisione e di riflessione su ciò che questo territorio è stato” – ha detto il primo cittadino di San Demetrio, Antonio Di Bartolomeo.
Sono state coinvolte anche le scuole nel pomeriggio di ieri proprio con lo scopo “di far conoscere le radici e tramandarle nel tempo” – come spiega Gina Andreassi della Fondazione Senatore Cappelli, che ha organizzato l’evento alla riscoperta delle radici del posto.

Transumanza San Demetrio
Transumanza San Demetrio

In questo lungo cammino, che sfiora i trecento chilometri, tanti tra i comuni coinvolti organizzeranno momenti di accoglienza per rifocillare i tanti camminatori e pastori impegnati in questa “missione”.
L’arrivo a Foggia è previsto l’8 ottobre.