Quantcast

Montereale, con le 4 Ecoisole Asm la rivoluzione ambientale dell’estate

Alto Aterno, a Montereale bilancio di fine estate: la vera rivoluzione ambientale è stata la raccolta differenziata e l’istallazione di 4 Ecoisole.

Alto Aterno, a Montereale bilancio di fine estate: la vera rivoluzione ambientale è stata la raccolta differenziata e l’istallazione di 4 Ecoisole. Il contributo di Nando Giammarini.

L’estate 2021 è stata caratterizzata dalla riscoperta delle mete italiane, con piccoli e frequenti spostamenti, effettuati molto spesso con il treno, tanto che recentissime statistiche parlano di una movimentazione di oltre 5 milioni di viaggiatori in ambito italiano nei soli mesi di luglio e agosto. Indubbiamente è un dato positivo che salutiamo con gioia, poiché ciò ha comportato affluenze importanti in tanti i paesi dell’Alta Valle dell’Aterno. Tutti i comuni e le Associazioni del territorio si sono mobilitati in uno slancio d’accoglienza senza precedenti che invoglierà turisti e villeggianti a tornare di nuovo il prossimo anno.

Una delle cause maggiore di tale, elevata, presenza è la maledetta pandemia che ha impedito, giustamente, a chi non aveva il green pass o il tampone recente qualsiasi spostamento. Colgo questa occasione per invitare coloro che non lo hanno ancora fatto a vaccinarsi, essendo l’unica arma vincente contro questa epidemia che si sta evolvendo con delle pericolose e terribili varianti, tipo quella inglese. Il bilancio della bella stagione che volge al tramonto possiamo considerarlo decisamente positivo per moltissimi aspetti. Esprimiamo moderata soddisfazione rispetto alle difficoltà dello scenario attuale. L’Alto Aterno ha tenuto, soprattutto a confronto con altri, paesi montani decisamente più penalizzati. Con un alto senso di responsabilità e con il massimo rigore rispetto all’emergenza sanitaria, gli esercizi commerciali hanno saputo mantenere i clienti abituali ed acquisirne degli altri, che anche per i noti motivi hanno preferito non trascorrere all’estero, o in altre località fuori regione, le proprie ferie.

Sebbene ci sia stato un problema con un esercizio commerciale di Montereale, dove il sindaco, in quanto autorità sanitaria, è prontamente intervenuto evitando il peggio. I centri storici dei nostri paesini, che sanno di vita e storia, antica e presente, segnati dai sacrifici dei nostri avi, sono tornati a vivere, anche se per il solo periodo feriale, una vita un dì pulsante, ora ridotta soltanto ai mesi di luglio e agosto.

Una dolente nota, purtroppo, è rappresentata dagli incendi. Quasi tutti – se non tutti – di origine dolosa, che hanno arrecato un gravissimo danno alla biodiversità e all’ambiente. Una bella nota per quel che concerne il “fronte” ambiente in cui viviamo è rappresentata dalla gestione del servizio raccolta rifiuti egregiamente gestito dall’ASM. Una scelta giusta, responsabile e lungimirante dell’Amministrazione comunale di Montereale, che sta dando i propri frutti in termini di raccolta dei rifiuti in tutte le Frazioni.

Nella mia Cabbia quest’anno, per la prima volta, abbiamo avuti gli spazi antistanti i cassonetti completamente puliti grazie al servizio, scrupoloso ed accurato, dell’ASM i cui dipendenti, in uno slancio di spirito di servizio, raccoglievano anche eventuali buste lasciate per terra dai soliti incivili. Poi c’erano coloro i quali, privi di senso civico, per non fare due passi in più verso i successivi cassonetti, lasciavano per terra i rifiuti. Ad onor del vero occorre dire che la maggior parte dei residenti e villeggianti – e quest’anno erano fortunatamente davvero tanti – si sono attenuti scrupolosamente al rispetto delle norme che regolano la raccolta differenziata, separando all’origine i rifiuti e deponendoli rispettivamente nei vari raccoglitori. Altra cosa davvero bella ed importante è stata la gestione dei materiali ferrosi che sono stati deposti correttamente accanto ai cassonetti, sapendo che una volta ogni due giorni passava un signore con il camion che li recuperava per poi rivenderli. Una forma di riciclaggio che comportava un minimo guadagno. Ma il fattore più importante, è stata l’istallazione di quattro isole ecologiche, moderne ed efficaci, posizionate a Montereale, Marana, Ville Di Fano e Cesaproba.

Parliamo di un sistema moderno – igienico e di gradevole impatto visivo, il migliore tra i tanti esistenti – a disposizione di residenti e dei turisti che popolano i nostri territori montani nella stagione estiva. Raccolta differenziata quindi non solo di prossimità, ma attraverso isole ecologiche, per i comuni che fanno parte della compagine sociale di ASM e che, lo ribadiamo con chiarezza, sono in via di espansione. Un meritato riconoscimento per l’Azienda Servizi Municipalizzati aquilana che svolge il servizio con serietà, correttezza e puntualità, curando la raccolta nei minimi particolari. Nelle Ecoisole, che funzionano in modo molto semplice, inserendo la tessera sanitaria, si smaltiscono plastica, metallo, carta, vetro, organico e rifiuto indifferenziato. Inoltre sarà possibile conferire pile esauste, residui di telefonini e farmaci scaduti. All’interno il sistema è automatizzato e vi sono dei sensori ottici che permettono, da remoto, all’ASM di verificare il livello del conferimento dei rifiuti ed allertare per l’intervento di svuotamento.

Le Ecoisole sono inoltre rispettose dall’ambiente, a partire dal loro funzionamento, perchè utilizzzano energia prodotta da pannelli solari. Per un accurato controllo sono provviste di telecamere di sorveglianza e, in caso di necessità, sarà possibile inviare il video alle autorità competenti. Questo non è solo un deterrente per chi non conferisce correttamente i residui, ma un costante invito ad attenersi scrupolosamente al regolamento. Dulcis in fundo: ogni Ecoisola è personalizzata con bellissime foto dall’alto dei paesi, tanto da diventare immagine vetrina dei territori stessi e ben inserirsi nel contesto ambientale. Soddisfatti i cittadini e soddisfatto il sindaco Giorgi che, ad una nostra domanda sul bilancio del servizio rifiuti gestito da ASM ci ha risposto: “Le prime 4 Ecoisole istallate nel nostro territorio rappresentano un ulteriore passo avanti, importante per la salvaguardia dell’ambiente. Sempre più convinto che aver scelto ASM sia stata la decisione giusta per Montereale”.