Quantcast

Parco della Memoria, Draghi e Carfagna a L’Aquila: i dettagli dell’inaugurazione

Il Premier Draghi e il Ministro Carfagna a L'Aquila. L'Aquila inaugura il Parco della Memoria, in ricordo delle vittime del sisma. A Pescara arriva Mattarella per il Museo dell'Ottocento

L’AQUILA – Il Premier Mario Draghi e il Ministro Mara Carfagna a L’Aquila, nel giorno dell’inaugurazione del Parco della Memoria, a ricordo delle vittime del sisma. A Pescara arriva il Presidente Mattarella.

È previsto per le ore 9,30 di domani, martedì 28 settembre, l’inizio della cerimonia per l’inaugurazione del Parco della Memoria, in ricordo delle 309 vittime del sisma 2009. Come annunciato dal sindaco Pierluigi Biondi, saranno presenti il Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, e il Ministro per il Sud e la Coesione Territoriale, Mara Carfagna.

Con l’occasione, Draghi e Carfagna parteciperanno anche alla firma dell’avvio dell’ultimo procedimento di concessione di contributo per la ricostruzione privata.

Nello stesso giorno, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sarà a Pescara per l’inaugurazione del Museo dell’Ottocento.

Qualche polemica dopo l’annuncio dell’inaugurazione prevista per domani, martedì 28 settembre, c’era stata da alcuni familiari – in particolare Maria Grazia Piccinini, presidente della Rambaldi Onlus, e Vincenzo Vittorini, tra i familiari delle vittime del sisma del 2009. Polemiche legate all’invito “tardivo” per una “inaugurazione passerella”, secondo alcuni familiari, che hanno annunciato così la loro assenza alla cerimonia inaugurale in programma.

Ci sarà, invece, il dottor Massimo Cinque, che la notte del sisma perse sua moglie e i loro due figli.

Massimo Cinque, 12 anni dopo: Daniela, Davide e Matteo non se ne sono andati via del tutto

Il sindaco Pierluigi Biondi, qualche giorno fa, ha risposto alle polemiche, spiegando:

“Spero che tutti i familiari delle vittime di questa città, del cratere o di qualsiasi luogo d’origine, partecipino al momento inaugurale del Parco della Memoria. Una giornata di raccoglimento ma anche di prospettiva, a cui il governo del Paese prenderà parte in maniera importante a testimonianza di quanto lo Stato continui a essere attento al percorso di rinascita e ricostruzione che stiamo portando avanti. La memoria è tesoro e custode di tutte le cose”.